News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Le associazioni e i club dei gatti di razza internazionali

gatto al salone advice © Shutterstock

La storia dei club felini inizia oltreoceano nel 1906. Da quell'anno sono numerosi i club e le associazioni di gatti di razza che sono sorti in tutto il mondo. In questo articolo, trovate le più grandi e famigerate.

Di Claudia Scarciolla

Di cosa si occupano i club e le associazioni di gatti di razza? Possedere un gatto di razza che abbia un pedigree o essere un allevatore di una razza di gatti specifica è una procedura assoggettata a leggi e normative nazionali e internazionali che costituiscono un insieme di federazioni, associazioni, club e comitati che sanciscono la tutela, l'organizzazione e la coordinazione dei vari eventi che ruotano al mondo dei gatti. Ecco i dettagli dei maggiori club e associazioni di gatti di razza internazionali e nazionali.

Il compito delle associazioni dei gatti di razza

Le associazioni feline sono delle istituzioni nate con l'obiettivo di stabilire norme comuni in materia riconoscimento delle razze di gatto, organizzazione delle esposizioni feline, censimento dei gatti nati in allevamento, formazione dei giudici di gara e verifica dei pedigree. Esse hanno statuti, modalità di iscrizioni e quote associative diverse a seconda dei casi.

Gli allevatori dei gatti di razza hanno l’obbligo di essere iscritti ad una associazione felina per poter vendere degli esemplari di gatti con certificato. L’iscrizione serve a fare in modo che ai gatti allevati possa essere rilasciato il pedigree e degli affissi (ossia il nome dell’allevatore associato al gatto venduto che rappresenta una sorta di paternità alla cessione di vendita dell’esemplare). In Italia le varie associazioni feline sono organizzate a livello legislativo all’ordine della disciplinare del Libro Genealogico del Gatto di Razza (all’art. 14) coordinato dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e dall’Associazione Felina Nazionale Italiana (ANFI).

Attraverso questo tipo di istituzioni, a loro volta suddivise in club, sono organizzate le mostre feline, le esposizioni e i concorsi in cui i vari club e comitati si riuniscono per scambiarsi opinioni e celebrare la bellezza dei gatti di razza con pedigree. Le associazioni feline nazionali fanno capo a loro volta ad associazioni di gatti internazionali, con il compito di regolamentare, coordinare e tutelare gli allevatori, i proprietari dei gatti e i partecipanti alle mostre.

Cosa fanno i club dei gatti di razza

Se le associazioni dei gatti si adoperano a livello più globale nella tutela delle razze di gatti da loro riconosciute, i club hanno il compito di essere un punto di riferimento per gli interessati ad un tipo di razza di gatto specifica, che siano questi allevatori o curiosi. Grazie a questi club viene favorita la messa in evidenza delle varie caratteristiche inerenti ad ogni razza e si controlla che nell’accoppiamento degli esemplari non vi sia della consanguineità in modo tale da preservare il più possibile la razza ed evitare imperfezioni genetiche o fisiche.

Le associazioni dei gatti di razza internazionali

La prime associazioni di gatti nascono intorno a fine ‘800 inizio ‘900 in USA e nel corso del XX secolo tendono ad espandersi nel resto del mondo creando una fitta rete associativa mondiale. Le più importanti associazioni internazionali feline sono:

  1. CAF: The Cat Fanciers’Association, nata in Ohio, Stati Uniti nel 1906 e che conta tra le associazioni italiane riconosciute la Italy Cat Fancier e Il Golfo dei Poeti Cat Club.
  2. TICA: The International Cat Association, associazione felina sempre di origine statunitense, fondata nel 1979.
  3. L’associazione WCF: World Cat Federation, tedesca, che riunisce intorno a sé circa 400 organizzazioni e club membri, partecipando attivamente anche alla politica europea inerente alla tutela degli animali. Tra le associazioni italiane che ne fanno capo vi sono l’AFEF (Associazioni Feline Federate), FIAF, AGI, la Serenissima Cat Club e l’AFI.
  4. la Fédération Internationale Féline, FIFe, nata in Francia nel 1949 ad opera di M.me Ravel, la quale oggi ingloba 40 nazioni costituite da un solo rappresentante membro nazionale. Il socio FiFe italiano è la ANFI.

Al vertice del coordinamento e della cooperazione di queste associazioni sparse per il mondo c’è la WCC, il World Cat Congress. L’associazionismo felino e i vari club sparsi per tutto il territorio nazionale e mondiale permettono in modo sistematico la creazione di eventi a tema felino ad ampio respiro, in cui parteciparvi risulta per gli esperti essere un banco di prova importantissimo per affinare ed espandere le proprie conoscenze, e per i curiosi un modo nuovo di vivere la compagnia di un gatto.