Instagram

Shopping per i pet? Passa da qui!

Pubblicità

Il cane ha il naso secco: significa che sta male?

nasi secchi di tre cani advice

Cosa significa quando il cane ha il naso secco?

© Shutterstock

Siamo abituati ad un muso umido che si appoggia sulla mano, ma quando il cane ha il naso secco ci dobbiamo preoccupare o è normale? Ecco la risposta!

Di Letizia Rogolino

aggiornato il 08/01/21, 17:47

Quando si prende un cane è facile, con il tempo, apprendere quali sono i suoi tratti distintivi, peculiari e uno di questi è senza dubbio il fatto che il proprio cane ha sempre il naso umido.

Ma quando il cane ha il naso secco potrebbe essere che qualcosa in lui non vada come dovrebbe andare. Esistono più possibilità perché questo accada, ma esistono anche dei rimedi, visto che può trattarsi di una vera e propria patologia.

Il naso del cane: tutto sul tartufo di Fido

Perché il cane ha il naso secco?

Quando il cane presenta un naso troppo asciutto, prima di fare una diagnosi affrettata, è bene controllare se il naso è secco ad intermittenza o con una certa continuità, e se il naso è screpolato o presenta delle ferite.

Nel primo caso non è preoccupante, nel secondo caso invece sì.

Troppo sole per Fido

Se il cane ha il naso secco, una delle prime cause è l’esposizione al sole: se ad esempio lo si porta in luoghi soleggiati come in spiaggia, è possibile che esso possa seccarsi.

Fido è dormiglione

Un’altra causa è quella che si presenta quando il cane dorme a lungo, e durante il sonno è facile che abbia il naso secco.

Fido non beve abbastanza

L'idratazione dei nostri animali domestici è un fattore da non sottovalutare mai. A seconda della taglia un cane deve assumere dal mezzo litro fino ad un litro di acqua al giorno (la variazione si ha in base al peso).

Se il cane ha il naso secco potrebbe essere disidratato. I segni di disidratazione sono molteplici:

  • cute anelastica;
  • naso secco;
  • mucose secche e arrossate;
  • tempo di riempimento capillare (si valuta con una digitopulsione sulle mucose creando un'ischemia locale che deve rientrare in 2 secondi) e minzione limitata.

Quando preoccuparsi se il cane ha il naso secco?

Le cause iniziano a diventare più preoccupanti quando il naso secco del cane è dovuto ad un abbassamento delle difese immunitarie, che non è risolvibile coi metodi più semplici, e può nascere il rischio di contrarre altre malattie.

Qual è il ruolo dell'alimentazione nel sistema immunitario del cane? Tutte le risposte nel nostro approfondimento

Nei casi più gravi, il naso secco nei cani è presentato come sintomo di malattie come parvovirosi e il cimurro, che portano spesso anche a screpolature del naso del cane.

Se poi queste due malattie sono accompagnate da altri sintomi come vomito, diarrea e febbre, allora bisogna assolutamente consultare il veterinario perché il problema potrebbe essere assai maggiore, come il cancro alla pelle, e quindi un’attenta e pronta analisi ci può dire effettivamente come agire per risolvere quanto prima il problema che si è creato.

Cosa fare quando il cane ha il naso secco?

Ovviamente, se il cane ha il naso secco vi è sempre un rimedio e questo può essere di varia azione e dosaggio.

Se la secchezza del naso è dovuta a cause meno importanti

Se la causa del naso secco nel cane è dovuta alla già citata esposizione al sole, ma anche appunto alle troppe ore di sonno dell'animale, il tutto può essere risolto con la semplice umidificazione del naso con acqua fresca, ma anche attraverso dei rinfrescanti pensati appositamente per loro.

Oppure si possono usare lubrificanti appositi come la vaselina, il burro di karité oppure l’olio di cocco, che il veterinario di solito consiglia nei casi più leggeri.

Se la causa del naso secco è dovuta a motivi più gravi

Nel caso in cui la secchezza fosse dovuta a cause ben più serie, come le sopracitate malattie parvovirosi e cimurro, allora bisogna affidarsi necessariamente alle cure del veterinario.

Quest'ultimo, dopo aver attentamente controllato il cane, si adopererà a curarlo attraverso le terapie adatte per entrambe le situazioni che, se non fatte in modo adeguato, potrebbero portare problemi molto gravi al vostro cane.

Nel caso di parvovirosi anche noi possiamo aiutare il nostro cane, evitando la disidratazione perchè forse non beve abbastanza.

Nel caso del cimurro, anche qui la terapia non è ben definita, ma è bene applicare antinfiammatori al cane, oltre che unguenti per le piaghe e medicine per evitare lo scolo nasale.

Se il cane ha il naso secco a causa della disidratazione

Nei casi in cui la disidratazione sia dovuta alla non disponibilità di acqua è possibile risolvere il tutto somministrandogliela gradualmente. La reidratazione, infatti, deve essere un rimedio fatto con calma e cautela: dare troppa acqua ad un cane disidratato potrebbe esitare in una diarrea osmotica.

Se invece la causa è sistemica e dovuta a patologia (vedi parvovirosi) in cui il soggetto non desidera assumere cibo e acqua bisognerà portarlo dal veterinario. In queste situazioni cliniche il monitoraggio e il supporto del paziente tramite flebo di soluzioni glucosate è indispensabile per la guarigione.

Un cane che non beve e non mangia è un soggetto che non può guarire. Per questo motivo l'alimentazione e l'idratazione endovenosa è l'unica strada. Il veterinario effettuerà flebo di supporto 2 volte al giorno per ristabilire le funzioni sistemiche ristabilendo in primis le alterazioni fisiologiche dando al paziente la possibilità di reagire alla malattia.

Inutile dire che queste accortezze restituiranno l'umidità del naso al nostro cane che tanto piace ai proprietari.

Rimedi per evitare che il cane abbia il naso troppo asciutto

Come tutte le malattie dei cani, esistono dei modi per prevenire delle patologie gravi e non correre rischi inutili. La pratica più potente e precisa di prevenzione è sicuramente la vaccinazione, soprattutto per evitare problemi maggiori.

In generale comunque è bene tenere il cane sempre ben idratato, facendolo bere di più, soprattutto nei periodi caldi, ed evitargli una lunga esposizione al sole, magari creando delle zone d’ombra nel caso fosse abituato a cortili e giardini privati.

Anche il freddo può essere un nemico del naso secco, quindi è bene non tenerlo in luoghi freddi e ventosi, che possono portare comunque secchezza del tartufo.

---

Articolo revisionato da

giuseppe-terlizzi



Giuseppe Terlizzi
Medico veterinario