News :
Wamiz Logo

TEST: Che razza di gatto fa per te?😻😻

Pubblicità

Pitbull si getta su un bimbo, il padrone lo segue e non crede ai suoi occhi

Pitbull a sinistra, parco di notte a destra
© Facebook @Love What Matters / Shutterstock

La storia di questo Pitbull di nome Harley vi farà ricredere su quelli che consideriamo cani pericolosi. Perché non bisogna sempre lasciarsi guidare dalle apparenze.

Di Grazia Fontana , 20 mar 2018

I cani pericolosi sono al centro di un dibattito da anni ormai. E la storia di Hurley potrebbe farvi riflettere a riguardo. Mentre porta a passeggio il proprio cane – un Pitbull di nome Hurley – un uomo sente un bambino gridare. Immediatamente, Hurley cambia direzione e si precipita verso il piccolo. Sono le 22 e Hurley passeggia senza guinzaglio dato che a quell’ora la strada è deserta e può così fare quello che più gli piace: esplorare tutti gli odori del parco.

Una passeggiata finita male

Preoccupato, il padrone di Hurley lo insegue per assicurarsi che non succeda nulla di grave. Ma appena arriva vicino al bambino si rende conto che il suo cane ha appena salvato la vita al piccolo uccidendo un serpente pericoloso. Senza Hurley, il bimbo si sarebbe sicuramente ferito. Sano e salvo, il bambino si precipita nell'auto dei suoi genitori, che scappano immediatamente (probabilmente per portare il bambino al pronto soccorso) e il padrone di Hurley contatta la polizia per segnalare quanto accaduto.

Al loro arrivo i poliziotti esaminano il cane coraggioso e scoprono con stupore che sanguina a causa dei diversi morsi ricevuti sul corpo. Dopo una notte passata sotto osservazione per ricevere le cure adeguate al Denton Animal Emergency Hospital, Hurley sta meglio ed è potuto rientrare a casa. La sorella del proprietario di Hurley ha voluto poi pubblicare un messaggio sui social network – subito diventato virale – per raccontare quanto fatto da Hurley e per sottolineare quanto questo cane, descritto sempre come pericoloso, abbia fatto prova di bontà e di coraggio per salvare la vita di un bambino che nemmeno conosceva.