Migliora la vita dei pet cliccando qui!

Thai

Altri nomi: Traditional Siamese, Wichien-maat

Thai
Thai adulto © Shutterstock

Il gatto Thai è, come indica il suo nome, originario della Thailandia. Considerato l’antenato dell’attuale gatto Siamese - e chiamato, per questo, anche Traditional Siamese - ha la testa triangolare, il corpo di colore chiaro con estremità più scure. D’indole piuttosto chiacchierona è sensibile e molto attaccato ai suoi padroni e può mostrarsi piuttosto insistente nella sua richiesta di attenzioni. Intelligente e docile, è necessario saperlo educare per non finire in sua (completa) balia.

Informazioni principali

Speranza di vita media :

7

25

12

20

Carattere :

Affettuoso Giocherellone Intelligente

Tipo di pelo :

Nudo Corto Lungo

Origine e storia del Thai

La più antica leggenda sul Thai racconta che questo gatto nacque sull’Arca di Noè, dall'unione di una scimmia e un leone. Era caratterizzato dal coraggio del papà e l'agilità della mamma. 

Si racconta anche che questi gatti fossero utilizzati per la guardia ai tesori regali e che, il loro strabismo ( un difetto che causa l’esclusione dai concorsi di bellezza felina), sia stato causato proprio dall’abitudine di osservare a lungo i preziosi.

Nel 1871 il Re del Siam regalò una coppia di gatti Thai all’ambasciatore inglese e questi li portò in patria rendendo possibile la prima apparizione di questa razza in Europa. La selezione della specie ha successivamente dato origine ai gatti Siamesi, fisicamente più sottili rispetto ai loro “antenati”.

Caratteristiche fisiche del Thai

    Taglia adulta del Thai

    Femmina : Tra 30 e 35 cm

    Maschio : Tra 30 e 35 cm

    Il Traditional Siamese raggiunge le sue dimensioni di adulto verso l’anno di età.

    Peso del Thai

    Femmina : Circa 3 kg

    Maschio : Tra 4 e 5 kg

    Colore del pelo

    Marrone
    Blu

    Tipo di pelo

    Corto

    Colore degli occhi

    Blu

    Descrizione

    Il Thai è un gatto di taglia media considerato come l’antenato del gatto Siamese malgrado, rispetto al suo “discendente” sia piuttosto tarchiato e, generalmente, più tondeggiante. La sua testa è triangolare con occhi il più blu possibile, orecchie larghe alla base e arrotondate sulle estremità. I peli di colore più scuro possono formare una mascherina sul muso.

    Bene a sapersi

    Il nome Wichien-maat in thailandese significa “Diamante d’oro” (da cui si nota l'importanza attribuita a questa razza). Nel suo paese d’origine si crede che i morti “d’alto rango” scelgano il corpo di un gatto per la loro reincarnazione. In Thailandia questi esemplari sono molto comuni nei templi, dove vengono trattati con estremo rispetto.

    Carattere del Thai

    • 100%

      Fa le moine

      Molto attaccato al padrone è coccolosissimo e, talvolta, un po’ appiccicoso.

    • 100%

      Giocherellone

      Molto attivo, il Traditional Siamese ha davvero bisogno di sfogare le sue energie e, quando è solo, non esita a trovarsi da solo qualcosa con cui giocare, ma ovviamente sarà più felice di condividere i giochi con i suoi padroni. Sa riportare gli oggetti proprio come un cane.

    • 33%

      Tranquillo

      Noto per la sua energia e vitalità non si può certo dire che il Thai sia un micio tranquillo.

    • 100%

      Intelligente

      Sia intelligente che docile, il suo grande attaccamento al padrone lo rende estremamente recettivo rispetto agli insegnamenti che gli vengono impartiti.

    • 33%

      Pauroso/sospettoso con gli estranei

      Desidera talmente ricevere attenzioni che non ha paura di nulla ed è tutt’altro che diffidente con gli sconosciuti.

    • 33%

      Indipendente

      Il Traditional Siamese necessita di compagnia ed è consigliabile adottare un esemplare di questa razza solo se si è certi di potergli dedicare molte attenzioni rendendolo partecipe delle attività quotidiane. Quando resta a lungo solo, infatti, soffre molto e può sviluppare disturbi comportamentali smettendo di mangiare o pulendosi in maniera eccessiva.

      Comportamento del Thai

      • 100%

        Loquace

        È un gran chiacchierone ed emette delle specie di vocalizzi, particolarità che lo rende – per alcuni – decisamente troppo rumoroso.

      • 100%

        Bisogno di esercizio

        Molto attivo ha bisogno di vivere in uno spazio (interno ed esterno) capace di offrirgli vari passatempi e dove poter correre, giocare e saltare.

      • 33%

        Tendenza a scappare

        Molto legato alla famiglia, il Traditional Siamese è noto anche per la sua capacità di apprendere rapidamente a camminare al guinzaglio. Malgrado questo, comunque, se ha libero accesso all’esterno è indispensabile rimanere vigili.

      • 33%

        Goloso/ghiottone

        Non particolarmente goloso, necessita di una dieta equilibrata. Iper-sensibile, quando resta solo troppo a lungo può rifiutare il cibo e per questo è indispensabile prevenire questa problematica assicurandogli compagnia anche quando i suoi padroni si assentano per il fine settimana o per le vacanze: un semplice passaggio per riempire la sua ciotola non sarà affatto sufficiente.

        Non sai quale scegliere? Ti piacciono tutte? Wamiz ti aiuta a trovare le razze di gatti che ti corrispondono!

        Fai il test

        Compatibilità

        • 66%

          Convivenza con i gatti

          La convivenza con altri gatti potrà trascorrere serenamente, ma solo a patto che il padrone gli dedichi del tempo esclusivo per giochi e coccole.

        • 66%

          Convivenza con i cani

          S’intenderà bene con tutti gli altri animali a patto, però, di rimanere sempre al centro dell’attenzione del padrone.

        • 66%

          Adatto ai bambini

          La grande vitalità lo rende adatto a condividere i giochi con i bambini di casa trovando, così, l’occasione per sfogare la sua energia. I piccoli, da parte loro, dovranno imparare a rispettarlo.

        • 66%

          Il Thai e le persone anziane

          Il Wichien-maat, come viene chiamato nel suo paese d’origine, apprezzerà un padrone calmo a patto che questi sia disponibile a giocare con lui. È bene comunque considerare che questa razza non è particolarmente indicata per le persone molto tranquille.

          Prezzo del Thai

          Il prezzo di un Thai varia a seconda del pedigree, dell’età e del sesso ma generalmente oscilla tra gli 800 e i 1000 euro. Il budget mensile per cibo e cure di routine è di 30 euro.

          Toelettatura e cura del Thai

          Il suo pelo corto è semplice da curare: le abbondanti carezze delle quali necessita, infatti, permettono già da sole di rimuovere i peli morti e una spazzolata settimanale sarà più che sufficiente per perfezionare la sua toelettatura.

          Perdita di pelo

          In periodo di muta la perdita di pelo aumenta, ma questo non richiede una maggior domanda di attenzione. Una spazzolata alla settimana, anche in questi momenti dell’anno, basterà a conservare bello il suo mantello.

          Alimentazione del Thai

          Un regime alimentare equilibrato sarà perfetto per lui ancor di più se gli sarà presentato in palline alimentari interattive per permettergli di sfogare il suo carattere attivo.

          Salute del Thai

          Speranza di vita media

          L’aspettativa di vita media è vicina ai 16 anni, ma varia a seconda dello stile di vita.

          Costituzione

          yellow-paw yellow-paw grey-paw

          A causa del pelo corto non ha una grande resistenza al freddo e, in inverno, sarà piuttosto casalingo.

          Tendenza ad ingrassare

          yellow-paw grey-paw grey-paw

          La sua vitalità gli permette di tenersi in forma limitando il sovrappeso.

          Malattie frequenti

          Non ha predisposizioni a patologie particolari e quindi può soffrire, grossomodo, delle medesime malattie di tutti gli altri felini. Se ha accesso a uno spazio esterno meglio vaccinarlo contro una serie di malattie infettive, seguendo le indicazioni del veterinario. 
          Dato che la riproduzione tra consanguinei nella razza può portare alcune malattie ereditarie sarà bene assumere informazioni certe sull’affidabilità dell’allevamento di provenienza. 
          Per i Thai non sono inusuali patologie come atrofia della retina e insufficienza cardiaca.

          Riproduzione

          È autorizzata solo ed esclusivamente la riproduzione con esemplari della stessa razza.
           
          A causa del carattere tipico è importante che la socializzazione sia condotta attentamente fin da piccolo, per imparare – dalla madre e dai fratelli – le regole per la vita in comune. Per questo gli allevatori non permettono l’adozione dei cuccioli prima delle 13 settimane di vita: si tratta di un’attesa preziosa per le sue relazioni negli anni successivi.

          Nomi per un Thai

          Tra i nomi per un Thai femmina largo a Ara o Eva, per un maschio Usso o Puck.

          Ritrova tutte le idee di nomi per il tuo gatto qui