News :
Wamiz Logo

TEST: Che razza di gatto fa per te?😻😻

Pubblicità

Un cane anziano a cui manca il padrone trova il modo per rimpiazzarlo

Cane sotto il braccio di un manichino
© Facebook @Vintage Pet Rescue

Un carlino anziano, sentendo troppo la mancanza del suo papà adottivo, troppo impegnato con il lavoro, ha trovato conforto in un manichino che gli assomiglia.

Di Claudia Scarciolla , 13 feb 2019

Questa è la storia di Shorty, un carlino di 15 anni che, nel pieno della sua senilità, non fa altro che sentire la mancanza del suo amato Marc, il suo padrone umano, con cui ha instaurato una relazione speciale dal primo giorno in cui fu salvato da un rifugio a Philadelphia

Impegnatissimo nei suoi viaggi di lavoro, Marc non trascorreva più tanto tempo con Shorty e la sua mancanza non faceva altro che peggiorare questa ansia da separazione che rendeva Shorty sempre più irrequieto. In casa, la situazione era diventata sempre più difficile da gestire da parte di Kristen, la moglie di Marc: Shorty non voleva altro che Marc, il resto non contava... 

Così, Kristen, vedendo che la sua compagnia e quella di altri cani senior ospiti del Vintage Pet Rescue, gestito dalla stessa famiglia Peraltas, non era di conforto a Shorty, non ha avuto altra scelta che creare uno stratagemma molto creativo.

L’idea del manichino e la felicità di Shorty

Dopo aver provato a sostituire la presenza di Marc con un cuscino a cui era stata messa una maglietta, strategia non andata a buon fine, Kristen ha acquistato un manichino a dimensioni umane che ha vestito con gli abiti di Marc. 

Forse un pò scettica, ma determinata a far star bene il suo cane, Kristen ha portato Shorty sotto il braccio del manichino. Qui il cane, sentendo gli odori di Marc e ricordando la sua presenza, si è addormentato all’istante restando così per tutta la notte. Una sorpresa generale. Finalmente Shorty non avrebbe più sofferto di ansia da separazione per quelle volte che Marc non c’era. Kristen n’è stata fiera.

Il nuovo manichino di casa Peraltas è poi diventato uno dei più apprezzati volontari del rifugio. Infatti, anche il cane Bug, fratello minore di Shorty, credendo che si trattasse realmente di Marc, ha iniziato a giocarci e così tutti gli altri. 

Marc, non convinto di esser proprio simile al suo alter ego di plastica, è contento che Shorty ha finalmente trovato il modo di calmarsi e di star bene. 

 

We have reached a new level of insanity here at the retirement home. Shorty gets very anxious whenever Marc is away. He...

Posted by Vintage Pet Rescue on Thursday, January 31, 2019