Come aprire un negozio di toelettatura cani

toelettatura cani
Come aprire un salone di toelettatura cani? Scopriamolo insieme! ©Pixabay

Se sei diventato toelettatore, non ti resta che aprire un tuo negozio speciale per iniziare a mettere in pratica tutto quello che hai imparato sulla toelettatura cani: ecco come fare!

- Annuncio Pubblicitario -

La toelettatura cani è la tua passione? Trasformare questa opportunità in un’attività lavorativa può essere proficuo e costituire un salto di qualità per la propria carriera. Ma da dove iniziare? Aver frequentato un corso per toelettatura riconosciuto e avere l’autorizzazione a svolgere la professione di toelettatore è indispensabile. E anche l’esperienza, ad esempio come dipendente, è necessaria. Ecco come iniziare per avere il proprio negozio di toelettatura di successo.

Come aprire un salone di toelettatura per cani? Permessi e documentazione

Per aprire un salone di toelettatura per cani ci si deve rivolgere all’Azienda Sanitaria Locale per l’ottenimento del nullaosta igienico sanitario. Questo perché l’attività che si vuole aprire ha a che fare con l’igiene e la cura degli animali. Aperta l’attività, infatti, l’ASL non mancherà di effettuare tutti i controlli del caso per garantire che tutte le richieste siano state rispettate. In poche parole, il locale scelto deve essere adibito ad uso commerciale (o artigianale) e devono essere presenti tutte le disposizioni igieniche che in linea generale (salvo richieste di zona specifiche) che includono:

  • Vasche e pareti che è possibile lavare;
  • Raccordi di scolo rialzati tra parete e pavimento;
  • Scarico di scolo per l’acqua sporca;
  • Aspiratore per eliminare gli odori che si formano soprattutto nelle fasi di lavaggio e asciugatura del pelo del cane;
  • Sala d’attesa separata dalla zona operativa;
  • SCIA dei locali dove si svolge l’attività, che include anche i certificati di sicurezza degli impianti.

A livello fiscale, al nuovo imprenditore, sarà richiesto di aprire una partita IVA e di registrare l’attività all’apposito registro commerciale di appartenenza. Un commercialista sarà di supporto per questa fase.

Dopo la scelta e la ristrutturazione dei locali e l’ottenimento dei permessi, il toelettatore, da buon manager, deve dedicare all’acquisto delle attrezzature dedicate, come vasche, rasoi, pettini, asciugatori e soffiatori, prodotti per l’igiene e antiparassitari, un tosatore per cani e quanto altro possa servire.

- Annuncio Pubblicitario -

Come ogni attività imprenditoriale che si decide di aprire, anche quella della toelettatura richiede impegno e la giusta dose di pazienza. Conoscere le normative e regolamentazioni per ottenere i permessi, non è, infatti, facile e scontato.

Quanto costa aprire un negozio di toelettatura cani?

L’investimento iniziale che permette di aprire un’attività di toelettatura varia a seconda delle scelte di approvvigionamento dei materiali utilizzati per la messa in opera dei locali, dell’acquisto di elementi di design e attrezzature, e delle spese riguardanti i permessi. Se il locale scelto per aprire la toelettatura è in affitto, bisognerà fare i conti anche delle spese mensili di canone e di mantenimento dell’interna struttura (pulizia, sostituzione o riparazione attrezzature, acquisto prodotti, eccetera).

Se non ci si sente pronti ad affrontare tutto questo da soli è possibile scegliere di aprire una toelettatura in franchising. Questa opzione ha come vantaggio principale quello di avere già a disposizione tutto l’arredamento toelettatura cani necessario e di essere affiancati da chi ha esperienza nel campo. Così, se non si sa da dove iniziare e non si hanno le giuste basi imprenditoriali o la giusta grinta, l’aprire un salone per cani risulterà meno faticoso, anche se, a seconda dello statuto di franchising a cui ci si rivolge, si potrebbero non avere molti margini di manovra in termini di personalizzazione del negozio e acquisto prodotti.

Il business della toelettatura

Da buon imprenditore, il toelettatore deve impostare una strategia di business che gli consenta di affrontare al meglio la concorrenza. Uno stile ricercato dell’arredo dei locali e l’affiancamento di servizi complementari come la toelettatura per cani self service o la toelettatura per gatti o anche l’apertura un ambiente dedicato all’acquisto di cibo, accessori e giochi per amici a quattro zampe possono rappresentare degli spunti che possono fare la differenza e attirare sempre più clienti, aumentando la media dei guadagni della toelettatura per cani.

- Annuncio Pubblicitario -

Chi decide di dare una svolta alla propria vita dovrà farsi carico di tanta responsabilità in termini logistici e professionali, atti a mantenere alta la sua reputazione a fare in modo che l’attività vada avanti nel miglior modo possibile. In tanti si rivolgono alla toelettatura perché amano i propri animali e vogliono per loro il meglio: sapere esattamente come andare incontro ad una clientela esigente (ma pagante) è una tecnica che può essere affinata esclusivamente con il tempo e l’esperienza, ma il coraggio di provarci è già un passo verso il successo.

Leggi anche: Toelettatura per cani: come diventare toelettatore in 3 passi

Essere una gattara per me è un onore. Non so ormai più quanti gatti ho cresciuto e quanti ancora ne crescerò! Al momento ho Mimì e GouGou che mi rallegrano le giornate tra fusa e miagolii! Non potrei immaginarmi una vita senza un gatto! Il mio motto è: "diffida da chi non ama i gatti"!