Hai un mostriciattolo ? Leggi qui🐶😺

Alpine Dachsbracke

Altri nomi: Bassetto delle Alpi dell’Erzebirge

Alpine Dachsbracke
Alpine Dachsbracke adulto

Il Bassetto delle Alpi dell'Erzebrirge è un cane da caccia polivalente utilizzato per seguire le tracce della grande selvaggina ferita (come i cervi e i cinghiali), ma anche per l’inseguimento di cacciagione più piccola (come le lepri e le volpi). È, inoltre, impiegato per il riporto della selvaggina da piuma. Compagno prezioso sul lavoro, è anche un ottimo cane da compagnia per tutta la famiglia.

Informazioni principali sulla razza Alpenlaendische Dachsbracke

Speranza di vita media :

6

18

11

13

Carattere :

Giocherellone Cacciatore

Taglia :

Origine e storia dell’Alpenlaendische Dachsbracke

Tra il 1881 e il 1885 il principe ereditario Rodolfo d’Asburgo permise ai suoi cacciatori di portare dei cani di tipo Dachsbracke nelle battute di caccia in Turchia e in Egitto ma la razza fu riconosciuta dalla Federazione Cinofila austriaca solo molto più tardi, nel 1932, quando questo cane fu battezzato Bassetto delle Alpi dell’Erzebirge. Nel 1975 il nome fu modificato in quello attuale e la FCI dichiarò l’Austria il paese d’origine della razza. Nel 1991 la razza entrò nel gruppo 6 degli standard FCI.

Standard della razza secondo la FCI

Gruppo FCI

Gruppo 6 - Segugi e cani per pista di sangue

Sezione

Sezione 2: Segugi e cani per pista di sangue

Caratteristiche fisiche dell’Alpenlaendische Dachsbracke

    Dimensioni dell’Alpenlaendische Dachsbracke adulto

    Femmina : Tra 36 e 37 cm

    Maschio : Tra 37 e 38 cm

    Peso

    Femmina : Tra 15 e 18 kg

    Maschio : Tra 15 e 18 kg

    Colore del pelo

    Nero
    Rosso
    Marrone

    Tipo di pelo

    Corto

    Colore degli occhi

    Castani

    Descrizione

    Cane robusto dall’ossatura ben sviluppata ha il cranio leggermente convesso, il muso forte con il tartufo nero e una dentizione forte e completa che si può chiudere a forbice o a tenaglia. Le orecchie, alte, sono cascanti larghe e piatte ben arrotondate in punta e di lunghezza media. Il tronco è solido, muscoloso e allungato mentre le zampe, forti e dritte, appaiono piuttosto corte rispetto alle dimensioni del corpo. La coda, attaccata alta, è larga alla radice e nella parte inferiore presenta un pelo più lungo.

    Bene a sapersi

    Molto comune in Austria, è ben poco diffuso fuori dai confini del suo paese d’origine con l’eccezione dell’Italia dove si trovano alcuni esemplari.

    Carattere dell’Alpenlaendische Dachsbracke

    • 66%

      Affettuoso

      Ottimo cane per tutta la famiglia, si adatta facilmente ai ritmi quotidiani della casa.

    • 100%

      Giocherellone

      Infaticabile, può giocare per ore specialmente con i bambini dei quali apprezza particolarmente la compagnia.

    • 33%

      Tranquillo

      Sempre attento ha bisogno di tenersi sempre occupato.

    • 66%

      Intelligente

      La sua polivalenza sul lavoro e la sua capacità di adattamento sono dimostrazioni della sua intelligenza, è un cane sul quale si può contare.

    • 100%

      Cacciatore

      Utilizzato per la caccia alla lepre e alla volpe ma, malgrado la taglia contenuta, è ottimo anche per la caccia ai cinghiali e ai cervi. È un cane da sangue, segue la pista degli animali seguiti.

    • 66%

      Pauroso/sospettoso con gli estranei

      Coraggioso non ha paure particolari anche se talvolta può mostrarsi distante e sospettoso di fronte agli estranei.

    • 33%

      Indipendente

      Il Bassetto delle Alpi dell’Erzebirge ha bisogno di essere guidato con attenzione per poter esprimere tutto il suo potenziale.

      Comportamento dell’Alpenlaendische Dachsbracke

      • 33%

        Adatto a stare solo

        L’Alpenlaendische Dachsbracke cucciolo deve essere addestrato, positivamente e progressivamente, alla solitudine: non deve mai essere escluso dal suo gruppo sociale perché il suo equilibrio emotivo potrebbe soffrirne.

      • 66%

        Facile da addestrare/ubbidiente

        Si tratta di una cane ostinato che necessita di un’educazione ferma, precoce e assidua per poter diventare un buon compagno di vita.

      • 100%

        Quanto abbaia?

        Grande abbaiatore, non esita a usare la sua voce potente quando segue una pista o quando avverte un pericolo.

      • 100%

        Attitudine a scappare

        Il suo istinto a seguire le piste può portarlo a scappare: attenzione a mettere bene in sicurezza lo spazio nel quale vive.

      • 66%