News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Il mio cane è morto, cosa devo fare?

zampe-di-cane-stese-al-pavimento advice

Cosa fare con il corpo del proprio cane morto? Ecco cosa dice la legge.

© Pixabay

Il dolore per il proprio cane morto può farci dimenticare quali sono i passi da compiere per la sua sepoltura e per essere in regola con la legge. Ecco cosa fare in caso di morte del cane. 

Di Nina Segatori

Quando muore un animale domestico difficilmente si pensa subito a cosa fare dopo la sua morte, ma ci sono alcuni passi burocratici e relativi alla sepoltura che è bene non trascurare per non incappare in multe salate o sanzioni amministrative.

Ecco cosa fare in caso di morte del cane.

Chiedere il certificato di decesso

Partendo dal presupposto che i cani domestici sono dotati di microchip da quando sono cuccioli ed hanno una propria registrazione all'anagrafe canina, in caso di decesso sia naturale che per eutanasia, bisogna chiedere al veterinario il certificato di morte del cane.

Il documento, poi, andrà depositato presso il servizio veterinario della Asl di competenza, entro 15 giorni dalla morte del nostro amico a quattro zampe per la denuncia di morte.

Dove e come si seppellisce un cane morto?

Di solito si immagina di seppellire il proprio animale in un terreno, pratica che fino a qualche tempo fa era vietata. Oggi è permesso, ma solo se sussistono alcune condizioni:

  • il luogo in cui si vuole sotterrare il cane dovrà essere un terreno di proprietà del padrone dell'animale;
  • il cane non deve essere morto per malattia infettiva (potrebbe contaminare le falde acquifere);
  • deve essere ricoperto da cemento per evitare che gli animali selvatici lo deseppelliscano.

Il sondaggio di Wamiz

Dati alla mano, dopo aver effettuato un sondaggio tra i nostri lettori che hanno perso almeno una volta un animale domestico, il 60% degli italiani ha scelto il seppellimento e, tra questi, il 69% ha seppellito il proprio animale nel proprio giardino.

Da non dimenticare, che in Italia esistono diversi cimiteri per gli animali. Ecco la lista delle città che ne hanno uno.

Cremazione

Il più delle volte è il veterinario ad occuparsi del corpicino del nostro cagnolone appena defunto, affidandolo ad una delle ditte specializzate nella cremazione degli animali. Questa pratica ha un costo, che varia in base alla ditta scelta e al veterinario che tiene l'animale in detenzione fino alla bruciatura del corpo. Però, in termini sanitari è la procedura migliore, soprattutto per chi non ha un giardino dove seppellire il cane.

Di solito di consiglia di riporre le ceneri in un sacco porta salma monouso e per lo smaltimento delle ceneri, una vota ottenute indietro, la normativa europea non fornisce alcuna indicazione. Possono quindi essere disperse o conservate in un'urna e sotterrata, ma solo se fatta in materiale biodegradabile.

Il sondaggio di Wamiz

Secondo i risultati del nostro sondaggio, solo il 19% degli italiani sceglie la cremazione collettiva, mentre il 21% la cremazione singola.

Tra questi, solo il 47% dei proprietari conserva in casa l'urna con le ceneri dell'animale morto.

infografica-lutto-sondaggio-wamiz
I risultati del sondaggio condotto da Wamiz.©Wamiz

Mai nella spazzatura

Sarebbe bene precisare che gettare il corpo del cane morto nella spazzatura è una pratica illegale, a cui qualcuno ricorre per non pagare i costi burocratici della cancellazione dall'anagrafe canina e della cremazione.

In realtà la multa in cui si incappa è ben più salata e varia intorno ai 30 mila euro. Quindi, prima di fare una cosa del genere pensateci bene, sia in termini affettivi che meramente pecuniari.