News :
Wamiz Logo

Che razza di cane fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Giornata mondiale del gatto nero: proteggerlo da ignoranza e superstizione

gatto-nero-su-sfondo-colorato

I gatti neri non sono maligni o da evitare, ma soltanto delle piccole palle di pelo da amare.

© Pixabay

Il gatto nero è spesso oggetto di superstizione, la giornata mondiale del gatto nero del 17 novembre è stata introdotta per ridare luce a questo splendido animale.

Di Antonello Ciccarello, 17 nov 2019

Sfortuna, superstizione, riti satanici, streghe e mondo dell’occulto. Queste sono le prime parole che di solito vengono in mente quando si parla del gatto nero.

In verità questo felino non è nulla di tutto ciò, ma anzi è un animale splendido che ha bisogno della nostra protezione. Proprio per questa ragione, da ormai 12 anni a questa parte si festeggia la Giornata mondiale del gatto nero. Anni di falsi miti e ignoranza hanno reso questo animale vittima di stupide superstizioni.

Sono ancora molte le persone che ricorrono ad amuleti o a qualche particolare scongiuro per proteggersi dalla sfortuna che porterebbe il gatto nero. Se lo si incontra per strada, nel migliore dei casi lo si lascia passare, ma c’è anche chi preferisce uccidere il gatto delle streghe.

Da dove ha origine il mito del gatto nero?

La concezione del gatto nero come animale satanico risale al Medioevo ma, da allora, sembra non essere cambiato (quasi) nulla. Durante la notte di Halloween o l’equinozio di primavera, si riscontrano molti casi di torture o sacrifici sui gatti neri, usati per celebrare stupide messe nere (in Italia le regioni più a rischio per i gatti neri sono Piemonte, Lombardia, Veneto, Lazio ed Emilia Romagna).

Per questo ogni anno vengono organizzate delle ronde dagli animalisti, per riuscire a salvare più gatti possibili. Dall’altra parte, anche chi lavora nei gattili sta attento alle richieste d’adozione di questi felini a ridosso del mese di ottobre, per evitare i malintenzionati.

Giornata mondiale del gatto nero: adottare un nuovo amico peloso

La vera “sfortuna” dei gatti neri è l’essere considerati animali da evitare e per questo motivo il numero delle loro adozioni è veramente esiguo. Ci sono tantissime ragioni per portare a casa un gatto nero, sia per la sua eleganza, per il loro essere ottimi animali da compagnia, ma anche, per sovvertire le varie dicerie (infondate) in proposito.

Secondo alcune credenze, soprattutto nei paesi asiatici, il gatto nero è simbolo di fortuna e sono portatori di felicità. Non sono per nulla maligni, ma anzi ottimi amici con cui passare le proprie giornate.

La Giornata mondiale del gatto nero può essere di certo una bella occasione per far entrare nella propria vita un nuovo amico a quattro zampe e scoprire che l’unica cosa speciale a lui legata è l’amore nei confronti del proprio padrone.