News :
wamiz-v3_1

TEST: Che razza di cane fa per te?🐶🐶

Pubblicità

5 pericoli per il cane in primavera

cane guarda il cielo advice
© LynstarFC - Flickr

Dopo tanta attesa la primavera è finalmente arrivata. Se questa stagione fa risvegliare la natura, può rappresentare un pericolo per i nostri amici a 4 zampe. Zecche, pulci e altri parassiti sono in agguato!

Di Anna Paola Bellini

La primavera è arrivata anche per il nostro cane. Dopo mesi e mesi di grigiore e nuvole, il sole è ritornato ad essere più presente. La natura si risveglia, poco a poco, i fiori sbocciano, le temperature si alzano e la voglia di uscire e di trascorrere giornate al parco diventa pressante per noi umani, come per Fido. Ma con l’arrivo della bella stagione aumentano anche i pericoli a cui bisogna stare attenti per far godere anche al cane di giornate piacevoli all’aperto. Ecco 5 preziosi consigli.

1. Attenzione ai parassiti dei cani

Con le belle giornate, i pick-nick e le uscite al parco insieme a Fido aumentano considerevolmente. In queste occasioni il nostro cane può venire a contatto con diversi parassiti come pulci (piccoli insetti che si infilano tra il pelo di Fido e causano prurito), zecche (aracnidi che si nutrono del sangue dell’ospite dalla cute) o la tenia (verme trasmesso tramite pulci infette). Come fare per evitare un’infestazione? Semplice: con la prevenzione!

Cura e prevenzione 

La prevenzione e la cura del cane dai parassiti passa per dei prodotti commercializzati con il nome di antiparassitari. Si consiglia il loro utilizzo con l’arrivo delle belle giornate. Collarini, pipette o spray, in commercio se ne trovano di tutti i tipi: chiedere al veterinario quale sia quello più adatto a Fido. 

Esistono due tipi di antiparassitari:

  1. Interni (chiamati anche vermifughi perché trattano i parassiti del tubo digerente), che agiscono dall’interno e tendono a sconfiggere i vermi;
  2. Esterni, impiegati nel trattamento di parassiti di cute e pelo.  

2. Le processionarie

Questi insetti sono molto pericolosi, non solo per le piante. Allo stadio larvale, infatti, la processionaria presenta una peluria particolarmente urticante per i cani. Se Fido lecca, morde o annusa una di queste larve potrebbe sviluppare necrosi e arrivare addirittura a perdere la lingua. 

cane in un campo
Allo stadio di larva la processionaria può essere molto pericolosa per il cane.
© LynstarFC - Flickr​​​​​​

Primo soccorso 

Se il cane è venuto a contatto con queste larve per prima cosa lavare la zona con abbondante acqua e bicarbonato, in modo da disinfettare, e consultare immediatamente il veterinario che saprà agire nel modo più adatto a seconda della gravità della situazione. Nella maggior parte dei casi, si consiglia anche di far vomitare il cane per evitare l'eventuale rischio di contagio interno. 
Solo uno specialista è capace di dare il consiglio giusto su cosa fare. 

3. Piante tossiche per i cani

Il bel tempo spinge a fare giardinaggio. Fate attenzione perché alcune piante possono essere velenose per il vostro cane.

Ecco una lista di piante velenose per i cani

  • Alloro;
  • Cycas; 
  • Aloe;
  • Aglio;
  • Edera;
  • Cipolla;
  • Glicine;
  • Oleandro.

Cosa fare se il cane ingerisce una pianta tossica? 

Se Fido ingerisce le foglie di una pianta tossica è necessario contattare immediatamente il veterinario, comunicandogli di che pianta si tratta e che tipo di sintomi manifesta l’animale. A questo punto il medico vi consiglierà cosa fare a seconda della pianta ingerita. 

Di norma, si suggerisce di sistemare l’animale in un luogo ventilato e luminoso, in modo da tenere d’occhio l’evoluzione della situazione. Se il veterinario lo suggerisce, bisognerà indurre il vomito somministrando direttamente nella bocca dell’animale una soluzione a base di acqua e sale. A questo, si dovrà far seguire la somministrazione di carbone attivo, per ridurre il veleno all’interno dello stomaco. 

4. Insetticidi amici di Fido

Quando le temperature salgono, aumentano gli insetti e, quindi, la possibilità - o spesso necessità – di utilizzare degli insetticidi. In questo caso, prima di utilizzare un qualsiasi prodotto accertarsi che non contenga nessun ingrediente che possa essere dannoso per l’animale. O, ancor meglio, affidatevi a dei rimedi naturali che non disturbino l’equilibrio di nessuno. 

5. Allergie del cane

La primavera porta con sé anche le allergie, non solo nell’uomo, ma anche negli animali. Starnuti, tosse, irritazione degli occhi e dei cuscinetti e gonfiore sono segnali che devono allertarvi e spingervi a contattare il medico veterinario. Solo lui potrà prescrivere il trattamento antistaminico più adatto per Fido.