Terza palpebra del gatto: cos’è e come curarla

terza palpebra gatto
La terza palpebra del gatto quando visibile indica un disturbo. © Pixabay

La terza palpebra del gatto è una membrana nascosta all’interno dell’occhio, che quando diventa visibile indica che qualcosa non va. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

- Annuncio Pubblicitario -

Chi ha un felino in casa avrà sentito parlare della terza palpebra del gatto, una parte dell’occhio di cui si conosce l’esistenza ma che difficilmente è visibile, a meno che non si sia in presenza di un disturbo. Proprio perché invisibile e dal nome molto particolare, non si sa molto di questa membrana, di cui è meglio conoscere le cause e sapere tutto.

Cos’è la terza palpebra del gatto?

La terza palpebra del gatto è una membrana nascosta all’interno dei suoi occhi che fa parte del suo corpo e che è conosciuta come membrana nittitante, in termini medici. Non tutti i proprietari di gatti sanno dell’esistenza di questa particolare parte del corpo, perché è trasparente e non visibile, tranne in alcuni casi in cui il gatto dorme e se ne può notare una parte quando l’occhio è socchiuso e a meno che non si sia in presenza di una patologia, di cui il suo evidente prolasso sull’occhio ne è solo sintomo. Quando compare, infatti, è bene consultare il veterinario, che farà tutte le analisi del caso per capire la causa.

- Annuncio Pubblicitario -

Cause dell’evidente terza palpebra del gatto

La terza palpebra del gatto non è una malattia, ma è semplicemente una membrana esistente sotto l’occhio dell’animale. Il problema sta nel fatto che dovrebbe essere invisibile, quindi quando compare indica sicuramente la presenza di un malessere o una malattia da curare. Le cause possono essere molte, spesso si tratta di parassiti intestinali, la cosiddetta Sindrome di Haw, la presenza di un corpo estraneo, congiuntivite, disidratazione o qualcosa di più serio che interessa proprio l’occhio.

Quando preoccuparsi?

Come detto in precedenza la terza palpebra del gatto è una membrana tra la cornea e la membrana mucosa, quindi la sua presenza è assolutamente naturale nei gatti, ma invisibile. Non c’è da preoccuparsi quando si nota nell’animale che sta per addormentarsi e quindi può comparire questa sorta di patina nell’occhio, che rientra non appena il gatto si sveglia. C’è da allarmarsi, invece, quando la terza palpebra fa capolino anche da sveglio e non si ritrae. In questo caso è assolutamente necessaria la visita di un veterinario.

- Annuncio Pubblicitario -

Come curare la terza palpebra del gatto

Per curare il prolasso della terza palpebra del gatto bisogna prima capirne le cause. Per farlo occorrono delle analisi approfondite, da quelle del sangue a quelle delle urine e delle feci. Se sembra senza causa potrebbe essere un fatto genetico e quindi sicuramente sarà necessario un intervento chirurgico. Ogni causa, comunque, ha una diversa cura che solo il veterinario potrà stabilire e prescrivere a seconda del caso specifico.

Leggi anche: Come pulire gli occhi del gatto

Appassionata di animali fin da bambina, ha scoperto cos'è il vero amore quando ha adottato la sua dolcissima shit-zu.