Scopri qui se il tuo cane è obeso!🐶

Pubblicità

I cani possono mangiare le fave?

barboncini con cestino di fave advice

Scopriamo se dare le fave ai cani è una buona idea o no.

© Serena Esposito - Wamiz

La possibilità di dare fave ai cani è un argomento molto dibattuto e i punti di vista in merito possono essere differenti. In questo articolo risponderemo alla domanda e spiegheremo perché è meglio evitare di dare fave ai cani.

Di Serena Esposito

aggiornato il 04/06/20, 11:54

Con la bella stagione e le fave che spuntano nel nostro orto, o approdano sulla nostra tavola, i padroni di amici a quattro zampe si trovano davanti alla solita domanda, che si pone per molti cibi: si possono dare le fave ai cani?

In quanto appartenenti alla famiglia delle leguminose, ad un occhio superficiale o ignaro delle loro specifiche caratteristiche, potrebbe sembrare che, al pari di lenticchie, piselli, ceci e fagioli, le fave siano un ottimo compromesso tra energia e calorie.

A proposito di cosa può mangiare il cane: Scopri se e come il cane può mangiare le uova!

I legumi possono, infatti, essere fonte di fibre, minerali e vitamine, utili rispettivamente a nutrire la flora batterica intestinale del proprio cane e fornire i necessari micronutrienti non sempre sufficienti nelle diete a base di proteine animali, caratteristiche dell’alimentazione generale del cane.

Tuttavia, il discorso da fare sulle fave è un po' diverso, e andremo a scoprire il perché nei prossimi paragrafi.

Il cane può mangiare le fave?

La risposta è no: le fave fanno male al cane, e inoltre Fido non ne ha bisogno. Come mai vi chiederete, se in linea di massima, ed in quantità limitate e bassa frequenza, il cane può mangiare tutti i legumi della tavola dei suoi esseri umani?

Il motivo risiede in una specifica proteina, appartenente alla famiglia delle lectine, che risulta particolarmente abbondante nelle fave, per la loro dimensione e per lo spessore e la durezza della buccia del loro seme.

Tale proteina è chiamata fitoemoagglutinina, ma viene anche indicata con l’acronimo PHA (Phytohaemagglutinin) e risulta tossica per il cane, in particolar modo per lo stomaco e l’intestino: Fido non riesce a metabolizzarla a dovere, e subisce conseguenze anche gravi immediatamente dopo la sua assunzione.

A questo punto sorge la domanda: questo vale per tutte le forme in cui le fave sono commestibili dall’uomo, fresche, secche o cotte? Andiamo a rispondere anche a questo.

Il cane può mangiare le fave fresche?

Assolutamente no. Le fave fresche sono le più pericolose per il cane, in quanto la fitoemoagglutinina contenuta nei loro semi, non essendo stati cotti questi ultimi, non ha incrementato la propria digeribilità, estremamente difficoltosa per l'apparato digerente del cane.

E le fave secche?

I legumi secchi in generale sono da evitare a causa dell’alta percentuale di amido che presentano e della carenza di vitamine. 

Le fibre contenute nelle fave potrebbero inoltre irritare l’intestino e creare problemi specialmente se non masticate, cosa che spesso i cani fanno, a causa della foga nell’ingerire il boccone.

Allora si possono dare le fave cotte ai cani?

Solo in seguito ad una cottura prolungata e profonda, si potrebbe pensare di azzardare l’ipotesi di dare le fave al cane in dei piatti preparati in casa, per i motivi di cui sopra.

Tuttavia, le reazioni del cane all’assunzione di fave anche cotte, possono essere molto soggettive e cambiare di intensità da un esemplare all’altro. 

Per questa ragione, noi di Wamiz ci sentiamo in dovere di sconsigliare in ogni caso l’assunzione di fave per il cane: dopotutto basta dire di no a Fido, e offrirgli in cambio qualcosa di più sicuro per la sua salute, come carote, zucchine, o finocchi, o perché no, qualche altro tipo di legume che non risulti per lui, tossico quanto le fave.

Le fave fanno male ai cani? Ecco cosa accade!

In seguito all’assunzione di fave, che esse siano fresche, secche o cotte, il cane è solito presentare sintomi di malessere quali:

Sarà quindi fondamentale tenere le fave lontano dalla portata di Fido, sia che esse siano nell’orto dietro casa, sia che esse si trovino in cucina.

Cosa fare se il cane mangia fave?

In caso di ingestione accidentale di fave, ed eventuale presentazione di uno dei sintomi sopracitati, sarà opportuno recarsi immediatamente dal veterinario, al fine di scongiurare una intossicazione alimentare e danni all’apparato gastroenterico del cane, ad essa correlati.

Leggi anche