News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Una gattina cieca davvero speciale: la storia commuove

Testa di gattina rossa vista da dietro © Pixabay

Una storia commovente che arriva dall'Australia e vede come protagonista una coppia formata da una donna coraggiosa e da una gattina davvero speciale. Ecco i fatti.

Di Eleonora Chiais, 7 set 2018

Quando Julia e Nina si sono conosciute quest'ultima aveva poco più di 10 giorni e, rimasta orfana di mamma gatta, era rannicchiata con i suoi fratellini in condizioni pessime in una colonia di gatti selvatici. Julia, volontaria del Paws and Claws Adoptions, si è quindi presa cura di tutta la cucciolata che - fin dal primissimo controllo - è apparsa piuttosto malata tra un grave stato di disidratazione, moltissime pulci e parecchia sporcizia. Fin dai primi istanti, però, Julia ha capito che avrebbe dovuto e potuto salvare i pelosetti. E così è stato.

Le prime cure alla sfortunata cucciolata

«Ho guidato un'ora per raggiungerli - ricorda ora come riporta LaZampa.it - e mi sono subito resa conto che erano in cattive condizioni». Tra medicinali, visite, controlli ed interventi i fratellini sono tutti migliorati con l'eccezione della piccola Nina che, nata senza retine e palpebre superiori, è stata sottoposta alla prima operazione di emergenza quando pesava appena 300 grammi e l'occhio sinistro, improvvisamente gonfiato oltre misura a causa di un glaucoma congenito, ha dovuto essere rimosso. «I veterinari - ricorda ancora Julia - mi avevano avvertito che era sarebbe stato un intervento a rischio e che tutte le possibilità erano contro di lei, ma Nina ha dimostrato che si sbagliavano». Poche settimane dopo, quindi, ecco la seconda operazione per la rimozione del bulbo oculare.

L'adozione dei fratellini e la nuova vita di Nina

Completamente cieca, però, Nina non si è certo persa d'animo. Nel frattempo i suoi fratellini, ormai completamente ristabiliti, uno dopo l'altro lasciavano la casa di Julia per raggiungere una nuova famiglia e iniziare una nuova vita. Nina e Julia, nello stesso tempo, vedevano crescere pian piano e giorno dopo giorno la loro amicizia speciale fino a quando la volontaria dell'associazione ha deciso di adottare lei stessa la gattina. Oggi Nina ha otto mesi ed è completamente priva della vista ma, termina Julia, «si aggira per casa senza problemi, utilizzando tutti gli altri sensi e corre per casa e salta sui mobili come qualsiasi altro gatto in maniera così sorprendete che spesso mi chiedono se è davvero cieca».