Il meglio per i tuoi pet? Lo trovi qui!

Pubblicità

Attore salva gli animali dei rifugiati ucraini: il parere di Roberto Saviano

Alexei Surovtsev con due trasportini dog-cat-serious

L'attore Alexei Surovtsev si aggira nelle zone di guerra alla ricerca di cani e gatti da salvare.

© Instagram @surovtsev.alexei

L’attore ucraino Alexei Surovtsev si prodiga a un passo dalle bombe per salvare gli animali lasciati al loro destino. Roberto Saviano commenta l’impresa.

Di Anna Paola Bellini

Pubblicato il

La guerra in Ucraina continua a costringere la popolazione a scappare dal Paese. Molti di questi non hanno la possibilità di portare con sé i propri animali domestici.

Per questo motivo, l’attore ucraino Alexei Surovtsev pattuglia le strade aiutando la gente ad evacuare e cercando tra le macerie animali in cerca di aiuto.

L’impresa di Alexei Surovtsev

Prima della guerra, Alexei Surovtsev era un attore. Il 24 febbraio si trovava in vacanza, ma già il secondo giorno di guerra ha deciso di tornare a casa (in uno dei sobborghi di Kiev, Irpin) per mettere al sicuro la sua famiglia.

Dopodiché si è arruolato nell’esercito, nelle forze di difesa territoriale.

Inizialmente, pattugliava le strade, aiutava la gente ad evacuare, ma poi ha trovato l’annuncio che segnalava un gatto intrappolato sotto un camion. L’attore si è impegnato ed è riuscito a liberarlo, restituendolo poi alla padrona di casa.

«Quando ho aiutato l’evacuazione delle persone, ho capito che se non fossi stato lì, non sarebbe cambiato nulla, perché molti altri aiutano le persone, ma non tutti pensano agli animali» ha dichiarato Alexei.

Da quel momento, l’attore sta rischiando la vita per salvare gli animali dei locali e dei rifugiati.

Nei primi giorni del conflitto, Alexei ha fatto tutto a proprie spese. Attualmente sta anche ricevendo aiuto dai colleghi e da alcuni volontari.

Il parere di Roberto Saviano

Il gesto dell’attore non è passato inosservato neanche nel nostro Paese.

 

Alexei Surovtsev (Алексей Суровцев) è un attore molto popolare in Ucraina. Da quando è iniziata la ritirata dei russi, si aggira nei dintorni di Irpin, tra i quartieri abbandonati dalla popolazione sfollata, per cercare animali terrorizzati dalle bombe e dalle fiamme da mettere in salvo. Spesso li trova nascosti e affamati. In tanti, nella fuga dalle città assediate, non sono riusciti a portare con sé cani e gatti; posso a stento immaginare il dolore, la preoccupazione, il senso di colpa di chi ha vissuto questo distacco. Sembra superficiale adoperarsi per salvare cani e gatti mentre i bombardamenti dell’artiglieria sterminano persone. Eppure sono persuaso che salvare questi animali, provare a ricongiungerli con le loro famiglie umane, sia un meraviglioso atto di cura per la vita nel tempo della barbarie.

Posted by Roberto Saviano on Sunday, April 17, 2022

Roberto Saviano, infatti, ci ha tenuto a lodare l’iniziativa di Alexei condividendo su Facebook un video di questa impresa e commentando:

«Sembra superficiale adoperarsi per salvare cani e gatti mentre i bombardamenti dell’artiglieria sterminano persone. Eppure sono persuaso che salvare questi animali, provare a ricongiungerli con le loro famiglie umane, sia un meraviglioso atto di cura per la vita nel tempo della barbarie».

Lascia un commento
0 commenti
Conferma della rimozione

Sei sicuro di voler cancellare il commento?

Collegati per commentare