Hai un mostriciattolo ? Leggi qui🐶😺

Mastino Napoletano

Altri nomi: Mastino di Napoli

Mastino Napoletano
Mastino Napoletano adulto © Shutterstock

Equilibrato, dolce e mai inutilmente aggressivo, il Mastino Napoletano è principalmente un cane da guardia, ma anche da esposizione e da compagnia ed è adatto ai bambini. Tra tutti i molossi da guardia è quello con il carattere più calmo.

Informazioni principali sulla razza Mastino Napoletano

Speranza di vita media :

3

15

8

10

Carattere :

Tranquillo

Taglia :

Origine e storia del Mastino Napoletano

Discendente del Mastino Tibetano è presente nel sud Italia fin dal 2000 a.C. All’epoca della Seconda Guerra Mondiale rischiò di estinguersi ma fu salvato dallo scrittore Piero Scanziani che creò un importante allevamento. La FCI ha riconosciuto ufficialmente la razza nel 1956.

Caratteristiche fisiche del Mastino Napoletano

    Dimensioni del Mastino Napoletano adulto

    Femmina : Tra 60 e 68 cm

    Maschio : Tra 65 e 75 cm

    Peso

    Femmina : Tra 50 e 60 kg

    Maschio : Tra 60 e 70 kg

    Colore del pelo

    Nero
    Blu
    Rosso

    Tipo di pelo

    Raso
    Duro

    Colore degli occhi

    Castani

    Descrizione

    Molossoide di grande taglia, a pelo raso, è caratterizzato dalle rughe sul muso. La testa è corta ed enorme con un tartufo voluminoso e labbra abbondanti e pendenti, gli occhi sono esterni con l’apertura delle palpebre rotonda (anche se la pelle abbondante sulle sopracciglia la fa sembrare ovale), le orecchie – triangolari - sono piccole in rapporto alle dimensioni, mentre il corpo nel suo insieme è più lungo che alto.

    Bene a sapersi

    Una dritta per i neofiti: il Mastino Napoletano sbava molto ed emette spesso flatulenze!

    Carattere del Mastino Napoletano

    • 66%

      Affettuoso

      Molto affettuoso con la famiglia, talvolta un po’ appiccicoso.

    • 66%

      Giocherellone

      Poco resistente, apprezza il gioco purché breve. Da cucciolo è più dinamico.

    • 100%

      Tranquillo

      Molto tranquillo, può dormire a lungo ma resta sempre vigile e si attiva immediatamente se avverte un pericolo.

    • 66%

      Intelligente

      La sua intelligenza è evidente per la sua capacità di analisi delle situazioni: capisce in un attimo l’eventuale pericolo e agisce di conseguenza senza essere mai aggressivo inutilmente.

    • 33%

      Cacciatore

      Ben poco cacciatore, anche se può inseguire piccole prede nel suo giardino, quando “caccia” gli intrusi non vuole necessariamente prenderli ma, solitamente, solo metterli in fuga.

    • 100%

      Pauroso/sospettoso con gli estranei

      Leale con la famiglia è sospettoso con gli estranei: se non si sente minacciato non è comunque aggressivo, in caso contrario può essere mordace.

    • 66%

      Indipendente

      Può apparire indipendente, ma ha bisogno di contatto umano per star bene: essendo molto protettivo è estremamente attaccato alla famiglia.

      Comportamento del Mastino Napoletano

      • 33%

        Adatto a stare solo

        Malgrado l’aria da duro è sensibile e ha bisogno della compagnia della famiglia. Sconsigliabile lasciarlo sempre all’esterno o farlo vivere alla catena.

      • 66%

        Facile da addestrare/ubbidiente

        Essendo un po’ testone non è adatto ai neofiti. Talvolta capriccioso, infatti, il Mastino di Napoli ha bisogno di essere inquadrato fin dal suo arrivo da cucciolo e bisognerà concentrarsi sull’educazione al guinzaglio e su una socializzazione positiva e precoce con i simili. Bandita ogni brutalità che potrebbe compromettere il rapporto di fiducia e rispetto con il padrone.

      • 33%

        Quanto abbaia?

        Ha una voce profonda ma non la usa eccessivamente. Per dissuadere i malintenzionati basta la stazza.

      • 33%

        Attitudine a scappare

        Anche senza recinzioni, resta nel suo territorio per fare la guardia.

      • 100%