News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Sangue nelle feci del cane: cosa significa

Cane piegato per fare cacca advice © Pixabay

Avete visto sangue nelle feci del cane? Ecco cosa significa, cosa può essere e quali potrebbero essere i rimedi e le cure per dare sollievo al vostro amico a quattro zampe quando nella sua cacca sono presenti macchie rosse.

Di Coryse Farina

Quando è presente sangue nelle feci del cane, è istintivo provare agitazione o preoccupazione per il proprio animale domestico. Nonostante ciò, la cacca del cane con sangue è un sintomo molto comune al quale ogni proprietario di un animale a quattro zampe si confronta almeno una volta nella vita. Benché sia molto comune, è dunque bene capire cosa significa e da dove proviene. Nonostante possiate fare da voi una diagnosi, è sempre meglio portare il cane da un veterinario per una visita specialistica per escludere con certezza malattie gravi o, eventualmente, iniziare una terapia di cura con assunzione di farmaci.

Sangue nelle feci di colore rosso vivo: ematochezia

Se nelle feci è presente del sangue rosso vivo è meno allarmante rispetto ad un colore più scuro, a meno che sia abbondante e ripetitivo, poiché significa che proviene dalla parte finale dell’intestino crasso ed è spesso dovuto ad un’irritazione dell’ano di origine infiammatoria o parassitaria. In questo caso, si parla di ematochezia. Sono diverse le problematiche, più o meno gravi che possono causare questo tipo di sintomo:

  • Malattie parassitarie: vermi, ascaridi o tricocefali. I più dannosi sono gli anchilostomi, i nematodi ed i coccidi. In tal caso il veterinario farà un prelievo delle feci del cane per determinare esattamente di quale parassito si tratti e provvederà a prescrivere una cura.
  • Intolleranze alimentari: l’intolleranza o allergia alimentare, provoca irritazioni del colon, con una conseguente diarrea con sangue e muco. In tal caso è bene modificare la dieta dell’animale a poco a poco per capire esattamente da quali alimenti proviene la problematica.
  • Infezioni batteriche
  • Gastroenterite emorragica: è una patologia che causa vomito e diarrea emorragica con molto sangue nella cacca del cane. Il veterinario provvederà a realizzare una fluidoterapia dato che la diarrea provoca disidratazione.
  • Parvovirosi: malattia molto seria che riguarda principalmente i cuccioli ed alcune razze come il Pastore tedesco, il Rottweiler ed il Dobermann. Il sangue negli escrementi, in questo caso, è associato anche a vomito, diarrea, letargia, perdita di appetito, tutti sintomi che, se non curati, possono portare alla morte dell’animale.
  • Presenza di un corpo estraneo nel sistema digestivo
  • Polipi rettali
  • Disturbi alle ghiandole anali
  • Ascesso o fistole anali
  • Stress: in casi di trasloco, arrivo di un nuovo animale o perdita di una figura di riferimento il cane può soffrire di ematochezia e diarrea con sangue.

Sangue nelle feci di colore rosso scuro: malena

Se il sangue nelle feci ha un colore scuro, significa che proviene dalla parte più alta dell’intestino quindi probabilmente da polmoni, stomaco, intestino tenue superiore, o faringe. In tal caso si parla di malena, quindi bisogna necessariamente portare il cane dal veterinario. I sintomi dipendono possono essere causati da:

  • Ulcere: provocate da utilizzo inappropriato di alcuni farmaci come i FANS (antinfiammatori non steroidei). Queste ulcere provocheranno sanguinamenti che il cane espellerà tramite le feci attraverso sangue nero simile al carbone.
  • Disturbi di coagulazione: alcune malattie o sostanze esterne come veleno per topi, possono provocare disturbi nella coagulazione del sangue. Se vi accorgete che il cane ha ingerito veleno per topi, bisogna portarlo d’urgenza dal veterinario.
  • Sanguinamento dopo un intervento chirurgico: se entro le 72 ore dall’intervento il cane presenta cacca con sangue bisogna portarlo velocemente dal veterinario.
  • Tumore del colon retto benigno o maligno: i polipi sono escrescenze anormali diagnosticate tramite endoscopia o palpazione. Dato che alcuni possono essere maligni è necessario parlare con un veterinario.
  • Pepto Bismol: se il cane fa uso di questo medicinale non si tratta di sangue nelle feci. È il medicinale stesso che provoca delle feci molto scure. Una volta finito il trattamento, il colore tornerà normale.
  • Ingestione di sangue: se il cane ha perso sangue dal naso o dalla bocca, oppure ha leccato una ferita sanguinante, è probabile che si noti del sangue scuro digerito nelle feci.
  • Insufficienza renale o epatica
  • Pancreatite
  • Ischemia gastrointestinale: è derivata dalla mancanza di sangue e dunque di ossigeno nei tessuti che provoca sanguinamenti interni.
  • Ostruzioni intestinali, ragade anale o infezioni batteriche
  • Diarrea emorragica

Come curare il sangue nelle feci del cane?

Prima di tutto bisogna individuare la causa della perdita di sangue. Ogni problematica sopraelencata ha una terapia ed un trattamento specifico da seguire quindi, sarà ruolo del veterinario prescrivere la migliore cura. Alcuni esami che potrebbe richiedere per effettuare una diagnosi accurata sono:

  • Profilo biochimico del cane: per controllare i livelli di azotemia, creatininemia, colesterolemia, glicemia, bilirubina, albumina ecc. Sono esami comuni che aiutano alla diagnosi di un'eventuale insufficienza renale o epatica.
  • Analisi delle urine: per verificare la funzione dell’apparato renale e valutare lo stato di idratazione del cane, messo forse a repentaglio in casi di diarrea.
  • Esame emocromocitometrico: rilevazione dei globuli bianchi, rossi e piastrine
  • Test per malattie infettive
  • Test di coagulazione
  • Esame delle feci del cane per valutare la presenza di parassiti intestinali
  • Endoscopia

Nella maggior parte dei casi in cui è presente del sangue nelle feci del cane verranno semplicemente prescritti dei farmaci, integratori e cibi secchi. 

Come prevenire il sangue nelle feci del cane?

Sono necessari pochi e semplici accorgimenti per prevenire qualsiasi ematochezia o malena nel cane. Come prima cosa, mantenere un’alimentazione corretta attraverso una dieta varia e bilanciata. Importanti sono anche il modo e il tempo di somministrazione del cibo. Preferire dei pasti regolari e leggeri a lungi digiuni. Indispensabile è fornire sempre una ciotola di acqua fresca e controllare, con l’aiuto di un veterinario, se gli alimenti che vogliamo proporre ai nostri pelosi, non contengano prodotti a cui potrebbero essere intolleranti.

L'igiene del cane per prevenire le malattie

È, inoltre, necessario controllare costantemente le feci di Fido, per reperire sul nascere eventuali tracce di problematiche interne. Incentivate il vostro animale a fare attività fisica e preoccupatevi regolarmente della sua igiene. Osservate il pelo, le zampe, la bocca, i genitali e le zone glabre in modo da medicare eventuali escoriazioni e verificare la presenza di possibili zone arrossate. Pulite spesso la sua cuccia senza lasciare tracce di prodotti chimici e tenete alla larga del vostro animale tutti i prodotti per la casa e per il giardino onde evitare intossicazioni e ingestioni.