News :
wamiz-v3_1

Pasqua: NO al cioccolato ai cani šŸ˜±

Come togliere le zecche al cane senza pinzette apposite?

mano su zecca advice
© Shutterstock

Con l’arrivo dei periodi più caldi s’incentiva per i cani il pericolo parassiti. Come togliere una zecca al cane senza le pinzette apposite? Come evitare che Fido contragga le zecche? Ecco i nostri consigli per la rimozione di questi parassiti in tutte le condizioni.

Come togliere una zecca è una delle domande più ricorrenti per un padrone di animali domestici, soprattutto durante il periodo primaverile. Questi parassiti sono un incubo per tutti i padroni (come per cane o gatto) che ogni anno si ripresenta puntuale con l’arrivo delle giornate più belle. In realtà, però, i parassiti sono presenti tutto l’anno, solo che risulta più difficile la loro diffusione proprio a causa delle temperature più basse. 
Oggi ci occupiamo delle zecche nel cane con un focus su questi parassiti e i metodi più utilizzati per rimuoverli dal nostro fedele amico a 4 zampe.  

Differenza tra pulci e zecche

La prima cosa da chiarire quando si parla di questi parassiti è che sono diversi dalle pulci. Queste ultime sono degli insetti neri, piatti lateralmente, privi di ali che saltano da un animale all’altro e si spostano velocemente tra il pelo dell’animale ospite. Nel cane, questi parassiti non sono portatori di malattie se si esclude la tenia Dipylidium caninum e l’allergia alle pulci stesse. 

La zecca è anch’essa un parassita esterno che però non appartiene agli insetti, ma agli aracnidi. I più comuni che colpiscono i nostri cani sono le Dermacentor e le Ixodidae, senza ali, piatte nella parte del dorso e che, contrariamente alle pulci, non saltano.
Con il rostro si attaccano alla cute dell’animale e mordendo succhiano il sangue dell’ospite con il quale si gonfiano. Il loro morso può trasmettere diverse malattie di cui parleremo più nel dettaglio. 
La scienza che si occupa di zecche e pulci si chiama parassitologia

Malattie trasmesse dalle zecche 

Le zecche trasmettono malattie, in altre parole, possono essere portatrici di tante patologie nocive per gli animali come per l’uomo. Quelle più importanti e comuni sono: 

  • Meningoencefalite da zecca: malattia virale che colpisce il sistema nervoso centrale. Questa malattia è diffusa soprattutto in Asia e Europa; 
  • Anaplasmosi: malattia batterica che comporta, perdita dell'appetito, febbre, sonnolenza dolori muscolari e sintomi nervosi o gastrici;
  • Rickettsiosi: patologia infettiva che causa febbre, dolori articolari e sonnolenza.
  • Malattia di Lyme: malattia batterica che provoca febbre elevata (che può essere intermittente), dolori muscolari, ingrossamento dei linfonodi, malessere generalizzato e zoppia.

Come prevenire le zecche nel cane?

Prevenire un’infestazione da zecche nel cane è importante sia per Fido che per l’uomo. Questi parassiti, oltre ad essere un pericolo per l’animale, infatti, possono essere vettori di zoonosi, malattie trasmissibili dall’animale all’uomo. Ma come fare per verificare la presenza di tali parassiti e prevenirli? 

Per prima cosa bisogna tenere gli occhi aperti – e non solo durante l’estate! Con l’innalzamento delle temperature non è raro riscontrare la presenza di pulci e zecche anche nei periodi più freddi, soprattutto nelle regioni meridionali.

In secondo luogo, è bene mettere in atto tutta una serie di profilassi a base di antiparassitari repellenti. Se si vive in una zona particolarmente calda Fido va protetto tutto l’anno. In caso contrario, bisognerà armarsi di antipulci fin dall’inizio della primavera e delle temperature più miti. In commercio è possibile trovare il prodotto antiparassitario più adatto al cane: chiedere consiglio al veterinario su quale sia la scelta migliore per il vostro migliore amico. 

Metodi per rimuovere le zecche

Per eliminare le zecche dal cane esistono in commercio delle specifiche pinze per rimuoverle dalla cute del nostro fedele amico. Di norma, è il veterinario che si occupa di questa operazione, ma è possibile, muniti di guanti e di tanta pazienza effettuare questa delicata operazione anche a casa propria.

Se non si hanno a disposizione le apposite pinzette è possibile utilizzare delle semplici pinzette per le sopracciglia, dopo averle sterilizzate passandole per qualche secondo sulla fiamma di un accendino.

A questo punto, dopo avere sterilizzato la pinzetta bisognerà afferrare il parassita, dopo averla reperito tra i peli, il più vicino possibile alla pelle dell’animale (e quindi alla bocca del parassita) e con un movimento rotatorio secco tirarla via. Una volta tolta, disinfettare la zona con un disinfettante specifico. 

Qualche attenzione particolare

Questa operazione è semplice e pratica, bisogna solo essere attenti a non schiacciare la zecca fino a quando la bocca è ancora attaccata perché si rischia di irritare il parassita che rilascerà nella cute di Fido dei batteri che possono risultare pericolosi. Per lo stesso motivo non bisogna irrorare le zecche con detergenti, alcool o altri liquidi. 
Se riuscite ad eliminare solo una parte della zecca rimuovere il resto immediatamente e disinfettare. 

Come uccidere una zecca?

Grazie allo scudo chitinoso delle zecche dure che colpiscono il cane, ucciderle una volta rimosse è molto difficile. Schiacciarle è praticamente inutile, si consiglia di immergerle nell’alcool, di bruciarle o di avvolgerla con del nastro adesivo. 
Una volta tolte le zecche e uccise, lavare immediatamente le mani. 

Di Anna Paola Bellini Pubblicato il 27 mar 2019