Parassiti dei cani: quali sono i più pericolosi e come prevenirli

Parassiti dei cani
Prevenzione dei parassiti dei cani. ©Pixabay

I parassiti dei cani sono davvero pericolosissimi per i nostri compagni pelosi. Esistono per fortuna dei modi per prevenirli, ecco quali!

- Annuncio Pubblicitario -

I parassiti dei cani sono un problema molto ricorrente, in particolare durante i periodi in cui le temperature sono più elevate o nelle zone in cui il clima è più caldo e umido. In questo articolo affrontiamo l’argomento chiarendo quali sono i più pericolosi e svelando la strategie migliori per prevenirli. 

Cos’è un parassita del cane?

Il termine parassita, nel suo senso biologico, designa un organismo animale o vegetale che sia, il cui metabolismo dipende dal ciclo vitale – o una sua parte – di un altro organismo. Nel caso dei parassiti del cane viene subito in mente la pulce o la zecca, che si nutrono del sangue dell’animale per sopravvivere e riprodursi.

Purtroppo però la categoria in questione non si limita ai parassiti esterni che attaccano la cute del cane, di cui, per quanto seccante, non è impossibile liberarsi, ma include anche quelli interni. Vediamo di seguito quali tipi di parassiti, esterni ed interni, possono attaccare Fido e come fare per liberarsene. 

Tipi di parassiti dei cani

I parassiti dei cani possono essere divisi in esterni (ectoparassiti) o interni (endoparassiti). I parassiti esterni sono quelli che attaccano la cute e il pelo di Fido, mentre i parassiti interni sono organismi che vivono a discapito dei suoi organi interni (vermi o protozoi). Di norma quelli interni risultano più pericolosi rispetto agli esterni, non solo perché possono attaccare gli organi vitali, ma soprattutto perché non sono riconoscibili ad occhio nudo. Mentre, infatti, pulci e zecche sono identificabili facilmente, i parassiti interni possono essere scoperti solo grazie a delle analisi specifiche che, nella maggior parte dei casi, vengono effettuate dopo che Fido manifesta i primi sintomi visibili (vermi nelle feci, inappetenza, perdita di peso, letargia, diarrea, vomito, tosse, disturbi respiratori, ecc.). 

Parassiti intestinali nel cane: cosa fare?

I parassiti intestinali colpiscono il cane molto frequentemente. I più noti sono i vermi tondi, tenie, cestodi o protozoi. Ognuno di questi parassiti può, se presente in maniera anomala nell’organismo di Fido, portare allo sviluppo di una malattia parassitaria. Come ovviare a questo problema causato da un piccolo insetto? Per prima cosa, naturalmente è necessario un consulto veterinario in cui lo specialista prescriverà il trattamento adatto a seconda dell’età dell’animale, dello stadio dell’infestazione e dello stile di vita di Fido. 

- Annuncio Pubblicitario -

In base alla diagnosi verrà indicata una cura specifica. È bene però ricordare che il trattamento potrebbe essere abbastanza lungo ed è necessario seguirlo alla lettera. Nella maggior parte dei casi si tenderà a prescrivere un vermifugo e degli integratori per rafforzare il sistema immunitario del cane. 

Attenzione: è possibile che il veterinario raccomandi per Fido una dieta diversa da quella messa in atto fino a quel momento. 

Aiuto! Il mio cane soffre di parassiti cutanei!

I parassiti cutanei sono quelli che attaccano la pelle e il pelo del nostro Fido. Si tratta di parassiti esterni che, nella maggior parte dei casi, si nutrono del sangue del cane come zecche, pulci, pidocchi, zanzare, pappataci e acari. Il problema di questi ectoparassiti è che in alcuni casi possono essere responsabili di malattie importanti come la leishmaniosi (veicolata da un pappatacio) e la filariosi cardiopolmonare, trasmessa dalla puntura di zanzara. Come eliminarli? 

Come eliminare i parassiti esterni dal cane

Per ovviare al problema dei parassiti esterni esistono in commercio un’infinità di prodotti antiparassitari (naturali o no) disponibili in diversi formati. Si tratta di tutta una gamma di shampoo, pipette, collari, capsule o spray da applicare o somministrare a Fido in caso di infestazione. Nella maggior parte dei casi è possibile utilizzare questi stessi prodotti per la prevenzione dei parassiti. 

Attenzione: ogni cane ha una sensibilità cutanea propria. Prima di applicare qualsiasi presidio chiedere consiglio al veterinario. 

- Annuncio Pubblicitario -

Parassiti dei cani pericolosi per l’uomo

Esistono, purtroppo, anche dei parassiti del cane che si possono trasmettere all’uomo ed avere conseguenze anche gravi. Alcune malattie umane infatti hanno come causa un parassita (esterno o interno) che può trasmettersi dal cane all’uomo. Si tratta della malattia di Lyme, patologia batterica veicolata dalla zecca, la rogna, malattia cutanea causata da un acaro, l’ascaridiasi, causata da un verme, la salmonellosi, la giardiasi, causata da un protozoo o la leishmaniosi, veicolata da un pappatacio. 

Come proteggere il cane dai parassiti?

Oltre alla somministrazione di presidi antiparassitari esistono anche dei piccoli gesti quotidiani che possono aiutare nella prevenzione dei parassiti interni ed esterni.
Per proteggere il cane la ESCCAP (European Scientific Counsel Companion Animal Parasites) consiglia delle semplici indicazioni come lasciare sempre a disposizione del quattro zampe una vaschetta di acqua ben fresca, evitare di nutrirlo con carne cruda, sverminare il cane adulto almeno 4 volte l’anno e mettere in atto delle terapie preventive se si vive in zone a rischio parassiti. 

Leggi anche: Pulci cane: come riconoscerle e a chi rivolgersi

Profondamente innamorata dei felini, trascorro il mio tempo a limitare i danni di due fratelli combinaguai dal manto tigrato che hanno sempre voglia di giocare: Enzo e Luisa. Se esiste una vita precedente, io probabilmente sono stata un gatto.