News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Cane abbandonato in un fosso legato con del nastro adesivo

Cane con zampe e muso legati © Twitter CRoskoff

Durante una pattuglia di routine, lo sceriffo ha ritrovato infreddolito in un fosso un cane con muso e zampe legate da del nastro adesivo. Era stato abbandonato.
 

Di Claudia Scarciolla, 22 feb 2019

Una terribile scoperta quella fatta da uno sceriffo della contea di Jefferson, Missouri, che durante un suo giro di pattuglia ha trovato un cane abbandonato in una fossa, con zampe e muso legati con del nastro adesivo proprio a non dover dare l’allarme per potersi salvare. Con un clima freddissimo, il cane stava anche congelando. 

Dopo averlo salvato, un portavoce dell’ufficio dello sceriffo ha dichiarato al KFVS News che l’animale, oltre che essere stato trovato in totale stato d’abbandono, presentava anche dei segni di malnutrizione. La povera bestia ha anche sofferto il freddo tanto che, secondo i medici che l’hanno preso in cura, il cane ha passato almeno 12 ore prima di essere messo in salvo dallo sceriffo. E, inoltre, i medici hanno confermato che il povero animale è anche vittima di una commozione celebrale causata da una caduta. In effetti, pare che l’autore di questo terribile atto l’abbia gettato lì direttamente dal finestrino della sua auto in corsa, con l’animale già accucciato e legato dal nastro adesivo.

Sopravvissuto a questa orrenda vicenda di abbandono, il cane, chiamato dai suoi soccorritori Jimmy, è sottoposto a cure mediche.

Il colpevole dietro le sbarre

Giustizia è fatta per Jimmy. L’autore di questo infame crimine è stato arrestato. I poliziotti l’hanno trovato grazie al nastro adesivo. Paul Garcia, 30 anni, non ha preso le dovute precauzioni e ha lasciato delle impronte digitali sul nastro usato per legare il povero animale. Incarcerato con cauzione, quest’ultima è stimata per più di 50 000 $.

Non si sa se Paul Garcia sia in via accessoria il proprietario indegne del cucciolo. I poliziotti condurranno indagini ulteriori per determinare se il colpevole aveva dei complici e le ragioni che l’hanno portato ad agire in questo modo.