News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Toelettatrice ripresa mentre maltratta un cane (Video)

Cane maltrattato in un salone per cani © YouTube @DevidJonh

Una toelettatrice accusata di maltrattare gli animali colta in flagrante grazie ad un video condiviso sui social che ha lasciato tutti senza parole!

Di Claudia Scarciolla, 11 mar 2019

Questa triste storia accade  in Inghilterra dove, all’interno di un salone di bellezza per cani, gli orrori diventano realtà. Tutto è cominciato con la pubblicazione di un video su Facebook da parte di Sarah Lee. Nelle immagini, qualcosa di scioccante.

Un’altra donna, una toelettatrice di un salone per cani nel Merseyside, senza pudore, né cuore, viene ripresa intenta a prendere un cane per la collottola e dondolarlo mentre, al contempo, lo colpisce anche più volte alle costole, palesemente, procurando fastidio e dolore al cane, che si divincola. Una scena orribile che non rappresenta di certo ciò che ci si aspetta da un servizio di toelettatura professionale.

Una cattiva pubblicità per questo salone

Secondo quanto riporta il Daily Mail, il salone per cani Debonair Dogs Grooming Salon ha rilasciato, poco dopo la pubblicazione del video, una dichiarazione sui social in cui informava che la dipendente, ripresa nel video era già stata licenziata tempo prima, proprio a seguito di diverse lamentele che avevano portato i titolari del negozio ad installare delle telecamere per aver prova del comportamento di questa signora.

Coinvolta anche la polizia, al momento c’è un’indagine in corso per chiarire quanto è accaduto. «Posso assicurarvi che tutto il team del Debonair Dogs sono grandi amanti degli animali e noi non vogliamo altro che fornire a voi e ai vostri cani le migliori cure», scrive in un post il manager del negozio.

Un bel respiro di sollievo, questo è sicuro. Nessuno vorrebbe che il proprio animale domestico sia trattato in questo modo così poco professionale. Ma il web non è ancora contento e diversi, ancora, sono i commenti che continuano ad essere pubblicati nel malcontento e sdegno di chi gli animali li ama davvero e mai vorrebbe rivedere delle scene così brutte e violente.