News :
Wamiz Logo

Che razza di cane fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

8 buoni motivi per adottare un cane al canile (e falsi miti da sfatare!)

cane-dietro-le-sbarre advice © Shutterstock

Se la razza del tuo futuro compagno a quattro zampe non ti importa più di tanto e se ti senti pronto ad accogliere un cucciolo di qualche mese o un esemplare adulto, perché quindi non adottare un cane dal canile?

Di Ilenia Colombo

Scegliere di accogliere in casa un cane del canile è un gesto di immensa generosità.

In Italia, diminuiscono le adozioni e gli animali randagi, specialmente al Sud, costituiscono un serio problema. La LAV (Lega Antivivisezione) aveva tracciato una mappa sulla situazione nel Belpaese, scoprendo che nel 2017 sono stati adottati ben 3704 cani in meno rispetto all'anno precedente.

Risulta quindi necessario, se si hanno tempo, pazienza e tutti i requisiti necessari, accogliere un animale domestico dai rifugi o dai canili. Vediamo perché.

Perché adottare un cane del canile?

Adottare un cane (o un gatto!) abbandonato ha diversi vantaggi, sia per l’animale stesso, che per il rifugio che lo accoglie. Vediamo qui di seguito le 8 buone ragioni per adottare un cane del canile.

  1. Darai al cane la possibilità di essere felice semplicemente salvandogli la vita.
  2. Contribuirai ad "alleggerirei rifugi, quasi sempre saturi. Non tutti gli animali abbandonati riescono a trovare posto al canile, quindi quelli che hanno meno possibilità di trovare una famiglia vengono soppressi con l’eutanasia.
  3. Permetterai di liberare nuovi posti per altri animali abbandonati, dandogli così la speranza di essere salvati.
  4. Contrasterai il commercio illegale di animali. Il rischio di essere truffati quando si pensa di comprare un cane di razza in un negozio, online o in strada è molto alto. Un altro buon motivo per adottare un cane da un rifugio, tra l’altro con costi nulli. Perché l’amore non si compra…si adotta!
  5. Riceverai un’infinita gratitudine! Il fortunato quattrozampe ti ringrazierà a vita! Quando accoglierai in casa tua il tuo nuovo compagno peloso riceverai fin da subito un’infinità di affetto e amore da parte dell’animale, riempiendoti le giornate con tanta felicità. Meglio di così!
  6. Soddisfazione pura! Avrai la soddisfazione di dare una vita degna ad un animale in difficoltà che ti accompagnerà per tutta la sua vita. 
  7. In Italia, ci sono delle normative per regione e per comune, ma la maggior parte dei canili consegna il cane con già il microchip e con i vaccini e le cure antiparassitarie aggiornati.
  8. Infine, anche il portafogli te ne sarà riconoscente. Infatti, come detto precedentemente, adottare un animale da un rifugio non costa nulla, tranne nel caso in cui si voglia generosamente contribuire alla preziosa attività del canile effettuando una donazione.
ragazza-felice-con-cane
Adottare un cane da un canile dà grandi soddisfazioni oltre all'immenso amore ricevuto dal compagno a quattrozampe.©Shutterstock

Adesso scopriamo invece quali sono le "leggende metropolitane" riguardo l’adozione dei quattrozampe nei rifugi.

6 miti da sfatare sui cani adottati nei canili

Esistono degli errati pregiudizi riguardo i cani presenti nei rifugi. A volte, queste convinzioni derivano da malintesi, altre volte si tratta del "sentito dire" o di false credenze dell’opinione generale.

Ecco qui di seguito 6 falsi luoghi comuni che riguardano le adozioni dei cani nei canili.

1. I cani dei rifugi sono malati

Falso. Di norma, i cani che arrivano al rifugio o al canile vengono subito sottoposti ad una visita veterinaria, vengono vaccinati e curati in caso di malattia.

2.  I cani dei canili sono tutti abbandonati

Non è assolutamente vero. Anche se accade spesso che i quattrozampe vengano abbandonati in strada, a volte capita anche che i proprietari portino direttamente l'animale al rifugio o al canile.

3. Se il cane è al canile vuol dire che ha un problema

Falso. Un cane può trovarsi in un canile per diverse e svariate ragioni: perché è semplicemente fuggito, si è perso oppure non ha il microchip. Altre volte capita che il proprietario lasci il suo cane in canile giustificandosi con le scuse più insolite, quali ad esempio: l'aver scoperto in famiglia un'allergia al pelo di animale oppure il non aver più voglia di occuparsi del fedele compagno di una vita divenuto anziano.

4. Tutti i cani dei canili sono anziani

Anche quest'affermazione è infondata. I canili e i rifugi ospitano cani di ogni età e non è raro trovare dei cuccioli, nati da gravidanze indesiderate derivate dalla mancata sterilizzazione del proprio animale domestico.

5. I cani in canile sono solo meticci

Falso. Nelle strutture che accolgono gli animali abbandonati sono presenti anche cani di razza, ma questo non deve essere l'unico aspetto per il quale si decide il cane da adottare.

6. Non posso scegliere il cane del rifugio

Non è vero. Premettendo che non si sceglie un cane soltanto in base alle caratteristiche fisiche, nei canili e nei rifugi si può scegliere la razza, il sesso o il colore del quattrozampe. Ma a volte accade che in canile si abbia un vero e proprio colpo di fulmine reciproco tra l'animale e il suo futuro proprietario. E non c'è cosa più bella.

L'abbandono si applica a tutti i cani e gatti, siano essi di razza o no, giovani o vecchi, grandi o piccoli. In ogni caso, nei canili troverai sicuramente il fedele compagno per la vita!

Leggi anche