TEST: Che razza di gatto fa per te?😻😻

Pubblicità

Giornata mondiale del cane in ufficio: cosa cambia con Fido a lavoro

cane-a-lavoro dog-happy

Nella Giornata Mondiale del cane in ufficio ecco spiegati i (tanti) vantaggi.

© Shutterstock

Abbassa il livello di stress e favorisce la collaborazione tra colleghi: nella Giornata Mondiale del cane in ufficio ecco spiegato perché Fido è un'importante risorsa aziendale. 

Di Eleonora Chiais , 26 giu 2020

Fido? Una vera e propria "risorsa aziendale" che si celebra il 26 giugno con la Giornata Mondiale del cane in ufficio. E il perché è presto detto, almeno secondo la scienza.

Il Banfield Pet Hospital, infatti, ha pubblicato nel 2016 un lungo studio stando al quale la possibilità di lavorare con la compagnia del proprio quattro zampe, oltre a migliorare il morale dei dipendenti, permette loro di impegnarsi di più e per più tempo.

E se questo, dati alla mano, si verifica tra il 75% e il 95% delle volte, è presto spiegato perché, in Italia, due dipendenti su tre (tra proprietari di animali e non) si dicono favorevoli alla possibilità di andare a lavorare in compagnia del pelosetto.

Cani in ufficio, gli esempi virtuosi

Nel Belpaese, d'altra parte, i cani rappresentano una popolazione piuttosto popolosa. Secondo il Rapporto Assalco-Zoomark del 2020, infatti, sono 7 milioni i cani censiti nel 2019 e le aziende iniziano ad interessarsi sempre più al loro benessere.

Tra le grandi imprese, così, s'impongono esempi virtuosi di uffici a porte aperte per i quattro zampe (l'ultimo esempio è quello dell'Università di Verona) e l'umore dei lavoratori non può che migliorare.

Capita, per esempio, che alcune aziende si attrezzino offrendo un congedo pagato a chi adotta un cucciolo e un periodo (retribuito) lontano dall'ufficio in caso di morte o malattie del quattro zampe.

I vantaggi di lavorare con Fido

Sono numerose, d'altra parte, le ricerche scientifiche e i sondaggi che dimostrano, numeri alla mano, i (tanti) vantaggi del lavorare con Fido.

Una ricerca del 2012, per esempio, ha dimostrato che, tra i dipendenti, chi porta i cani al lavoro patisce meno lo stress rispetto a chi non lo fa e, in generale, che i padroni di quattro zampe sono meno nervosi e irritabili rispetto a quanti non possiedono un animale domestico. Perché?

Secondo gli studiosi la ragione è legata alla maggior facilità di socializzazione di chi divide la vita con un animale da compagnia.

Insomma, in parole povere, essendo naturalmente più orientato a dialogare e a collaborare, il padrone di Fido è un collega prezioso. Insomma, in ufficio e fuori, c'è di che festeggiare!

La tua azienda non ti permette ancora di portare il cane in ufficio? Segui questi 10 consigli per aiutare Fido al momento della separazione!