Scopri qui se il tuo cane è obeso!🐶

Pubblicità

Quando mettere l’antiparassitario al cane? Il calendario delle somministrazioni

cane-bianco-e-nero-con-parassiti advice

Ecco quando bisogna mettere l'antiparassitario al cane.

© Pixabay

Applicare regolarmente l’antiparassitario al cane è molto importante perché lo aiuta a difendersi dagli attacchi di vermi intestinali, pulci e zecche. Ecco ogni quanto farlo.

Di Nina Segatori

aggiornato il 07/09/20, 12:15

Prendersi cura del proprio amico a quattro zampe significa anche sottoporre l’animale a regolari controlli per proteggerlo da future malattie e parassiti, come vermi intestinali, pulci, zecche e pidocchi.

Purtroppo si tratta di parassiti presenti nell'ambiente anche domestico e non, come comunenemente si pensa, solo portati da animali infetti. Spesso, infatti, il contagio avviene tra le mura di casa perciò è opportuno applicare sempre i prodotti adeguati.

Fare un trattamento antiparassitario al cane previene infatti il rischio di pericolose infezioni, che possono portare complicazioni alla salute del cane e, nei casi più gravi, anche alla morte dell’animale.

La somministrazione dell’antiparassitario deve essere quindi fatta sin dalla più tenera età e con regolare frequenza, seguendo un calendario delle somministrazioni, che può variare a seconda del peso e dello stile di vita dell’animale.

Quando iniziare a mettere l'antiparassitario al cane?

Il primo trattamento antiparassitario al cane cucciolo va fatto nella quarta settimana di vita (tra il 21esimo e il 30esimo giorno).

Questo deve essere poi fatto regolarmente ogni 15 o 30 giorni (a seconda del trattamento), fino al compimento del sesto mese di età.

È buona prassi sverminare il cucciolo giorni prima di ogni sua vaccinazione, anche se solitamente è il veterinario stesso a somministrare il trattamento anche solo a livello preventivo.

Nel caso degli adulti (a partire dai 6 mesi di vita), è possibile mettere l’antiparassitario ogni 30 giorni. Non importa che si tratti di cani domestici o più a contatto con zone in cui è probabile trovare pulci e zecche.

Alcuni prodotti coprono l'animale pressochè da tutti i possibili parassiti anche se con efficacia garantita a scadenze diverse. Ad esempio, possono tenere lontane le pulci per un mese e le zecche per 6 settimane.

In questi casi bisogna comunque parlarne col veterinario stabilendo le opportune somministrazioni perché è consigliabile che la prevenzione sia sempre completa contro tutti gli ospiti indesiderati.

Quali sono i possibili trattamenti antiparassitari?

Tra i tipi di antiparassitari da usare troviamo:

  • l’antiparassitario spot-on;
  • le gocce che si mettono tra le scapole;
  • le compresse;
  • le tavolette.

È anche possibile optare per un’iniezione sottocutanea, come nel caso della filariosi, ma quella va fatta solo una volta l’anno, a ridosso dei mesi estivi, ovvero entro maggio.

Si tratta di un caso particolare poiché in alcuni casi può essere controproducente e portare dei rischi per l'animale. Infatti, ad anni alterni, viene effettuato il test per verificare che l'animale non sia infetto, combattendo invece questo caso con le comuni tavolette di pari efficacia.

La prevenzione e i rimedi naturali contro i parassiti

Pulci e zecche sono soprattutto un problema primaverile ed estivo. Nonostante ciò è sempre opportuno applicare regolarmente l’antiparassitario al cane durante tutto l’anno e portarlo dal veterinario per un controllo più approfondito nel periodo primaverile per assicurarsi che non ci sia già un’infestazione in corso.

I trattamenti possibili non riguardano comunque soltanto prodotti chimici, ma anche naturali, a base di oli essenziali.

L’olio di neem è, ad esempio, un ottimo rimedio contro le pulci del cane.  Anche l’olio di lavanda, la citronella, la menta e l’aceto di mele sono considerati degli ottimi deterrenti contro pulci e zecche.

In via preventiva, è consigliato anche l’utilizzo dell’aglio e del lievito di birra nella ciotola del cane, in modo che questo riesca a tener lontano i fastidiosi parassiti.

Infine è possibile realizzare una soluzione con del limone e il già citato aceto di mele. Questo shampoo per cani può essere utilizzato durante tutto l’anno e tra i benefici, oltre a non causare alcun effetto collaterale sul cane, riesce a rendere lucido e liscio il pelo dell’animale.

Vi ricordiamo che prima di agire è sempre e comunque opportuno chiedere il parere del vostro veterinario di fiducia.

---

Articolo revisionato da

francesco-reina 



Francesco Reina
Assistente veterinario