Scopri qui se il tuo cane √® obeso!ūüź∂

Pubblicità

La tosse cardiaca nel cane anziano

cane-anziano-disteso-al-pavimento advice
© Pixabay

Una tosse insistente può essere un campanello d’allarme e nascondere una tosse cardiaca, soprattutto nel cane anziano. Ecco come riconoscerla e affrontarla.

Di Mauro Ravarino

aggiornato il 19/12/19, 16:42

Quando il cane tossisce con insistenza non bisogna perdere tempo; sovente, può essere sintomo dell’infiammazione della trachea (o delle vie respiratorie), dovuta a un colpo di freddo e passa rapidamente. Invece, altre volte è un campanello d'allarme di una patologia cardiaca grave con pesanti conseguenze sull'animale. Ecco, appunto, il caso della tosse cardiaca nel cane anziano.

L'origine è cardiaca; essa provoca lo stimolo a tossire, ma dipende dalla sofferenza del cuore e dalle malattie cardiache. Solamente il veterinario è in grado di valutarla e curarla. In particolare, se il cane è anziano, con un sistema immunitario non più efficiente, la  somministrazione di antinfiammatori non servirà a farla passare. Quindi, la visita attenta del medico e gli esami specifici troveranno la causa e la terapia adeguata.

Come distinguere la tosse cardiaca? 

La tosse cardiaca è sempre accompagnata da:

  • Difficoltà a respirare, anche nel compiere normali esercizi fisici, come salire e scendere le scale o fare una breve passeggiata;
  • Svenimenti;
  • Gonfiore addominale;
  • Colorazione bluastra delle mucose (ad esempio, le labbra).

La tosse canina cardiaca è più frequente in un cane anziano rispetto ad un cane giovane; è molto importante intervenire subito, soprattutto se con la cura antibiotica sparisce ma poi ricompare. Alcune cause più comuni possono essere curate con terapia farmacologica, altre possono richiedere un intervento chirurgico.

Quando il cane ha problemi cardiaci

La tosse cardiaca del cane deriva da uno scompenso cardiaco, è detta anche insufficienza cardiaca congestizia. Significa che il cuore non pompa più bene come prima. Questa condizione comporta il ristagno di sangue e accumulo di liquido nei polmoni e attorno al cuore, con comparsa di danno e perdita della funzionalità di vari organi.

Il veterinario cardiologo farà la visita, agendo al meglio per il benessere animale. Da ricordare che un cibo per cani di qualità può favorire la salute del cuore e contribuire a rinforzare il sistema immunitario.

Altre tipologie e cause

La tosse da canile è causata da un batterio che persiste in aree come canili, sale d’attesa di cliniche veterinarie, ricoveri per animali; è una tosse secca che può essere accompagnata da saliva schiumosa. Si cura con terapia antibiotica e mettendo l’animale in quarantena fin quando non si riprende.

I virus come l’influenza o il cimurro possono provocare la tosse. Il cimurro è una patologia altamente contagiosa che si diffonde  nei parchi e nei canili, dal momento che il virus vive nei fluidi escreti dall’animale come l’urina, la saliva o il muco respiratorio. Esiste un vaccino preventivo che tiene i nostri amici pelosi in salute. Anche l’influenza può colpire il cane. Si manifesta sotto forma di tosse lieve, ma, se peggiora, si trasforma in polmonite. I sintomi sono tosse con muco e difficoltà respiratoria. Anche in questi casi deve intervenire il veterinario.

La bronchite rappresenta un problema tanto per i cani quanto per gli uomini. Consiste   nell’infiammazione dei bronchi e si manifesta  tramite tosse senza muco. Può essere inasprita da fumo, inquinamento o polline e si cura con i farmaci prescritti dal veterinario.

Anche il collasso della trachea provoca tosse. Si tratta di una condizione più comune nei cani di taglia piccola. Richiede operazione chirurgica e cura farmacologica.

Rimedi naturali per la tosse cardiaca

Ci sono rimedi naturali utili per alleviare la tosse nel cane. L'olio di cocco, per esempio, è considerato un rimedio efficace, che riesce anche riesce a rinforzare il sistema immunitario e, quindi, le difese del nostro anziano amico. Bisogna aggiungere due cucchiai di questo olio all'acqua che beve il vostro cane.

Molto consigliato dai veterinari è il succo di nespole, un rimedio naturale ad alto contenuto di vitamina A. Si consiglia un bicchiere di succo al giorno.

Il tè alla menta, dato in gocce con una siringa senza ago, aiuterà il vostro animale a liberare le vie respiratorie. Infine, un altro integratore consigliato è la cannella in quanto antisettico, basterà spolverarne un po' sulla pappa del cane.