News :
wamiz-v3_1

TEST: Che razza di cane fa per te?🐶🐶

Pubblicità

Buon equinozio di primavera! Cosa fare se hai un cane o un gatto

cane e gatto in un prato
© MrsBrown - Pixabay

Con l'equinozio di primavera si entra a tutti gli effetti nella nuova stagione! Ecco cosa segnare nella lista delle cose di cui tener conto per i nostri cani e gatti.

Di Nina Segatori, 20 mar 2019

La primavera è alle porte e con l'arrivo della nuova stagione cani e gatti possono risentire dello squilibrio ormonale che il caldo porta con sé. Può accadere quindi, di dover tenere sotto controllo alcuni cambiamenti fisici o comportamentali, ma non solo.

Non bisogna dimenticare la presenza di determinati parassiti che possono infestare il pelo degli animali, cosa che accade tipicamente in primavera e durante l'estate. Ecco tutte le tappe da segnare sul calendario primaverile.

Inizia il periodo del calore!

Di solito il cane femmina e il gatto dello stesso sesso in primavera vanno in calore. Ciò significa che il loro corpo subisce dei cambiamenti ormonali che lo preparano all'accoppiamento. A differenza dei cani, i gatti non hanno perdite ematiche e non ovulano a meno che non si accoppino, ma l'attrazione che esercitano sull'animale di sesso opposto è la medesima.

State quindi attenti, se la vostra animaletta non è sterilizzata, al periodo del calore, per evitare gravidanze indesiderate. Soprattutto non stupitevi se fuori dal cancello del vostro giardino c'è una fila di spasimanti a 4 zampe.

Attenzione a processionaria, pulci e zecche

In primavera c'è un pericolo piuttosto serio per cani e gatti: la processionaria. Questa farfalla notturna è molto pericolosa per gli animali quando è nel suo stato di bruco. La sua pelle è infatti ricoperta da peli urticanti, che se entrano a contatto con le zone più delicate degli animali, come naso, bocca e zampe, possono dare fastidiose reazioni allergiche. Non c'è da sottovalutare i sintomi, come eruzioni cutanee, prurito, congiuntivite, infiammazione delle mucose di bocca e intestino con vomito e salivazione eccessiva.

State attenti quindi durante le passeggiate nei parchi e soprattutto nelle pinete. Altro problema, ma molto più gestibile grazie agli antiparassitari, sono zecche, pulci e zanzare. Non dimenticate che l'animale va protetto tutto l'anno, ma in particolare quando arriva la primavera.

Arriva il periodo della muta: cambiamo il pelo!

Una tappa che scandisce il cambio di stagione è la muta. Molti cani, ma non tutti, perdono il pelo due volte l'anno: in autunno e in primavera. Si noterà quindi un'abbondante perdita di pelo morto, a favore della nascita di nuova peluria. Questo è un processo naturale, che avviene spontaneamente in molte razze e non deve assolutamente preoccupare. Munitevi di spazzola e guanto ad hoc, per controllare la caduta e aiutare il ricambio del manto.