Rosemary, la gattina coraggiosa che ha avuto una seconda opportunità

Abbandonata da cucciola, Rosemary è stata salvata dai volontari di un centro californiano che, però, presto si sono accorti della sua malattia. La storia strappalacrime.

Aveva solo poche ore quando è stato abbandonato in compagnia del suo fratellino. Fin da subito molto bisognosi di affetto e cure, i gattini Rosemary e Basil – così sono stati prontamente ribattezzati i micetti – sono stati affidati alle cure del gruppo Mini Cat Town di San Jose in California dove una mamma gatta “adottiva” si è presa cura di loro nei primi istanti della loro vita.

- Annuncio Pubblicitario -

Bijou Bee on her Bijou Tree

Un post condiviso da BijouBee (@tinycatbijoubee) in data:

La malattia di Rosemary

Peccato, però, che – come riporta LoveMeow.com – presto i volontari del centro si siano resi conto che la piccola Rosemary, affetta da un disturbo alla tiroide, non riusciva a crescere come i suoi coetanei e, a causa della malattia, rimaneva molto più piccola rispetto ai gattini della sua stessa età. Una patologia evidente che, però, la risoluta micetta – spiegano con orgoglio i volontari del centro – combatteva con un carattere quanto mai forte.

Morning! #catsofinstagram

- Annuncio Pubblicitario -

Un post condiviso da BijouBee (@tinycatbijoubee) in data:

La cura e la nuova vita

Un carattere forte al quale, poco dopo, i veterinari sono stati capaci di affiancare una cura ad hoc che supportasse il suo corpicino un po’ più debole permettendogli di crescere. Ma le sorprese, per questa micetta coraggiosa e intraprendente, non erano ancora finite. Durante un evento per favorire le adozioni organizzato dal centro che la ospitava, infatti, la gattina ha incontrato Martha e Chase. «Per noi – raccontano loro al magazine online – è stato amore a prima vista e, anche se non pensavamo di prendere un altro gatto, abbiamo subito deciso di farla venire a vivere con noi (ribattezzandola Bijou Bee) e, oggi, non potremmo immaginare di stare senza di lei». Una storia a lieto fine, insomma, per questa gatta coraggiosa.

Leggi anche: Due gattini speciali cercano casa e la loro storia ha commosso il web

Cresciuta tra i San Bernardo mi sono convertita - da ormai un lustro abbondante - alla (piacevolissima) compagnia di Clicquot, una Beagle dal carattere frizzante come lo champagne del quale porta il nome. Faccio la giornalista da sempre, occupandomi di tutto un po', ma il mio habitat naturale è il fashion e ho un PhD in Semiotica della Moda.