Pubblicità

1,4 milione di firme per dire STOP ai test sugli animali in Europa (Video)

test sugli animali dog-cat-serious

Verso una scienza animal-free?

© YouTube @OIPA Italia

Oltre un milione di persone in tutta l'Unione Europea ha detto a gran voce che la sperimentazione animale deve finire. Ecco in dettaglio l'iniziative ICE.

Di Ilenia Colombo

Pubblicato il

Sono più di 10 milioni gli animali - tra cani, gatti, conigli, topi, pesci, ratti - che vivono ogni anno un'esistenza crudele all'interno dei laboratori di ricerca e di test scientifici in tutta Europa.

Per sperare di porre fine agli esperimenti sugli animali, oltre un milione di cittadini europei si è attivato per far sentire la propria voce.

1,4 firme raccolte per dire STOP ai test sugli animali

Il 31 agosto è scaduto il termine per la raccolta di firme dell'iniziativa dei cittadini europei (ICE), terminata con successo.

1.413.383: questo è il numero dei cittadini che desiderano la fine delle crudeli pratiche sugli innocenti animali.

È la seconda ICE su questo tema che supera il milione di firme. La prima è stata Stop Vivisection nel 2015.

L'iniziativa Save Cruelty Free Cosmetics / End Animal Testing è stata lanciata nell'agosto del 2021 dalle organizzazioni per la protezione degli animali Cruelty Free Europe, Peta, HSI Europe, Eurogroup for Animals, European Coalition to End Animal Experiments, sostenuta da alcune aziende globali del settore della bellezza e della cura della persona e promossa da gruppi e attivisti provenienti da ogni angolo del Vecchio Continente.

Qualche info sull'ICE

Cos'è l'ICE?

L'Iniziativa dei cittadini europei è un'iniziativa ufficiale dell'UE per influenzare i legislatori in Europa. Ogni firma viene sottoposta a un processo di verifica. Dopo aver ricevuto le firme, la Commissione europea esaminerà attentamente l'iniziativa.

L'ICE ha riunito numerose ONG in tutta Europa. È la prima volta nella storia che un numero così elevato di organizzazioni europee si riunisce a favore degli animali nei laboratori.

Le tappe dell'iniziativa

  • Entro 1 mese dal ricevimento delle firme, i rappresentanti della Commissione europea incontreranno gli organizzatori per spiegare in dettaglio le questioni sollevate dall'iniziativa.
  • Entro 3 mesi, si svolgerà un'audizione plenaria al Parlamento europeo, seguita da un'eventuale votazione.
  • Entro 6 mesi, la Commissione adotterà una risposta formale che illustrerà le eventuali azioni proposte in merito all'iniziativa dei cittadini europei e le ragioni per cui le ha adottate o meno.

Le dichiarazioni di Cruelty Free Europe

Kerry Postlewhite, direttrice degli Affari pubblici di Cruelty Free Europe, si è mostrata entusiasta del risultato, dichiarando:

«Anche se ora dobbiamo aspettare diversi mesi per vedere se l'ICE sarà convalidata dagli Stati membri dell'UE, l'enorme numero di firme e il fatto che questa sia la seconda volta che i cittadini dicono no alla sperimentazione animale, devono sicuramente sottolineare ai legislatori europei la forza del sentimento che c'è su questo tema».

E ha aggiunto:

«Ci auguriamo che questa volta la Commissione europea, i membri del Parlamento europeo e i governi nazionali tengano conto della situazione e agiscano subito per porre fine ai test sugli animali degli ingredienti utilizzati nei cosmetici.

Postlewhite ha poi proseguito:

«Siamo incredibilmente orgogliosi di questo punto di riferimento collaborativo e attendiamo con ansia il successo della convalida delle firme. I cittadini europei hanno reso chiaro il compito della Commissione europea: deve presentare proposte legislative concrete per eliminare gradualmente gli esperimenti sugli animali e porre fine alla sofferenza di milioni di animali nei laboratori europei. Chiediamo un cambiamento nella sperimentazione e nella ricerca. È giunto il momento che l'Europa si evolva oltre la crudele e obsoleta sperimentazione animale». 

Il parere dell'Oipa

L'Oipa, Organizzazione internazionale protezione animali, ha promosso attivamente l'iniziativa ICE, insieme a Peta e altre associazioni.

«L’Ice, promossa e sostenuta in Europa dall’Oipa insieme a Peta e altre associazioni, chiede l’istituzione di un piano per porre fine a questi esperimenti in UE e ora la Commissione dovrà approntarlo», commenta Valentina Bagnato, responsabile Relazioni esterne di Oipa International.

E continua:

«Il Regolamento Reach stabilisce che qualunque sostanza chimica con la quale l’uomo può venire in contatto debba essere testata sugli animali, qualora non siano disponibili metodi sostitutivi. Questo significa che è ancora possibile il ricorso a escamotage da parte delle aziende per continuare a sperimentare su animali anche sostanze che poi rientreranno nell’industria della cosmesi».

L'Oipa ricorda che la maggior parte dei test non riesce a fornire elementi affidabili riguardo gli effetti sugli esseri umani. Nonostante ciò, gli sperimentatori applicano deliberatamente sostanze chimiche potenzialmente tossiche sulla pelle dei poveri animali o gliele fanno ingerire, provocando loro lo sviluppo di tumori, ustioni o rendendoli ciechi.

Immagini scioccanti

Qui di seguito il toccante ma duro video di promozione dell'iniziativa ICE, che ha commosso coloro che lo hanno visionato.

La showgirl Daniela Martani, l'attrice Elisa Di Eusanio, la cantautrice Chiara Canzian, l'attrice Claudia Zanella, l'attore Claudio Colica, l'attrice Loredana Cannata e l'ex componente dei Pooh Red Canzian, tutti grandi amanti degli animali, sono rimasti scioccati dalla visione dei filmati di esperimenti sui poveri animali che avvengono nei laboratori di tutta Europa.

Speriamo vivamente in una ricerca scientifica progressista e umana e una vita senza crudeltà sugli animali.

Lascia un commento
0 commenti
Conferma della rimozione

Sei sicuro di voler cancellare il commento?

Collegati per commentare