Cosa mettere nella ciotola dei cani?🐶

Pubblicità

Cosa indica il naso freddo nel cane?

primo piano di naso di cane freddo

Cosa significa quando un cane ha il naso freddo?

© Pixabay

Il tartufo degli amici a quattro zampe è un organo ricco di funzionalità, ma perché è così freddo? Scopriamo che significa il naso freddo nel cane.

Di Serena Esposito

aggiornato il 08/02/21, 15:38

Il tartufo del nostro amico a quattro zampe è spesso usato come indicatore della sua salute: un naso freddo nel cane, infatti, è comunemente sinonimo di buona salute.

Similmente, è comune sentire che il cane con un naso caldo e secco abbia invece problemi di salute. Ma siamo certi di questa dicotomia così netta?

Scopriamo insieme qualche dettaglio in più sulla termoregolazione che passa attraverso il tartufo del cane, e le altre sue funzionalità, che determinano la sua temperatura.

Che significa il naso freddo nel cane?

Ci sono più ragioni per cui il cane ha il naso freddo e sono correlate sia alla funzionalità dell’olfatto che a quella della termoregolazione.

Ricordiamo che il tartufo di Fido costituisce il suo organo di senso principale, mediante il quale il cane recepisce la maggior parte di informazioni sul mondo esterno, molte più di quante un umano ne raccoglie con la vista!

La parte nuda (senza pelo) della punta del naso di Fido ha dimostrato avere una temperatura inferiore ed una umidità superiore a quelle dell’ambiente esterno. Perché?

Naso freddo nel cane ed olfatto

Il motivo principale dell'avere il naso freddo nel cane è il potenziamento della sua capacità olfattiva: la bassa temperatura e la forte umidità del tartufo, infatti, contribuiscono a disciogliere i corpuscoli odoriferi captati ed inviarli ai recettori olfattivi con maggiore efficacia.

Questo è stato dimostrato in un recente studio di cui abbiamo parlato nel nostro articolo dedicato.

In generale, quindi, il naso freddo e umido nel cane, gli permette di percepire anche a lunghe distanze, il calore di un determinato essere vivente, per scopi di sopravvivenza ma anche di caccia. Questa caratteristica è stata ereditata direttamente dall’antenato lupo.

Naso freddo e termoregolazione

Il tartufo di Fido non funziona come un termometro e non necessariamente quando è caldo e secco indica presenza di febbre o altri problemi nell’animale, tuttavia esso funge da termoregolatore corporeo di Fido.

In che modo? Grazie alle lacrime! Esse, infatti, sono prodotte per rendere fluido il movimento oculare e vengono secrete all’interno dei dotti lacrimali che sono in continuità con il tartufo: in questo modo, andranno ad inumidire il naso del cane e concorrere ad abbassare la sua temperatura corporea, ove necessario.

È bene rammentare che il cane non possiede ghiandole sudoripare e quindi effettua la termoregolazione mediante secrezioni lacrimali e nasali, respirando a bocca aperta, o attraverso le zampe.

Naso freddo e leggenda

Una volta esposti i motivi fisiologici del perché i cani hanno il naso freddo, possiamo raccontare una leggenda che si usa narrare ai bambini per spiegare il curioso fenomeno e il grande cuore dei cani.

Ebbene, la leggenda narra che al tempo del diluvio universale, quando Noè costruì l’Arca che potesse accogliere tutte le specie animali per metterle in salvo, il suo cane ebbe un ruolo fondamentale.

Noè, infatti, chiese al suo fedele amico di trovare un posto sull’arca per ogni esemplare animale e il cane lo aiutò con piacere. Purtroppo, però, non rimase spazio a sufficienza anche per il cane, cosicché egli dovette sistemarsi all’ingresso dell’Arca, dove gli spifferi d’aria gelida e umida raffreddarono il suo naso.

Nonostante Noè lo avesse invitato ad entrare, il cane restò al suo posto, contento e onorato di aver aiutato l’amico, e così il suo naso divenne freddo e umido.

Quando preoccuparsi per il naso freddo nel cane?

In base a quanto spiegato poc’anzi, il naso del cane costituisce quindi più un indicatore dell’idratazione dell’animale, piuttosto che della salute.

Può capitare che in stagioni calde esso risulti comprensibilmente più secco e caldo e sarà quindi compito del padrone assicurarsi di idratare Fido al meglio.

Tuttavia, vi sono dei casi in cui il naso freddo nel cane potrebbe metterci in allarme, ecco quelli più significativi:

  • cambiamento nella consistenza delle secrezioni (muco) nasali;
  • difficoltà respiratorie e correlato affaticamento/letargia;
  • starnuti che scuotono testa e orecchie del cane;
  • gonfiore, scolorimento o escoriazione del tartufo;
  • presenza di febbre.

Nel caso si noti uno o più di questi sintomi associati, sarà opportuno rivolgersi al veterinario, per prendersi cura al meglio del tartufo del nostro amico a quattro zampe.