News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Come capire se un gatto è maschio o femmina?

gattino bianco con occhi azzurri advice © Pixabay

Riconoscere il sesso dei gatti appena nati non è sempre semplice, ecco qualche consiglio su come capire se un gatto è maschio o femmina. Da adesso in poi non potrete più sbagliarvi.

Di Grazia Fontana

Il micio è appena arrivato? Congratulazioni! Ecco qualche consiglio su come capire se il gatto è maschio o femmina. Nei primi periodi di vita, infatti, riconoscere il sesso dei gatti non è sempre così immediato, ma esistono dei metodi per riuscire a capire in fretta di modo da non sbagliare con la scelta di onomastica.

Come riconoscere il sesso dei gatti

Eccoci, quindi. Per riconoscere il sesso del gatto, specialmente se questo è molto piccolo, la prima cosa da fare è sollevargli la coda per osservare con attenzione la distanza tra l'ano e i genitali. Se questa è più pronunciata ci sono buone possibilità che il cucciolo sia un maschietto, mentre se la vicinanza è molto ravvicinata è più probabile che si tratti di una femmina. Anche a livello di orefizi la difficoltà è visibile fin dai primi giorni: i maschi, infatti, hanno il buchino dei genitali più tondeggiante mentre quello delle femminucce è piuttosto una fessura verticale.

Capire se il gatto è maschio o femmina

In generale, comunque, i genitali maschili iniziano ad essere evidenti già a partire dalle quattro settimane di vita e dunque, da questo momento in poi, è più semplice capire se un gatto è maschio o femmina. Come regola di massima, se il micino è un randagio, è bene sapere che probabilmente reagirà in qualche modo a questo "esame" e dunque sarà opportuno procedere all'analisi indossando guanti e maniche lunghe per sfuggire al rischio di fastidiosi graffietti. Una cosa in più da sapere per riconoscere il sesso del gatto a prima vista: in generale i mici a tre colori sono femmine mentre se i colori del mantello sono solo uno o due sono possibili entrambe le possibilità.

Leggi anche