Cosa mettere nella ciotola dei cani?🐶

PubblicitĂ 

Quando fare l'eutanasia al cane?

proprietario mantiene la zampa al suo cane prima dell'eutanasia

L'eutanasia al cane è una pratica spesso necessaria per evitare inutili sofferenze.

© Shutterstock

Fare l'eutanasia al cane è forse l'extrema ratio a dimostrazione dell'affetto che si prova per il proprio animale quando non c'è più nulla da fare.

Di Giuseppe Terlizzi

Pubblicato il 10/02/21, 19:17

Fare l'eutanasia al cane è probabilmente la decisione più difficile che un proprietario di un animale domestico possa prendere.

Di seguito troverai informazioni utili su come contattare un veterinario e su come rendere questa situazione il più indolore possibile per il tuo cane e per te.

Nonostante i luoghi comuni la soppressione del proprio cane è un momento di elevatissima sensibilità da parte del proprietario che, col supporto specialistico veterinario, potrà prendere la giusta decisione.

Come prendere la decisione di fare l'eutanasia al cane?

Nel momento in cui si decide di sopprimere un cane i passaggi da seguire sono quelli standard per una qualunque procedura medica.

È utile prenotare un appuntamento in anticipo in modo tale che il veterinario possa preparare e concedere tempo e spazio adeguati per te e il tuo animale domestico.

Tuttavia, in una situazione di emergenza puoi andare immediatamente dal veterinario: chiamare quando sei in viaggio aiuterà la pianificazione della procedura.

L'eutanasia è il termine formale che indica l'induzione chimica alla morte del tuo animale domestico. Decidere di salutare per sempre il tuo amato animale domestico è spesso molto difficile ed è normale provare tutta una serie di emozioni.

Il team veterinario ti guiderà attraverso questo processo per aiutarti a prendere la decisione migliore per la sorte di Fido. Esistono anche delle cliniche specializzate che forniscono il supporto per elaborare il lutto degli animali domestici in modo discreto, delicato e informale.

Decisione per un'eutanasia: il supporto veterinario

Il proprietario ha il diritto legale di autorizzare l'eutanasia al cane ma, di certo, è discrezione del veterinario valutare tutte le ipotesi percorribili prima dell'ultima spiaggia.

Un veterinario non è mai obbligato a sopprimere un animale domestico sano a meno che il caso specifico non rientri in un obbligo di legge (come un comportamento aggressivo). 

Dove e quando fare l'eutanasia?

Il luogo d'elezione per sopprimere il proprio animale domestico è una clinica veterinaria che presenta tutti gli accorgimenti necessari per gestire questa procedura con professionalità.

Puoi contattare il veterinario per porre domande su cosa fare quando si fa l'eutanasia al cane. Stare con il tuo animale domestico durante l'eutanasia è generalmente possibile e puoi chiedere in anticipo cosa accadrà precisamente per prepararti all'evento.

I cani provano dolore se sottoposti a eutanasia?

Molti proprietari si preoccupano di come si sentirà il loro cane quando verrà indotto chimicamente a morte. Sarà importante che il nostro animale domestico si senta a proprio agio e amato cercando di rendere l'esperienza più tranquilla possibile per loro e per te.

Come si comporta un cane morente: scoprilo in questo articolo!

Il motivo per cui si va a prendere in considerazione l'eutanasia al cane è proprio quella di evitargli sofferenze inutili negli ultimi giorni di vita. In base a questo presupposto è ovvio che il processo di induzione chimico a morte non sarà assolutamente doloroso.

Come fanno l'eutanasia agli animali?

Alla maggior parte dei cani verrà somministrata una dose elevata di anestetico che è indolore e li farà scivolare nel sonno profondo prima di morire.

Potrebbe esserci un momento di disagio quando inizia l'iniezione, ma un medico veterinario può scegliere di usare l'anestetico locale o la sedazione se il tuo cane si mostra angosciato.

Il processo è solitamente molto veloce, ma può richiedere un periodo di tempo diverso per ogni individuo e alcuni animali domestici mostrano segni di sognare o russare prima di morire.

Sentiti sempre libero di fare domande al veterinario prima dell'eutanasia, ma evita di farle dopo che il processo è iniziato in quanto potresti disturbare l'efficacia del trattamento. 

Quando fare l'eutanasia al cane?

Non esiste una risposta giusta per decidere quando è il momento giusto per sopprimere il cane. Dipende dalla qualità di vita del cane, da come vivono le attività quotidiane, se stanno provando dolore e se hanno condizioni di salute a cui è impossibile porre rimedio.

Se stai iniziando a pensare all'eutanasia, puoi fissare un appuntamento per parlare con un veterinario per avere una guida in questo difficile percorso emotivo. 

Come posso parlare con un veterinario dell'eutanasia?

Non preoccuparti di sollevare il tema dell'eutanasia con un veterinario: è una figura professionale abituata a discutere argomenti di questo genere con i proprietari e sarà pronto a rispondere a qualsiasi domanda tu possa avere e fornire indicazioni necessarie.

Il colloquio col veterinario sarà utile per valutare le diverse opzioni dall'eutanasia (se esistono) o comunque discutere circa dinamiche su cui si fonda il procedimento farmacologico di induzione indolore alla morte.

Quanto il cibo influisce sulla durata della vita del mio animale? Qualche informazione utile

Quanto costa l'eutanasia al cane?

Come spesso accade nel mondo dei trattamenti veterinari la tariffa è a completo carico del proprietario senza esenzioni di nessun genere.

Il costo dell'eutanasia al cane varia dai 100 ai 300 euro a seconda se fatta in clinica o a domicilio e in base al peso del soggetto da sopprimere. 

È etica l'eutanasia del tuo cane?

Ognuno ha il proprio punto di vista sul concetto di "etica". Tuttavia nella professione veterinaria l'eutanasia è considerata un modo etico e indolore per porre fine alla sofferenza di un animale.

Problemi economici? Scopri quanto costa una visita dal veterinario!

È anche considerato non etico lasciare che un animale domestico soffra, soprattutto se non sono possibili opzioni di trattamento alternative.

A volte lasciare andare il proprio compagno di vita è un pensiero insopportabile, ma è bene pensare che lo si fa per amore e sensibilità: d'altronde non c'è altro modo!