News :
wamiz-v3_1

Pubblicità

700 cani da salvare dall'inferno di un allevamento ad Atlanta

cani con pelo arruffato
© Facebook @Releash Atlanta

Ad Atlatanta sono stati ritrovati più di 700 cani tenuti in maniera pietosa in un allevamento. Tante associazioni animaliste si sono riunite per salvarli.

Di Nina Segatori Pubblicato il 07 mar 2019

Il tempo stringe e sono tanti i cani da salvare. Questo è l'appello lanciato sui social dalle associazioni animaliste di Atlanta. Releash Atlanta, Atlanta Humane Society e altri gruppi del posto hanno condiviso le foto degli animali tenuti in uno stato pietoso in un allevamento in Atlanta, dopo l'autodenuncia dello stesso proprietario, che non ha più i mezzi e le possibilità di seguire dignitosamente la struttura.

Le condizioni degli animali

I cuccioli da salvare sono più di 700 e le loro condizioni sono al limite dell'indecenza. Tra le associazioni che si stanno occupando di salvarli la Humane Society della Valdosta Lowndes County è stata finora quella più attiva, salvando ben 250 di loro. «Questi cani vivevano in condizioni sudicie e non avevano avuto alcun tipo di controllo o di cure. - scrivono sui social - Molti avevano anche problemi medici ed erano feriti, con unghie estremamente cresciute e denti danneggiati».

Grazie alla loro denuncia tanti altri gruppi no profit si sono uniti per portarli tutti in salvo. Putroppo è una corsa contro il tempo, perché quando l'allevamento dichiarerà fallimento struttura e animali verrano sequestrati e non si saprà più che fine faranno.

Il salvataggio dei cani

Molti animali sono stati già portati via da quell'orrore. Tutti avevano bisogno di cure e di qualcuno che si potesse occupare del loro pelo infittito e arruffato, tanto da provocare delle piaghe. «Non hanno mai conosciuto una vita tranquilla, fatta d'amore, al di fuori di quelle gabbie anguste. Ma nonostante tutto erano incredibilmente fiduciosi e calmi, come per dire "grazie per avermi salvato, so che sei qui per aiutarmi"», ha raccontato un volontario.

Inoltre, grazie all'appello delle associazioni, è stata lanciata anche una raccolta fondi che ha raggiunto i 10 mila dollari.