News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Viaggiare con gli animali domestici dopo la Brexit

cane-in-bianco-e-nero © Pixabay

Il 31 ottobre 2019 il Regno Unito potrebbe uscire dalla Comunità Europea. Quali sono le conseguenze per i nostri amici animali dopo il "divorzio" con Londra? 

Di Ilenia Colombo, 7 ott 2019

La Brexit, cioè l’uscita del Regno Unito dall’Europa, porterà tante conseguenze, economiche, prima di tutto, ma non solo.

Anche per i nostri amici a quattro zampe ci saranno dei cambiamenti.

Il trasporto degli animali domestici dal Regno Unito

Ci sono ancora così tante incertezze sulla Brexit e sulle conseguenze che apporterà. Per le tante persone che hanno già programmato di viaggiare nel Regno Unito nei prossimi mesi con il proprio animale domestico, ci sono una serie di norme da tenere in conto.

Se si vogliono portare con sé i propri amici animali in vacanza nel Regno Unito, bisognerà rispettare alcune nuove regole e prepararsi con quattro mesi di anticipo.

Quali sono quindi le nuove regole?

Per partire dal Regno Unito e recarsi in UE con gli animali domestici serve:

  1. Il microchip per il proprio compagno a quattro zampe;
  2. Il vaccino antirabbico, seguito da un esame del sangue 30 giorni dopo;
  3. Richiedere al veterinario di inviare gli esami del sangue a un laboratorio approvato dall'UE;
  4. Se i risultati degli esami sono positivi, si devono aspettare 3 mesi prima di poter viaggiare;
  5. La richiesta di un certificato sanitario (ci vorranno circa 10 giorni per ottenerlo).

Per il momento non ci sono ancora informazioni precise per sapere se gli stessi procedimenti debbano essere fatti da un cittadino UE in viaggio verso il Regno Unito con il suo amico a quattro zampe.

Il problema dei cani guida irlandesi

Tra le varie conseguenze che possono rivelarsi serie con la Brexit, c'è il problema dei cittadini nord irlandesi che condividono la loro vita con un cane guida e devono viaggiare verso la Repubblica irlandese

Per il momento, i soli due punti disponibili per i controlli sono i porti di Cork e Rosslare e l'aeroporto di Dublino. Gli spostamenti, a seguito della Brexit, diventeranno un'odissea per i cani guida e per i loro accompagnatori che dovranno programmare il viaggio quattro mesi prima.