3 consigli su come rendere il pelo del gatto lucido e morbido

pelo del gatto
Il pelo del gatto morbido e lucente esprime la buona salute del micio: ecco come prendersi cura del manto. © Pixabay

La bellezza del mantello è uno dei tratti distintivi dei felini e una delle loro migliori qualità. Scopri i nostri consigli su come mantenere il pelo del gatto lucido e morbido – a prova di carezza!

- Annuncio Pubblicitario -

Che si tratti di un gatto arruffato, di gatti pelosi, di un gatto morbido o di un gatto spellato, la domanda è sempre la stessa: come rendere il pelo del gatto lucido e morbido? Insomma, come si fa ad avere un gatto bello e il cui pelo possa essere specchio dei suo benessere, fisico e mentale? La risposta a tale domanda non è univoca e contempla una serie di buone pratiche da mettere in atto a seconda non solo dell’età del felino ma anche delle sue abitudini di vita e della condizione del pelo stesso. Vediamo dunque assieme alcuni consigli utili per rendere bello il pelo del gatto.

Qualche informazione sul pelo del gatto

Iniziamo dalle basi: quanti peli ha un gatto? Tantissimi: se ne contano almeno 200 ogni millimetro quadrato. Per spiegare un numero così alto di peli nel gatto è bene rifarsi alla storia stessa del felino: molti di loro, infatti, provengono da zone in cui le temperature sono assai rigide. Sopravvivere è alla base dell’istinto, non solo animale ma anche umano, e allora qual è il mezzo più utile per coprirsi se non quello di un manto di pelo? Allo stesso modo, il pelo funge da regolatore termico per quei gatti che provengono, al contrario, da zone calde, come per esempio l’Egitto.

Tuttavia, tale numero diminuisce drasticamente nei periodi di muta: si tratta di due periodi dell’anno, uno a ridosso dell’inverno e l’altro appena prima dell’estate, nei quali il pelo del gatto viene meno. Il pelo in eccesso aumenta e quello che ricopre tutta la casa altro non è che pelo morto. Ma non c’è da temere: si tratta di un passaggio obbligato che non è sintomo di malessere e che, al contrario, renderà il pelo nuovo più bello e forte.

- Annuncio Pubblicitario -

1. Cura l’alimentazione per il benessere del pelo del gatto

Gattini a pelo lungo, gatto a pelo semilungo, gatto a pelo medio, gatto a pelo corto, gatti anallergici: non importa quanto il pelo sia folto, l’importante è avere ben chiaro quanto quest’ultimo sia un vero e proprio indicatore dello stato di salute del felino. Ecco perché è importante prendersene cura in diversi modi, a partire dall’alimentazione: tra i mangimi per gatti presenti in commercio sono tantissimi quelli che hanno già al loro interno sostanze che migliorano la qualità del manto felino. In linea di massima, possiamo dire che il cibo per gatti dovrebbe sempre contenere acidi grassi Omega 3 e Omega 6, proteine e alcune vitamine come la A, la B, la C, oltre che la biotina e lo zinco. Si tratta di una serie di nutrienti che prevengono le principali malattie del pelo, come l’alopecia dei gatti (nota anche come alopecia felina) e la presenza nei gatti di forfora sul pelo.

2. Assicurati di avere un gatto felice

Ma una corretta alimentazione non basta: anche la condizione psicologica di un gatto ha grande influenza sulla qualità del suo pelo. Esattamente come succede col capello umano, infatti, anche il manto felino risente delle condizioni di vita del singolo esemplare, dando sfogo a stati negativi proprio sul pelo. Se quest’ultimo è sfibrato, carente, poco lucido, o il gatto continua a perdere in grande quantità nonostante non sia periodo di muta, allora è importante approfondire l’argomento, magari in presenza di un veterinario.

3. Esegui la toelettatura del gatto

Un altro consiglio per rendere il pelo del gatto lucido e morbido è quello di sottoporlo a toelettatura costante: in questa attività è possibile utilizzare diversi utensili a seconda del risultato che si vuole raggiungere. Se il pelo gatto è appiccicato, per esempio, è bene lavare il manto e poi spazzolarlo con una spazzola per i peli del gatto, usando, a seguire, anche un pettine per gatti che districhi quello che la spazzola per gatto non era riuscita a dipanare.  

- Annuncio Pubblicitario -

Se il pelo del gatto, invece, è infeltrito, allora è buona cosa usare un guanto per peli di animale: un guanto di gomma è utile anche per lavare il pelo dell’animale, naturalmente a patto che il lavaggio avvenga usando prodotti adatti alla condizione del pelo.

Leggi anche: Il mio gatto perde il pelo, cosa devo fare?

Classe 1989, sono laureata in Scienze dei Beni Culturali e in Storia e Critica dell'Arte all'Università degli Studi di Milano. Dopo avere frequentato la Scuola di Giornalismo Walter Tobagi di Milano, sono diventata giornalista professionista. Amo viaggiare e scrivere di Street Art e Graffiti, per questo ho aperto un blog (https://anotherscratchinthewall.com/), un'associazione culturale (Grafite HB) e tengo Street Art Tour a Milano.