News :
wamiz-v3_1

Ragdoll

Ragdoll
Ragdoll adulto © Shutterstock
Ragdoll
Ragdoll cucciolo © Shutterstock
Cucciolo
dna

Informazioni principali

  • Speranza di vita media : Tra 12 e 15 anni
  • Carattere : Affettuoso, Tranquillo
  • Tipo di pelo : Lungo
  • Prezzo : Tra 450€ e 800€

Caratteristiche fisiche del Ragdoll

Taglia adulta del Ragdoll

Femmina Tra 30 e 35 cm
Maschio Tra 33 e 38 cm

Il Ragdoll raggiunge le dimensioni di gatto adulto relativamente tardi, soltanto verso i 3 o 4 anni d’età.

Peso del Ragdoll

Femmina Tra 4 e 6 kg
Maschio Tra 5 e 9 kg

Colore del pelo

Oltre ai tradizionali colori di base (che sono il foca, il blu, il cioccolato e il lilla), ad oggi per il mantello dei gatti appartenenti a questa razza sono ammesse, dagli standard ufficiali, tutte le colorazioni. Solo il color ambra non è tollerato dalle linee guida della razza.

Motivo del pelo

Il motivo del mantello del Ragdoll è colourpoint, vale a dire che presenta la tipica colorazione a motivo siamese.
 
Gli esemplari che fanno parte di questa tazza possono presentare quattro diversi motivi del mantello ma tutti accomunati dalla tipica base colourpoint. I quattro motivi sono:

  • Motivo colourpoint: le orecchie, la maschera, i piedi e la coda del gatto sono più scuri rispetto al corpo che, da parte sua, presenta il colore base del mantello ed è omogeneo.
  • Motivo mitted: riprende le caratteristiche del motivo precedente con, in più, la presenza del colore bianco sulla fronte, sul mento, sulla parte posteriore, su una parte del ventre, sui guantini delle zampe anteriori e sugli stivaletti delle zampe posteriori.
  • Motivo bicolore: si tratta di un tipico motivo colourpoint con in più la presenza di una colorazione bianca – a macchie - anche sulla mascherina (a forma di V rovesciata) del muso, sulla collaretta, sul ventre e sulle zampe. Le orecchie e la coda, invece, sono scuri e il corpo deve essere chiaro col dorso in una colorazione leggermente più intensa.
  • Motivo van: il motivo colourpoint è limitato alle orecchie, alla parte superiore del corpo e alla coda. Il resto del corpo e le zampe sono invece bianche.

Lunghezza pelo

Il pelo di questo gatto dolcissimo ed estremamente elegante è di media lunghezza.

Colore degli occhi

La sola colorazione accettata dagli standard della razza Ragdoll per gli occhi è il blu che può essere più o meno intenso di modo da accordarsi cromaticamente alla tonalità del mantello.

Descrizione

Il Ragdoll è un gatto di taglia grande dal corpo robusto, lungo e forte con un’ossatura altrettanto massiccia e zampe muscolose di lunghezza media. La silhouette di questo micio imponente si conclude con una coda lunga e ben fornita che viene, normalmente, portata in alto e bella dritta come se fosse un pennacchio. La sua testa forma poi un triangolo equilatero con contorni arrotondati e un zona cava all’altezza del naso (detto profilo “a scivolo”). Il muso e il mento - da parte loro - sono ben sviluppati, le orecchie – di taglia media – sono larghe alla base e arrotondate alle estremità. Gli occhi, grandi e ovali, sono invece leggermente inclinati verso la base esterna dell’orecchio.

Carattere del Ragdoll

Fa le moine

yellow-paw yellow-paw yellow-paw

Si tratta di un gatto davvero molto affettuoso che adora passare molto tempo accoccolato placidamente sulle gambe dei suoi padroni lasciandosi coccolare placidamente.

Giocherellone

yellow-paw grey-paw grey-paw

Piuttosto pigro, preferisce aspettare che il giocattolino arrivi da lui “autonomamente” piuttosto che stancarsi correndogli dietro per raggiungerlo.

Tranquillo

yellow-paw yellow-paw yellow-paw

Di temperamento dolce e calmo non è un gatto turbolento ma, al contrario, è noto (e spesso apprezzato) proprio per la sua estrema tranquillità.

Intelligente

yellow-paw yellow-paw grey-paw

La sua intelligenza si dimostra con la sua grande capacità di adattarsi facilmente e velocemente a situazioni anche molto diverse tra loro e, in generale, a cambiamenti di ogni genere.

Pauroso/sospettoso con gli estranei

yellow-paw yellow-paw grey-paw

Molto socievole e di piacevole compagnia nel quotidiano, resta comunque un gatto e quindi - come tutti i felini - necessita di tempo per entrare davvero in contatto e in sintonia con le persone nuove che incontra.

Indipendente

yellow-paw yellow-paw grey-paw

Il Ragdoll è un micetto mediamente indipendente perché, data l’adattabilità che contraddistingue gli esemplari di questa razza, è capace di apprezzare allo stesso modo i momenti di solitudine e il tempo che trascorre in compagnia dei suoi padroni.

Comportamento del Ragdoll

Loquace

yellow-paw grey-paw grey-paw

In generale il Ragdoll è ben poco loquace: preferisce comunicare con gli umani utilizzando il linguaggio del corpo. E riesce comunque a farsi comprendere molto bene!

Bisogno di esercizio

yellow-paw grey-paw grey-paw

Il suo sport preferito in assoluto è la siesta e, istintivamente, non è tanto incline all’attività fisica.

Tendenza a scappare

yellow-paw grey-paw grey-paw

A parte qualche fuga sul divano questo gatto non andrà tanto lontano perché è piuttosto un tipo casalingo e ben poco avventuroso.

Goloso/ghiottone

yellow-paw grey-paw grey-paw

Non è un grande mangione, è solo un grande gatto.

Compatibilità

Convivenza con i gatti

yellow-paw yellow-paw grey-paw

Piuttosto socievole, s’intende generalmente abbastanza bene con i suoi simili a patto, però, che questi altri gatti non siano troppo turbolenti o esageratamente (per i suoi gusti) attivi.

Convivenza con i cani

yellow-paw yellow-paw grey-paw

Perché possa convivere con un cane sarà indispensabile che i due siano cresciuti insieme e che l’educazione alla socializzazione inter-razza sia stata condotta in maniera ottimale fin dai primi mesi della sua vita. La sua innata nonchalance, infatti, non lo rende un buon candidato alla condivisione della quotidianità con un cane.

Adatto ai bambini

yellow-paw yellow-paw grey-paw

Di temperamento calmo e posato, se si desidera renderlo un compagno di giochi per i piccoli di casa bisognerà fare attenzione a scegliere (nei limiti della razza) il micetto più attivo della cucciolata. Malgrado tutto, comunque, non sarà il compagno di giochi ideale ma compenserà questa “carenza” con la sua estrema dolcezza.

I Ragdoll e le persone anziane

yellow-paw yellow-paw yellow-paw

Il suo carattere tranquillo lo rende adattissimo alla convivenza con un padrone calmo e sedentario.

Prezzo del Ragdoll

Il costo di un Ragdoll varia a seconda del pedigree, dell’età e del sesso, ma generalmente oscilla tra i 1000 e i 1200 euro. Per garantirgli una dieta corretta (a base di alimenti di alta qualità) e per mantenerlo in buona salute (con controlli veterinari periodici e cure qualora queste fossero necessarie) si deve considerare mediamente un budget mensile di circa 40 euro.

Toelettatura e cura del Ragdoll

La sua pelliccia, composta da peli superficiali di media lunghezza e dal sottopelo non troppo abbondante, ha il vantaggio di non essere particolarmente soggetta a nodi e quindi una semplice spazzolata settimanale sarà sufficiente per mantenere il mantello bello e morbido.

Perdita di pelo

Se viene spazzolato con regolarità (mediamente una volta alla settimana) perderà poco pelo perché il suo sottopelo non è particolarmente abbondante.

Alimentazione del Ragdoll

La dieta corretta per un Ragdoll dovrà essere a base di alimenti di buona qualità e dovrà adattarsi al suo metabolismo, al suo stile di vita e all'età.

Salute del Ragdoll

Speranza di vita media

L’aspettativa di vita media per gli esemplari di questa razza è, generalmente, tra i 12 e i 15 anni.

Costituzione

yellow-paw yellow-paw grey-paw

Di costituzione relativamente robusta, si adatta piuttosto bene a qualsiasi clima.

Tendenza ad ingrassare

yellow-paw yellow-paw grey-paw

Visto che questo gatto è, generalmente, ben poco attivo è d’obbligo sorvegliare attentamente la quantità di cibo che ingerisce giornalmente perché – muovendosi molto poco – ha la tendenza ad ingrassare.

Malattie frequenti

Tra le malattie frequenti tra i Ragdoll ci sono la cardiomiopatia ipertrofica e il rene policistico che, però, è una patologia che – pur essendo abbastanza comune - si presenta più raramente tra gli esemplari di questa razza rispetto alla prima. Entrambe queste malattie possono essere facilmente individuate tramite dei test genetici ad hoc.

  • Cardiomiopatia ipertrofica: malattia che tocca sia i gatti senza pedigree che gli esemplari appartenenti a diverse razze feline e che, alla fine, provoca un’insufficienza cardiaca.
  • Rene policistico: malattia che provoca l’invasione dei reni da parte di cisti piene di liquido e che, nello stadio finale, porta a un'insufficienza renale incurabile.

Riproduzione

Perché i cuccioli rientrino negli standard ufficiali della razza è accettata solo ed esclusivamente la riproduzione tra esemplari della medesima razza quindi tra un maschio e una femmina Ragdoll. A proposito della cucciolata, poi, è bene ricordare che, come per tutte le altre razze dal mantello a motivo colourpoint, i cuccioli nascono completamente bianchi e sviluppano solo in seguito la particolare colorazione che li contraddistingue con zone di pelo più scure e altre porzioni di mantello più chiare.

Bene a sapersi

ra le ipotesi avanzate per spiegare la caratteristica da “bambola di stoffa” dei Ragdoll (che si rilassano completamente quando vengono trasportati dai padroni ricordando, per la consistenza, appunto i giocattoli morbidi e inanimati) è che questo derivi da un comportamento tipico dei cuccioli di gatto che, quando vengono trasportati per la collottola dalla mamma micia, si abbandonano completamente. Questo comportamento, normalmente, scompare con gli anni ma – stando a chi sostiene questa ipotesi – non in questa razza che lo conserva anche nella maturità.

Origine e storia del Ragdoll

Di origine americana,questa razza è stata creato nel 1963 da Ann Baker, allevatrice di gatti Persiani neri. All’interno del suo allevamento ha realizzato l’incrocio tra un gatto maschio con macchie dal mantello seal point e una gattina, appartenente alla razza degli Angora turchi, bianca a pelo lungo e dagli occhi di un'intensa tonalità di blu. A causa del temperamento particolarmente docile che ha riscontrato tra i discendenti di questo incrocio, Ann Baker ha deciso di chiamare la razza “Ragdoll”, letteralmente “bambola di stoffa” in inglese. La razza è stata ufficialmente accettata come tale dalla TICA (The International Cat Association) nel 1979.

Nomi per un Ragdoll

Tra i nomi per un Ragdoll maschio citiamo Alfredo e Fonzy. Per un Ragdoll femmina Sissi o Carmen.