News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Pocho colpisce ancora: il cane antidroga contro la camorra

jack russell © Pixabay

Pocho, il cane antidroga più odiato dalla camorra, ha colpito ancora. Grazie a lui sono stati sequestrati 600 grammi di droga e altri materiali illegali.

Di Nina Segatori, 12 mar 2019

Piccolo, ma super efficiente: Pocho, il Jack Russell della polizia, addestrato per trovare droga, sostanze stupefacenti e materiale illegale ha fatto un altro colpo. La polizia, grazie al suo aiuto è riuscita a sequestrare 600 grammi di cocaina e cannabis, compresa una pistola e tre giubbotti antiproiettili. Un blitz che ha messo in ginocchio il giro economico dei camorrosti, che per Pocho hanno un odio sfrenato tanto da volerlo morto.

Il blitz di Pocho

Il blitz è avvenuto nella zona dei Vicoli della Marina, dove Pocho ha scovato la presenza della droga all'interno di uno sgabuzzino in disuso. Grazie ai poliziotti della Questura di Napoli, coadiuvati dall'unità cinofila antidroga, è stato possibile smantellare il piccolo magazzino, dove sono stati rinvenuti, oltre agli stupefacenti, anche bilancini, sostanze da mescolare e altro materiale per la creazioni di dosi destinate alla vendita. Inoltre, c'erano anche tre giubotti antiproiettili una pistola e diverse minuzioni di proiettili.

Ora la scientifica sta facendo gli accertamenti necessari a capire se con quell'arma sia stato commesso qualche delitto. Tutto per merito di Pocho, che con il suo infallibile fiuto ha aiutato gli agenti a scovare tutto il materiale illegale.

Pocho e la camorra

L'abilità di Pocho è famosa tra i clan camorristici del capoluogo campano. Il Jack Russell di 9 anni, addestrato a fiutare la droga, ha più volte rischiato la vita da quando la Camorra ha messo sulla sua testolina, una taglia sostanziosa.

Pocho ha così ricevuto un nuovo addestramento per resistere alle tentazioni, visto che parecchi spacciatori hanno tentato di catturarlo con del cibo e attirarlo attraverso l'espediente delle cagnoline in calore. Grazie alla sua grande forza di volontà il cane poliziotto ha sempre resistito, senza cedere al alcuna lusinga ed evitando di mangiare i bocconi avvelenati.