News :
wamiz-v3_1

TEST: Che razza di cane fa per te?🐶🐶

Pubblicità

Comprendere il linguaggio del cane e comunicare per avere un rapporto equilibrato

cane comunica con padrone advice
© Pixabay

Così come nelle relazioni umane, anche in quelle tra cane e uomo il dialogo e la comunicazione sono fondamentali. Ma uomo e animale parlano due lingue diverse, allora come si può comprendere il linguaggio del cane?

Di Anna Paola Bellini

Capire il linguaggio del cane è quasi un dovere per il padrone. Quando si decide di adottare un pelosetto è infatti molto importante informarsi su quali sono le sue forme di comunicazione più utilizzate. Nel caso di Fido l’osservazione della la sua postura, il suo modo di abbaiare, la posizione della coda e delle orecchie possono tanto su cosa vuole dirci. 

La regola d’oro per comprendere il linguaggio del cane

La prima e innegabile regola d’oro per comunicare con il cane (e comprendere il suo linguaggio) è l’osservazione. Per prima cosa è necessario analizzare quali sono i comportamenti più comuni messi in atto dal nostro amico peloso, perché? La risposta è molto semplice. Ogni cane, per quanto se ne conoscano atteggiamenti e “modi di fare” ha un carattere e una personalità a sé, quindi per riconoscere i suoi segnali comunicativi è necessario osservarli precedentemente. 

Comunicare con il cane: che vuol dire quando Fido ringhia?

Anche se, come abbiamo detto, ogni cane è un “sistema a sé stante”, esattamente come ogni uomo, possiamo in linea di massima riuscire ad interpretare alcune posture e alcuni modi di comunicare. Il ringhio del cane per esempio è un modo esplicito in cui Fido sta comunicando con l’esterno.

In generale un cane che ringhia sta comunicando un senso di disagio dovuto a diversi motivi: reminiscenze traumatiche, possessività, territorio, ecc. In ogni caso nel momento in cui il cane ringhia, a meno che non si tratti di un ringhio ludico facilmente riconoscibile dal contesto, Fido sta cercando di dire a chi si trova davanti di “tenersi alla larga”. 

Come capire il linguaggio del cane quando parla col corpo?

Anche attraverso il corpo, Fido può riuscire a comunicare con noi. Attraverso l’osservazione della posizione di orecchie, testa, coda, bocca, occhi e pelo è possibile capire cosa il cane stia cercando di dirci. 

Per quanto riguarda il pelo di Fido quando è nervoso o spaventato sarà sollevato lungo la spina dorsale e sulla parte posteriore del collo. In questo modo il cane vuole dare l’illusione di essere più grosso e incutere timore proprio perché è lui il primo ad essere intimorito. 

Occhi e bocca per comprendere il linguaggio dei cani

Nel linguaggio del cane lo sguardo fisso indica sfida: fissare negli occhi un essere umano o un altro cane potrebbe essere un segnale di sfida o dominio. Se, inoltre, questo gesto è accompagnato da altri segnali come pelo rizzato o corpo completamente immobile è bene stare alla larga perché potrebbe attaccare. Se invece Fido è calmo socchiude gli occhi e guarda altrove per dare segnale che non c’alcuna minaccia. 

Anche la posizione della bocca del può dirci tanto. Spesso Fido infatti utilizza le labbra per mostrare un atteggiamento aggressivo: il sollevamento leggero da un lato del labbro può indicare nervosismo. La forma più risoluta di aggressività si dimostra invece contraendo completamente le labbra. I denti risulteranno quindi in bella vista quando il cane è intimorito e reagisce in maniera aggressiva. Se Fido è calmo e rilassato il suo muso si presenta liscio e, in alcuni casi, quasi sorridente. 

Osservare la coda per capire i comportamenti del cane

Se il cane agita la coda i motivi possono essere diversi. Prima di tutto sfatiamo un falso mito: un cane che agita la coda non sempre è contento. Questo gesto infatti potrebbe essere un segnale di paura e inquietudine. Se la coda è bassa e tra le zampe posteriori anche in questo caso si tratta di un segnale di timore e sottomissione.

Se la coda è alta, Fido manifesta superiorità e dominazione. Allo stesso tempo è probabile che stia emettendo un odore specifico dalle ghiandole perianali che avvertirà gli altri esemplari della sua presenza. La coda inarcata leggermente ed immobile potrebbe essere segno di grande aggressività, soprattutto se accompagnata da un ringhio. Infine una coda mossa energicamente accompagnata da un atteggiamento festoso è sinonimo di gioia e contentezza. 

Le posizioni del cane: le orecchie

Anche l’osservazione delle orecchie del cane può essere utile per capire cosa Fido vuole dirci. Piegate verso l’avanti sono segnale di attenzione, più sono inclinate verso l’avanti più il nostro fedele amico è sicuro di sé e vuole “sfidare” chi si trova davanti. 

Se Fido ha paura le sue orecchie saranno ripiegate all’indietro con delle rughe sulla fronte, se invece sono spostate leggermente verso la parte posteriore e distese sui lati Fido è inquieto. 

Leggi anche