Scopri qui se il tuo cane è obeso!🐶

PubblicitĂ 

Come togliere una zecca al cane?

cane nel bosco advice

Ecco come togliere una zecca al cane.

© Shutterstock

Con l’arrivo dei primi caldi riappaiono i parassiti, che possono essere molto pericolosi per gli amici a quattro zampe: ecco come togliere una zecca al cane.

Di Grazia Fontana

Pubblicato il 21/04/20, 17:09

Con l’arrivo dei primi caldi, periodo nel quale i pericolosi parassiti ricompaiono in maniera massiccia e tentano di annidarsi sugli animali a sangue caldo, molti proprietari di amici a quattro zampe si chiedono come togliere una zecca al cane.

I nostri animali domestici non vedono l’ora di infilarsi tra rovi e sottobosco alla ricerca di nuove avventure. Eppure, anche se il coraggio certo non gli manca, non sanno che il pericolo dei parassiti esterni si annida proprio lì e li stanno aspettando.

Non si tratta di un grosso cinghiale o di chissà quale bestia feroce, ma di un piccolo aracnide, un ragno particolarissimo che si nutre di sangue e può essere veramente super pericoloso: la zecca.

Piccolissima, talvolta grande poco più di due millimetri, la zecca si intrufola sotto il pelo, morde e rimane attaccata alla sua vittima succhiandone il sangue.

E non sempre è facile vederla, perché le sue dimensioni sono tali da renderla spesso difficilissima da trovare specialmente nei cani a pelo lungo o quando si insedia sotto un pelame scuro.

Proprio per questo, specialmente se ci si avventura in boschi o foreste nelle quali si sa che prolifera questo parassita, è sempre necessario, tornando a casa, controllare in modo meticoloso se l’amico è stato “aggredito” ed eventualmente togliere le zecche al cane.

Come sono fatte le zecche dei cani?

Esistono - in natura - due tipi di zecche, tutte accumunate dalle loro otto piccole zampette, che si distinguono tra loro per colore e dimensioni.

Le prime, più piccole e meno comuni, sono di colore violaceo, hanno dimensioni pari a circa 2 millimetri e tendono a installarsi sulle orecchie degli amici a quattro zampe.

Le seconde sono invece leggermente più grandi e possono arrivare a circa un centimetro di diametro.

Queste sono generalmente più scure e ben più diffuse e si distinguono in base al sesso: i maschi delle zecche, infatti, sono molto scuri (quasi neri) mentre le femmine sono grigie.

Come si fa a togliere una zecca al cane da soli?

Gli habitat delle zecche sono boschi, cespugli e campi di erba alta: qui questi parassiti s’insidiano temporaneamente in attesa del passaggio di animali a sangue caldo ai quale poi si attaccano, attraverso la loro bocca, per succhiarne il sangue.

Proprio per questo è consigliabile controllare attentamente il pelo del cane al rientro dalle passeggiate in mezzo alla natura, passando le mani contropelo per intercettare anche le più piccole escrescenze, e utilizzare - specialmente se si ha l’abitudine di portare il proprio amico peloso a spasso nei boschi - antiparassitari specifici per la prevenzione.

Se vediamo o sentiamo qualcosa, allora è necessario smuovere il pelo con le dita tutto attorno e verificare che si tratti veramente di una zecca.

Se si intercetta la presenza di un parassita è indispensabile intervenire prontamente perché le zecche possono trasmettere malattie al cane (che possono essere mortali) e bisogna scongiurare l’infestazione dell’ambiente.

Eliminare le zecche significa anche proteggere le persone che vivono con il cane, visto che questi parassiti possono mordere indifferentemente anche l’uomo.

Come levare la zecca al cane con le pinzette

Per rimuovere la zecca dal cane, quindi, è necessario staccarla con una pinzetta (afferrandola delicatamente nel punto più vicino possibile alla pelle del quattro zampe) facendo ben attenzione che non si spezzi ed eseguendo un movimento rotatorio simile a quello di un cacciavite.

Se non avete le pinzette apposite, qui vi spieghiamo come togliere una zecca al cane senza pinzette

Il vero problema quando bisogna effettuare la rimozione delle zecche al cane consiste nel fatto che il parassita infila la sua testa nella pelle del cane e se questa dovesse staccarsi dal corpo e rimanere conficcata potrebbe provocare irritazioni e infezioni.

Non appena il fastidioso parassita verrà estratto, poi, lo si dovrà bruciare o immergere nell’alcool, mentre il punto in cui si era installato sulla cute del cane dovrà essere disinfettato con tanta cura ed eventualmente trattato con una pomata specifica.

Sarà utile sapere anche che, generalmente, le zecche più scure (i maschi) si staccano con maggior facilità mentre le femmine richiedono più attenzione perché - in natura - le zecche femmine staccandosi dall’animale depongono le uova che sono mediamente 500 per volta e dunque possono rapidamente infestare l’ambiente circostante.

Perché bisogna bruciare la zecca tolta?

Se l’operazione è andata a buon fine il parassita cercherà di muoversi e di andarsene, pronto a colpire di nuovo al momento buono. Proprio per questo deve essere eliminato prima che possa fare altri danni.

Eliminare le zecche non vuol dire buttarle nel cestino della spazzatura, dal quale possono facilmente uscire, ma neppure nel lavandino, perché anche in questo caso non è certo difficile per la zecca trovare il modo di risalire. Inutile anche cercare di schiacciarla in modi fantasiosi.

Il modo più semplice per eliminare la zecca è quello di bruciare il parassita bagnandolo d’alcol e dandogli fuoco con un fiammifero.

Gettarla in un cestino per strada o dalla finestra significa solo passare il problema a qualcun altro.