News :

Scopri qui se il tuo cane è obeso!🐶

Pubblicità

Milbemax per cani: cos’è e a cosa serve?

cane dal veterinario con milbemax advice

Milbemax per cani è un antiparassitario per elminti intestinali.

© Shutterstock

Il Milbemax per cani è un antiparassitario contro gli elminti, vermi intestinali. Scopriamo insieme caratteristiche, indicazioni, posologia, effetti collaterali e precauzioni da adottare per utilizzarlo in modo sicuro.

Di Serena Esposito

Pubblicato il 14/10/20, 21:24

Sebbene gli antiparassitari più conosciuti siano collari e pipette, oggi approfondiamo le caratteristiche di un antiparassitario diretto contro parassiti diversi dai soliti, pertanto anche chiamato “vermifugo”. 

Parliamo di parassiti interni, precisamente di parassiti intestinali, detti elminti, che possono essere veicolati nell’organismo del cane in seguito al suo contatto con feci infette di un altro animale, sulle quali sono presenti uova del parassita.

Generalmente le infestazioni da elminti determinano irritazione e conseguente compromissione della mucosa intestinale.

Milbemax per cani: cos’è e quando si usa?

Milbemax è un antiparassitario vermifugo per cani, prodotto dalla casa farmaceutica Elanco S.p.A. e venduto dietro presentazione della ricetta medica del veterinario.

I principi attivi presenti sono Milbemicina ossima e Praziquantel, e lo rendono efficace nel trattamento e nella prevenzione di infezioni da elminti, quali cestodi adulti appartenenti al phylum dei Platelminti (vermi piatti) e nematodi, appartenenti al phylum Nematelminti (vermi cilindrici), che sono parassiti intestinali.

L’efficacia del vermifugo Milbemax per cani è stata riscontrata anche contro parassiti che si localizzano nell’arteria polmonare e nel cuore, denominati Angiostrongylus vasorum, e contro parassiti che attaccano l’occhio, denominati Thelazia callipaeda.

Infine un’altra indicazione è la prevenzione della filariosi cardiopolmonare dovuta ad infezione da Dirofilaria immitis.

Dosaggio e posologia

Il medicinale si presenta in forma di compresse masticabili, aromatizzate al gusto di pollo, per risultare appetibili per il cane: si può somministrare unitamente al cibo o da solo, rigorosamente dopo i pasti.

Ogni compressa contiene 0,5 mg di milbemicina ossima e 5 mg di praziquantel, e la quantità da somministrare varia in base al peso corporeo del cane. In particolare:

  • 1 compressa per cani da 5 a 25 kg;
  • 2 compresse per cani da 25 a 50 kg;
  • 3 compresse per cani da 50 a 75 kg.

La somministrazione in caso di uso come antiparassitario di prevenzione deve avvenire ogni 3 o 4 mesi, mentre va assunto in base alle disposizioni del medico, se bisogna trattare un’infezione.

Indicazioni specifiche

In caso di infezione da Angiostrongylus vasorum, la somministrazione di Milbemax per cani deve avvenire una volta alla settimana per 4 settimane, mentre in caso di prevenzione basterà una somministrazione al mese.

Quando mettere l'antiparassitario al cane? Il calendario delle somministrazioni.

In caso di infezione da Thelazia callipeda, la somministrazione deve avvenire una volta a settimana per due settimane.

Aree endemiche per Dirofilaria immitis

In caso di presenza del cane in aree endemiche per la filaria, il protocollo di prevenzione deve seguire un iter specifico. 

Il cane va portato dal veterinario prima della somministrazione del farmaco, al fine di scongiurarne o verificarne il contagio, in quanto l’assunzione del vermifugo determinerebbe la morte del nematode, che andrebbe a rilasciare delle proteine nell’organismo che sono causa di ipersensibilità, con sintomi quali:

  • ipersalivazione;
  • vomito;
  • tremori;
  • difficoltà respiratorie. 

Pertanto sarà opportuno, in caso di contagio del cane, iniziare con un altro farmaco, specifico per il trattamento della filaria adulta: il veterinario saprà indirizzare il paziente nella giusta direzione.

Effetti collaterali e sovradosaggio

Il Milbemax per cani presenta raramente effetti collaterali, che sono per lo più verificabili in casi di sovradosaggio, quelli più comuni sono:

  • vomito;
  • ipersalivazione;
  • inappetenza;
  • diarrea;
  • convulsioni;
  • tremori;
  • letargia.

È opportuno dunque rispettare scrupolosamente le indicazioni del medico per evitare di incorrere in sovradosaggi e quindi effetti collaterali.

Avvertenze e precauzioni

Il farmaco non presenta controindicazioni per cani in gravidanza o in allattamento, ma è da evitarne l’uso in cani di peso inferiore a 5kg.

L’uso di Milbemax per cani, specie se prolungato, può portare ad assuefazione: sarà opportuno quindi, alternarlo con altri farmaci antiparassitari.

Il medicinale può altresì essere utilizzato nei Collie e razze ad essi correlate, nonostante la loro predisposizione genetica a causa della quale sono soliti presentare refrattarietà nei confronti di determinati farmaci: potranno presentarsi gli effetti collaterali sopramenzionati, che andranno tempestivamente dichiarati al veterinario. Rispettare dunque strettamente il dosaggio raccomandato dal veterinario.

L’insorgenza di infezione da cestodi in cani di età inferiore a 4 settimane è rara, perciò l’uso di questo antiparassitario in questi casi non risulta essere necessario.

Evitare l’associazione con altri farmaci quali Imidacloprid e Moxidectina.

Il presente articolo è di natura puramente informativa, raccomandiamo sempre di consultare il proprio veterinario di fiducia prima di somministrare qualsiasi medicinale al vostro amico a quattro zampe.