Ematuria del cane: cosa fare quando c’è sangue nelle urine del cane

sangue nelle urine del cane
Il sangue nelle urine del cane può indicare qualche patologia, non ignorarlo. © Pixabay

Il sangue nelle urine del cane non è mai un buon segno. Non c’è bisogno di saltare alla conclusione peggiore ma di agire con calma e fare i dovuti accertamenti. Ti guidiamo nell’iter da seguire in queste occasioni.

- Annuncio Pubblicitario -

Il sangue nelle urine del cane spesso è il segnale che qualcosa non va nell’organismo dell’animale. Essere preoccupati è normale, perché il sangue non è mai un buon segno, ma non c’è bisogno di allarmarsi eccessivamente, senza prima aver consultato il veterinario.

Ignorare il problema non è mai una buona idea, anche quando sembra avere una spiegazione semplice. Ipotizzare, infatti, non permette di scoprire se in realtà c’è qualche patologia che è bene conoscere e curare per tempo.

Sangue nelle urine del cane: quando preoccuparsi?

Quando c’è davvero da preoccuparsi in caso di sangue nelle urine del cane? La presenza di gocce rosse nell’urina può indicare la presenza di una malattia più o meno grave soprattutto se il cane è anziano. Consultare il veterinario tempestivamente in questo caso è importantissimo, per scongiurare conseguenze più gravi o affrontare il problema altrimenti sconosciuto.

Può dipendere da infiammazioni del tratto urinario, così come dall’infiammazione dei vasi sanguigni, dalla presenza di un’infezione, cistiti e, nei casi più gravi, da un tumore. Prima di correre, però a conclusioni affrettate, fate visitare il cane dal medico, in modo che dopo accurate analisi possa diagnosticare il reale problema che causa il sangue nelle urine del cane.

Sangue nelle urine del cane maschio

Tra le varie cause che provocano perdite di sangue nella pipì, nel caso di cane maschio il fenomeno può dipendere dall’ingrossamento della prostata, patologia benigna che compare dopo il quinto anno di età.

- Annuncio Pubblicitario -

Nel caso di iperplasia prostatica, però, la presenza di sangue delle feci deve essere accompagnata da una minzione frequente e difficoltosa, stitichezza e costipazione. Purtroppo l’ingrossamento benigno della prostata progredisce con l’età, non c’è da preoccuparsi troppo, ma solo imparare a conviverci, mettendo in pratica le eventuali indicazioni del veterinario.

Sangue nelle urine del cane femmina

Per quanto riguarda i cani femmina, invece, è molto frequente che il sanguinamento nelle urine sia dovuto a un’infezione della vescica e del tratto urinario, perché hanno ureteri più bassi, proprio per natura. Mai sottovalutare, quindi, il fenomeno e curare per tempo l’infezione.

In realtà, quando il cane ha le mestruazioni può accadere che nel periodo finale si presenti una piccola e passeggera cistite, che provoca una minzione più frequente e la presenza di qualche goccia di sangue sia dovuta semplicemente al ciclo. In questo caso non c’è da allarmarsi troppo, succede soprattutto quando la cagnolona comincia a non essere più giovanissima e di solito si risolve da solo nel giro di un paio di giorni.

Ematuria del cane

Il sangue nelle urine in termine medico viene chiamato ematuria, che può anche essere familiare e benigna. L’importante, però è che la perdita sia davvero micro e sporadica, quindi non un evento che si manifesta in maniera abbondante e in un determinato periodo di tempo o costantemente.

C’è da dire che l’ematuria benigna del cane è molto rara ed ha causa ignota. Viene diagnosticata per esclusione, quando attraverso analisi ed indagini approfondite tutte le altre cause e patologie che possono provocare perdita di sangue nelle urine non sono presenti.

- Annuncio Pubblicitario -

In questo caso non c’è da preoccuparsi, ma solo il veterinario potrà dirvi se effettivamente si può scongiurare ogni altra patologia correlata. Nel caso di ematuria benigna non si adottano particolari cure, se non la possibilità di accompagnare alla normale alimentazione degli integratori specifici per cani o, in alcuni casi molto rari, si può ricorrere ad un intervento chirurgico che possa risolvere il problema.

Quella dell’operazione, però, non è una pratica molto usata in realtà, proprio perché l’ematuria benigna sembra essere sine causa quindi difficile da curare, senza sapere da cosa dipenda. In ogni caso non date mai nulla per scontato e lasciate che sia sempre il veterinario ad avere l’ultima parola. Il fai da te non è mai una buona idea, soprattutto quando riguarda la salute e malattie che potenzialmente possono essere molto gravi. Improvvisarsi, quindi, dottori e fare diagnosi potrebbe rivelarsi molto pericoloso e fare danni.

Leggi anche: Cane incontinente? Ci sono i pannolini!

Appassionata di animali fin da bambina, ha scoperto cos'è il vero amore quando ha adottato la sua dolcissima shit-zu.