Tutti gli annunci di adozione🐶

Pubblicità

Si può dare il melone al cane o fa male?

cane-mangia-melone-con-bimbo advice

Melone al cane: sì o no?

© Shutterstock

Sono molti i padroni di quattro zampe che si chiedono se si può dare il melone al cane o meno. Ecco, quindi, qualche risposta al dubbio alimentare e qualche precauzione da adottare prima di dare il melone al cane.

Di Eleonora Chiais

Pubblicato il 07/07/20, 17:42

Fresco e ricco di vitamine è tra i frutti più amati dai due zampe, ma si può dare il melone al cane?

Il dubbio è comune specialmente tra i padroni più attenti all’alimentazione di Fido che, prima di condividere con l’amato quattro zampe qualche prelibatezza apprezzata dal palato umano, vogliono essere informati al meglio.

Ecco tutto quello che c'è da sapere su come, quando e perché proporre questo frutto nella dieta del fedele amico a quattro zampe.

I cani possono mangiare il melone?

Una volta per tutte la risposta è sì, il cane può mangiare il melone a patto - ovviamente - che questo ghiottissimo frutto arancione sia servito (e quindi consumato) con moderazione.

Perché fa bene dare il melone ai cani?

Il melone è un frutto molto nutriente, che porta numerosi benefici per la salute dato l'alto contenuto di una serie di elementi preziosi come:

  • vitamine A (preziosa per la vista);
  • vitamina B;
  • vitamina C (che rafforza il sistema immunitario stimolando i globuli bianchi e agendo come antiossidante);
  • fibre;
  • magnesio;
  • acido pantotenico ;
  • acido folico.

Non solo. Questi frutti adattissimi alla dieta per la calura estiva, infatti, contengono anche potassio che aiuta il corretto funzionamento gastrointestinale di Fido, ma anche i suoi muscoli, compreso il cuore.

Il melone fa male al cane in questi casi...

Esistono, però, alcune eccezioni che è bene considerare prima di dare il melone al cane tout court.

Ricchissimo di zuccheri naturali, infatti, questo alimento non è adatto alla corretta alimentazione del cane diabetico.

Anche eccedere con le quantità è una cosa da evitare perché ogni componente della dieta di Fido va sempre dosato con attenzione e senza esagerare seguendo i consigli del veterinario.

Ultimo ma non per ultimo, poi, il melone al cane – come ogni nuovo alimento – deve essere introdotto per la prima volta nell’alimentazione di Fido con estrema calma perché è sempre importante che il cane approcci alle novità gastronomiche lentamente visto che, nella maggior parte dei casi, avrà bisogno di un certo lasso di tempo (un fisiologico “periodo di transizione”) per tollerare al meglio l’introduzione di un nuovo cibo nella sua dieta.

Per iniziare, quindi, sarà bene schiacciarne qualche pezzo mescolandolo al pasto abituale per vagliare il gradimento del cane di casa.

Controindicazioni sul melone al cane

Il cane può mangiare il melone, ma i suoi semi contengono cianuro - una sostanza velenosa - e dunque è assolutamente indispensabile rimuoverli con cura prima di mettere il frutto nella ciotola del cane di casa.

Come proporre il melone giallo ai cani?

La prima opzione è quella di offrirlo crudo, sia tagliato in piccoli pezzetti e proposto come snack premio gustoso e salutare, sia schiacciato con una forchetta (o trasformato in una colorata pappina con l’ausilio di un frullatore) e unito al pasto abituale se Fido dimostra di non apprezzarne il gusto in versione nature.

Una simpatica alternativa, poi, è quella di dare il melone giallo ai cani nella versione essiccata (vale a dire tagliato in fettine sottili e passato al forno o lasciato al sole per un certo periodo): il risultato sarà un simpatico spuntino originale e gustoso dalla consistenza un po’ più croccante che sarà apprezzato in modo particolare dai pelosetti più giocherelloni!