Quanto dormono i gatti? Tutto sul sonno del tuo micio

quanto dormono i gatti
Quanto dormono i gatti? È normale che dormono tante ore? Ecco spiegato il perché di alcuni loro comportamenti. © Pixabay

Quanto dormono i gatti? Tanto o poco? Perché proprio in determinati posti? Sfatiamo qualche mito e diamo delle risposte!

- Annuncio Pubblicitario -

La vita dei gatti, agli occhi degli umani, sembra una vera pacchia! Ma quanto dormono i gatti? Osservarli in pieno relax, arrotolati ora su una sedia, ora sul letto e ovunque per casa, suscita una certa invidia, magari potessimo farlo anche noi! Ci si domanda  se dietro questo tipico comportamento dei gatti, il micio sia annoiato, infelice o malato, e se ci si debba preoccupare. Ma dormono davvero o è solo una calma apparente?

Quanto dormono i gatti al giorno

Un gatto dorme 16 ore al giorno in media. Questa sua abitudine all’ozio, però, cambia a seconda delle fasi della vita e non è totalmente riposante. Un gatto che dorme, in realtà, nella maggior parte delle volte, ha un sonno leggerissimo e al minimo movimento scatta tornando vigile. Non manca, infatti, di osservare che mentre un gatto dorme, questo muova parti del suo corpo, come le vibrisse, le zampe e gli occhi, che apre e chiude, mostrando uno sguardo inespressivo e fisso nel vuoto. E che spesso, mentre dorme, il gatto emetta dei leggeri miagolii, come se, sognando, stesse ricordando qualche sua esperienza passata.

Quante ore dorme un gatto anziano e quanto dorme un gatto di 3 mesi? La differenza è sostanziale. Un gattino appena nato, fino ai tre mesi, dorme quasi 20 ore al giorno. E questo lo fa perché, durante il sonno, viene maggiormente prodotto l’ormone della crescita che consente al gattino di sviluppare parti del suo corpo e diventare forte e sano. Tra una poppata e l’altra o mentre mamma gatta li lecca e li pulisce, i gattini non mancheranno di stiracchiare le loro zampine e di provare i loro artigli, movimenti, questi, importantissimi per il loro sviluppo e per iniziare a prendere contatto con il mondo.

Dopo aver passato l’età adulta, tra il gioco, la caccia e l’accoppiamento (soprattutto se si tratta di gatti randagi), la media delle ore di sonno di un gatto si stabilizza a circa 16 ore e questa viene caratterizzata, come già detto in precedenza, da un tipo di sonno leggero e sempre vigile. Mentre, pochissime, in proporzione, sono le ore di sonno profondo in cui il gatto dorme realmente. Al contrario, a seconda dello stile di vita condotto, della sua razza e della sua salute, un gatto anziano torna a dormire quanto dormiva durante i suoi primi mesi di vita, con una media di 18 e 20 ore al giorno.

Perché i gatti dormono tanto?

L’amore dei gatti per l’ozio e il relax è motivato dalla loro natura da predatore, che tende a farli restare vigili e svegli durante le prime ore dell’alba e del tramonto, piuttosto che nelle ore centrali della giornata. Non è raro che il gatto svegli il suo padrone all’alba, cercando cibo o perché vuole giocare, e che dopo ore di sonno e inattività, resusciti da un lungo letargo a tarda sera, in preda ad una sorta di eccitazione e attività ludica frenetica (salta, corre per casa e fa disastri!).

- Annuncio Pubblicitario -

Questo suo comportamento può essere spiegato, in natura, con il fatto che il gatto (quando non era ancora addomesticato) sincronizzasse le sue attività di caccia con gli orari preferiti dalle prede per uscire dalle loro tane, solitamente alle fresche luci dell’alba e del tramonto. E dato che la fatica della caccia lo stanca tanto, deve dormire molte ore per potersi riprendere e ricominciare. Questa abitudine ciclica del sonno del gatto cambia a seconda delle stagioni ed è pur vero, che in inverno, i gatti dormono di più rispetto all’estate.

Nulla di strano, dunque, si tratta di un comportamento normale del gatto che bisogna rispettare onde evitare che nello svegliare il gatto mentre dorme, questo si spaventi e si svegli di soprassalto. Ed è necessario controllare quanto dorme un gatto, poiché quando un gatto mangia poco e dorme tanto è probabile che sia malato o che abbia la febbre.

Le fasi del sonno del gatto

Se ci si chiede quanto dormono i gatti, bisogna sapere che il loro sonno è regolato da onde cerebrali che variano a seconda delle diverse fasi del sonno. Durante la fase di dormiveglia, il gatto produce onde cerebrali irregolari e lunghe che durano circa 15-30 minuti.

Prima della fase reale di sonno, il gatto cambia posizione, stendendosi su un lato e rilassando completamente i muscoli. In questa posizione, le onde cerebrali prodotte dal suo cervello diventano più veloci e ripetute e il gatto cade in un sonno profondo per circa 5 minuti. Si susseguono, poi fasi di ritorno alle onde lente di dormiveglia, che riposano il gatto, fino al suo completo risveglio, dopo circa mezz’ora.

Perché il gatto dorme sopra il padrone?

Il gatto è capace di dormire ovunque anche in posti davvero bizzarri, come il bidet, sui vestiti appena puliti e stirati nell’armadio, nelle culle dei neonati, se vi è un bambino in casa, tra le coperte del letto, nei mobili e posti in alto. Ovunque decida di sentirsi protetto e al calduccio, lì è il luogo perfetto dove dormire. E il proprietario, anche se fiero del suo acquisto all’ultima moda della cuccia per gatti, non sa più che farsene e rimane deluso e sorpreso se, spesso, il gatto preferisce dormire su di lui, sulla sua pancia, o testa. Ma perché i gatti dormono sulle persone o comunque a loro stretto contatto?

- Annuncio Pubblicitario -

Tutto dipende dal rapporto instauratosi tra il gatto e l’umano e dalla propensione del gatto a scegliere posti caldi e confortevoli dove rilassarsi. Solitamente, il gatto sceglie di dormire addosso al padrone, e in modo particolare sul petto, per dimostrargli affetto e per ricercare protezione. Attraverso la sincronizzazione delle vibrazioni del cuore umano con il suo, il gatto ricorda mamma gatta e si sente coccolato e protetto, in pace.

In questa sua abitudine, però, il gatto, nel rispetto del suo proprietario, spesso decide di spostarsi dal petto ai piedi, per trovare sempre un giaciglio accogliente e al sicuro dai movimenti che il padrone potrebbe fare mentre dorme. Questo comportamento spiega come e perché i gatti dormono ai piedi del letto, specialmente di notte.

Se si crede che per quanto dormono i gatti, questi ozino solamente, abbiamo dimostrato come questo non sia proprio vero. L’anima felina del gatto lascia all’animale solo una minima parte del suo tempo da dedicare al riposo, mentre appisolato, di sottecchi controlla tutto quello che gli succede attorno. I gatti sono più abili di quanto si possa pensare!

Leggi anche: Come calmare un gatto iperattivo

Essere una gattara per me è un onore. Non so ormai più quanti gatti ho cresciuto e quanti ancora ne crescerò! Al momento ho Mimì e GouGou che mi rallegrano le giornate tra fusa e miagolii! Non potrei immaginarmi una vita senza un gatto! Il mio motto è: "diffida da chi non ama i gatti"!