Il meglio per i tuoi pet? Lo trovi qui!

Pubblicità

Via libera all'ingresso degli animali in Italia dei rifugiati ucraini

donna abbraccia un cane dog-cat-serious

Misure eccezionali in arrivo in Italia.

© Ufficio stampa OIPA

Il Ministero della Salute italiano approva misure eccezionali per l’ingresso in Europa di animali domestici dei rifugiati provenienti dall'Ucraina.

Di Ilenia Colombo

Pubblicato il , aggiornato il

«Ringraziamo il ministro Speranza. Oipa continua a raccogliere aiuti anche per gli animali ucraini senza famiglia». Queste le parole di Massimo Comparotto, presidente di OIPA Italia.

L'Organizzazione Internazionale Protezione Animali è quindi entusiasta che anche il Belpaese possa aprire i confini anche a cani, gatti ed altri animali da compagnia.

L'Italia prevede di seguire le misure di Romania, Ungheria, Polonia e Slovacchia che hanno già accettato di accogliere anche i pet dei profughi dell'Ucraina.

Sì all'ingresso dei pet ucraini in Italia

Il Ministero della Salute ha autorizzato l’ingresso in Italia anche agli animali sprovvisti di passaporto europeo e della relativa documentazione sanitaria.

Lo rende noto l'OIPA che il 28 febbraio aveva inviato una lettera al ministro della Salute, Roberto Speranza, per chiedere la deroga al Regolamento Europeo 576/2013.

In una circolare emanata ieri, 28 febbraio, la Direzione generale della Sanità animale e dei farmaci veterinari comunica che il Ministero della Salute ha informato la Commissione e i Paesi membri dell'Ue che accetterà l'introduzione nel nostro Paese di animali domestici dei cittadini provenienti dell'Ucraina.

Ciò «senza la preventiva richiesta e il preventivo rilascio dell'autorizzazione prevista dall'articolo 32 del regolamento Ue 576/2013, anche al fine di tutelare il rispetto del benessere degli animali».

Cani e gatti: amici del cuore dell'uomo ma in modo diverso. Ecco le differenze

La prassi

Il Ministero ha disposto che i Paesi membri dell'UE, nel caso di controlli alle frontiere sugli animali da compagnia che viaggiano con i cittadini ucraini che vogliono raggiungere l’Italia, comunichino all'indirizzo e-mail [email protected] i dati relativi agli animali, quali:

  • Tipologia;
  • Numero;
  • Identificazione (se possibile).

Inoltre, occorrono anche le seguenti informazioni:

  • Il nome del proprietario;
  • L'indirizzo di destinazione in Italia.
 

🔴URGENTE! URGENT! ТЕРМІНОВО! 🔴 📢 Condividi il più possibile questa info! 📢 Share this info as much as possible! 📢...

Posted by LAV on Monday, February 28, 2022

Un passo importante e solidale

«Ringraziamo il ministro Speranza per aver adottato questa misura tanto attesa da chi, come la nostra associazione, è pronta ad accogliere in Italia gli animali costretti a fuggire dall’Ucraina assieme alla propria famiglia», commenta il presidente dell’OiPA, Massimo Comparotto.

Una decisione importante per venire incontro a tutti coloro ch,e scappando da una tale situazione nel loro Paese, non hanno voluto abbandonare il proprio amico a quattro zampe a un triste destino.

Una scelta che però rischiava di non poter essere attuata per via dalle regole europee che normano la movimentazione degli animali domestici.

Per aiutare gli animali in Ucraina e per altre informazioni clicca qui.
 

AGGIORNAMENTO EMERGENZA UCRAINA. UN AIUTO A SOSTEGNO DELLE ASSOCIAZIONI UCRAINE I volontari delle associazioni leghe...

Posted by OIPA on Friday, February 25, 2022

Lascia un commento
0 commenti
Conferma della rimozione

Sei sicuro di voler cancellare il commento?

Collegati per commentare