Pubblicità

"Essere come cane e gatto" sarà da dimenticare? Lo studio

cane annusa gatto in giardino dog-cat-serious

Un detto che non ha più lo stesso effetto.

© JacLo / Pixabay

Un recente studio condotto in Inghilterra ha scoperto la maggiore causa di stress per i gatti. Ecco in dettaglio i risultati.

Di Ilenia Colombo

Pubblicato il

"Essere come cane e gatto" potrebbe diventare uno dei luoghi comuni da sfatare riguardo i nostri animali domestici.

Quando due persone litigano continuamente vengono comunemente definite “cane e gatto”, essendo, nell’immaginario collettivo, due animali di specie diverse con caratteri molto distanti tra loro.

Ma una recente ricerca inglese sul comportamento felino potrebbe essere la prova che la convivenza tra cani e gatti non sarebbe più come sempre abbiamo pensato.

La ricerca inglese sulla convivenza cane - gatto

Un recente studio condotto in Inghilterra dalla BVA (British Veterinary Association) ha analizzato le risposte di 520 veterinari ad un questionario dove gli si chiedeva di identificare i problemi comportamentali maggiormente riscontrati nei gatti che avevano visitato, in particolare, la maggior fonte di stress dei mici.

Ecco i risultati:

  • Il 41% dei veterinari ha affermato che la principale causa di stress per i gatti è la convivenza con altri gatti.
  • Solo il 7% di loro ha invece dichiarato che a stressare Micio fosse la coabitazione con un cane o un animale di un'altra specie.

Dai risultati si evince una situazione ben diversa dalla comune credenza popolare poiché i loro pazienti felini sembra che abbiano dimostrato di subire maggiore stress a causa della convivenza con loro conspecifici.

I ricercatori affermano che la maggiore causa di stress per i gatti è la coabitazione con altri gatti. Al contrario, convivere con un cane o con un animale di un’altra specie sarebbe meno stressante per Micio.

Si potrebbe dedurre che cane e gatto vanno più d'accordo che due gatti?

I fattori determinanti

La Dottoressa Justine Shotton, presidente della BVA, sostiene che ci siano tre elementi principali ad influenzare, positivamente o negativamente, la convivenza di più gatti in casa:

  1. la compatibilità del gatto a stare nel gruppo
  2. l’ambiente nel quale si trovano a vivere i gatti
  3. la disponibilità e l’accessibilità alle risorse

Tutti questi fattori - anche se non sono gli unici - sono importanti per determinare una buona convivenza o meno tra gli animali domestici.

La compatibilità del gatto a stare nel gruppo

L'individualità e il grado di socievolezza di ogni gatto sono di primaria importanza nel definire la compatibilità del gatto a stare nel gruppo canino o felino.

Le convivenze tra gatti dipendono tanto dal grado di socialità e socievolezza dei singoli mici: secondo la ricerca britannica, i gatti che sono nati e cresciuti assieme ai loro fratelli e sorelle tenderanno ad essere più socievoli da adulti, anche con i loro simili.

Tutto ciò tenendo in considerazione che ogni esemplare è diverso dall'altro ed ha una personalità unica, con gradi di socievolezza differenti.

L’ambiente nel quale vivono i gatti

Il contesto ambientale svolge un ruolo determinante nella possibilità o meno che due o più gatti vadano d'accordo.

I gatti che hanno la possibilità di uscire di casa (giardino, terrazza) solitamente presentano livelli di stress da coabitazione inferiore rispetto agli esemplari che vivono esclusivamente in appartamento.

Anche le dimensioni del territorio a disposizione di ciascun animale ha un'influenza nella coabitazione tra gli inquilini a quattro zampe: una casa piccola nella quale vivono molti gatti crea una situazione di sovraffollamento che amplifica la conflittualità tra i felini.

La disponibilità e l’accessibilità alle risorse

Ultimo ma non meno importante è la disponibilità delle risorse per il gatto. Cucce, lettiere, ciotole, tiragraffi ecc. devono essere disponibili per ogni esemplare e dislocate in varie parti di casa al fine di ridurre al minimo le eventuali fonti di competizione tra gli animali.

Rispetto al gatto, il cane sembra essere percepito in maniera minore dal felino come una minaccia al suo territorio. Inoltre, non potendo Fido salire sui posti più alti, il gatto riesce ad allontanarsi o a sfuggire da lui con maggior facilità.

Questi diversi fattori, quindi, potrebbero facilitare una convivenza armoniosa e tollerante dei nostri amati gatti.

Lascia un commento
0 commenti
Conferma della rimozione

Sei sicuro di voler cancellare il commento?

Collegati per commentare