Hai un mostriciattolo ? Leggi qui🐶😺

Pubblicità

Gatto mancino o destrimano? Ecco come scoprirlo!

gatto-rosso-mancino-alza-la-zampa

Gatto mancino o destrimano? Fai questi test e lo scoprirai!

© Pixabay

Un recente studio sulla preferenza della zampa nei felini ha dimostrato interessanti risultati. E il tuo, è un gatto mancino o destrorso?

Di Ilenia Colombo

Pubblicato il 16/08/21, 20:09

Uno studio pubblicato su una rivista scientifica americana affronta un argomento senza precedenti e fa una scoperta alquanto curiosa.

I gatti userebbero un lato più dell'altro con le zampe come noi, quindi possiamo descriverli come destrimani o mancini. E tu, hai un gatto mancino o destrorso?

Gli studi scientifici sulla lateralità dei gatti

Per quanto sorprendente possa sembrare, in un momento in cui i gatti dominano Internet, va notato che gli scienziati sanno molto poco del suo comportamento specifico. Allo stesso modo, il cane è ben noto e mentre le teorie scientifiche sul comportamento del cane sono in continua evoluzione, ci sono dati concreti.

Ma il gatto ci offre un deserto sperimentale: infatti, non è così facile da studiare! Perché è molto difficile trovare una motivazione capace di far lavorare un gatto in un protocollo, e l'osservazione sul campo è delicata, con il suo carattere autonomo.

Una ricerca americana ha voluto verificare se il gatto avesse una preferenza nell'uso delle zampe. Anche se era già stato dimostrato che il gatto avesse una "zampa preferita" (ovvero una lateralizzazione nell'uso dell'arto inferiore) quanto riguarda esercizi vincolati (come premere una leva per avere una ricompensa in un dispositivo sperimentale), non si era mai osservato i gatti sul comportamento spontaneo e naturale.

Quale zampa preferiscono usare i gatti?

Lo studio, pubblicato nel gennaio 2018 sulla rivista Animal Behavior, si è concentrato su 44 gatti (20 femmine, 24 maschi) nella casa dei loro proprietari.

Si è osservato il lato privilegiato in tre momenti diversi e ogni situazione è stata analizzata e valutata 50 volte.

Le tre situazioni:

  • una prova alimentare (con una torre su 3 livelli che obbligava il felino a utilizzare una zampa per raccogliere le crocchette);
  • entrare nella lettiera;
  • scendere una scala;
  • sdraiarsi su un lato.

I risultati dello studio

I risultati hanno mostrato che il gatto ha una zampa dominante, che utilizzerà più spesso nelle stesse situazioni.

D'altra parte, non c'è differenza tra destra e sinistra, al contrario degli umani, ad esempio, dove il 90% delle persone è destrimano. Nei gatti, coloro che usano una zampa dominante sono metà destrimani e l'altra metà mancini.

In pratica:

  • Il 73% dei gatti studiati presenta una lateralità per recuperare il cibo;
  • Il 70% per scendere le scale
  • il 66% per entrare nella lettiera;
  • il 25% dei mici ha un lato preferito per sdraiarsi e dormire.

Osservando quest'ultima situazione, è possibile constatare che la lateralizzazione riguarda proprio l'uso della zampa.

Ma i gatti sono costanti: chi ha una preferenza si attiene ad essa nell'eseguire i diversi comportamenti testati, e preferibilmente usa sempre la stessa zampa. Chi mangia con una zampa tende anche a usarla per prima quando entra nella lettiera o scende un gradino.

Scopri le altre curiosità sui gatti!

Il che significa, per riassumere grossolanamente, che tre quarti dei gatti sono lateralizzati, metà dei quali sono destrimani e l'altra metà è mancina!

gatto bianco alza la zampa sinistra
Un gatto mancino. ©Orhan Cam / Shutterstock

La differenza tra maschi e femmine

Inoltre, lo studio ha riscontrato una differenza significativa tra maschi e femmine: i maschi che hanno una zampa dominante sono piuttosto mancini e le femmine destrimane.

Questo risultato era già stato osservato in una ricerca precedente, nel 2009, cui le analisi si erano concentrate sui comportamenti vincolati, quindi ora possiamo estendere questi risultati a comportamenti spontanei e naturali.

C'è quindi una forte connessione tra sesso e preferenza della zampa. La stessa inclinazione può essere riscontrata negli esseri umani. Gli uomini hanno una probabilità leggermente maggiore di essere mancini rispetto alle donne.

I mancini sono dominanti nell'emisfero destro. Il lato destro del cervello è responsabile del lato "sensibile" della natura umana. È legato alla premurosità, all'intuizione e alla creatività. Il lato sinistro è la "parte pensante". È più associato a logica, causa ed effetto e materie analitiche come matematica e scienze.

È tuttavia ancora troppo presto per poter interpretare i risultati degli esperimenti sui gatti. È stato ipotizzato nei cani, aventi anch'essi la lateralizzazione, che gli ormoni possano essere un fattore di intervento, ma questo studio sui gatti contamina questa ipotesi, poiché i 44 gatti nello studio erano sterilizzati.

I risultati suggeriscono l'esistenza di differenze tra la struttura e la funzione del cervello nei maschi e nelle femmine, ma non c'è ancora modo di capire i meccanismi all'opera, o anche la causa esatta. Ci vuole ancora molta osservazione e più dati per concentrarsi su una potenziale causa.

Insomma, i nostri amici felini hanno ancora molti misteri in serbo per noi sul loro comportamento.

Come capire se ho un gatto mancino o destrimano?

Per scoprire se hai un gatto mancino o destrorso, puoi ricreare a casa i test di studio! 

Per fare ciò, osserva attentamente quale zampa usa per prima il tuo gatto quando entra nella lettiera, quando scende le scale o quando si sdraia su un fianco. Puoi anche posizionare le crocchette in punti in cui l'animale dovrà usare la zampa per accedervi e vedere se il tuo gatto è destrorso o mancino.

Per essere sicuro della tua conclusione, ripeti i test più volte per vedere se la zampa utilizzata è quasi sempre la stessa. Così vedrai se il tuo è un gatto mancino, destrorso o ambidestro!

---

Articolo scritto per Wamiz.com da:

stephane-tardif

Stéphane Tardif
Medico veterinario