News :

TEST: Che razza di gatto fa per te?😻😻

Pubblicità

7 piante natalizie pericolose per cani e gatti

cane-e-gatto-vicino-ad-albero-di-natale advice

A Natale, alcune piante si rivelano molto tossiche per i nostri amici animali.

© Shuttertock

L'intossicazione da piante non avviene solo in primavera. Belli, accoglienti e colorati, alcuni fiori e piante che adornano i nostri interni per le festività natalizie sono in effetti molto tossici per i nostri animali.

Di Ilenia Colombo

Le piante di Natale che decorano le nostre case non lasciano nessuno indifferente. Nemmeno i nostri amici a quattro zampe!

Ma per quanto siano belle da vedere, sono anche veri e propri veleni per i nostri cani e gatti. Se questi ultimi le ingeriscono in grandi quantità, possono persino morire.

Le 7 piante di Natale pericolose per cani e gatti

Scopriamo insieme quali sono le piante che sono dannose per salute dei nostri animali domestici e quali sono gli effetti che esse causano a cani e gatti.

Vischio

Baciarsi sotto il vischio porterebbe fortuna secondo la tradizione. Tuttavia, assicurati che questa pianta rimanga lontana dai tuoi animali: se è pericolosa nella sua interezza, le sue bacche lo sono ancora di più. Quindi fai attenzione: se alcune cadono a terra, toglile prima che cani e gatti ci giochino o le mordano.

Le bacche del vischio possono causare:

  • salivazione eccessiva;
  • problemi cardiaci;
  • disturbi digestivi (vomito e diarrea);
  • nervosi.

Fai attenzione, in questi casi, poiché l'intossicazione può essere fatale.

vischio
Le bacche del vischio sono molto dannose per gli animali. © Shutterstock

Agrifoglio

Come il vischio, le foglie e le bacche dell'agrifoglio sono molto tossiche per gli animali domestici. Se ingerite, cani e gatti possono soffrire di:

  • disturbi digestivi;
  • vomito;
  • diarrea;
  • importante salivazione.

Le intossicazioni mortali sono invece rare.

agrifoglio
I sintomi da intossicazione di questa pianta sono simili a quelli del vischio. © Shutterstock

Tasso

Questa pianta adorna le ghirlande natalizie e dell'Avvento che possiamo trovare sulle porte o posizionate sui tavoli delle cene di famiglia.

Tuttavia, il tasso è mortale per cani e gatti che lo ingeriscono in grandi quantità. In piccole dosi, invece, causerà principalmente disturbi digestivi, dolori addominali e tremori.

pianta-del-tasso
Se ingerito in grandi quantità, il tasso si rivela mortale per cani e gatti. © Shutterstock

Rosa di Natale o Elleboro

Per quanto bella che sia, la Rosa di Natale è anche tossica per gli animali domestici. Questa pianta può causare:

  • nervosismo;
  • vomito;
  • diarrea;
  • maggiore salivazione.
rosa-di-natale-o-elleboro
Teniamo lontani cani e gatti dalla Rosa di Natale. © Shutterstock

Stella di Natale, o Poinsettia

Per gli animali, è meno pericolosa di agrifoglio e vischio. La Stella di Natale può comunque irritare bocca e stomaco di cani e gatti che la mangiano.

stella-di-natale-o-poinsettia
Anche se meno dannosa di altre piante natalizie, la Poinsettia causa irritazioni ai nostri amici animali. © Shutterstock

Ciliegia di Gerusalemme

Sì, questo alberello è bellissimo. È innegabile. Ma le sue bacche, a base di solanina, sono pericolose. Ingerite, possono causare vomito, diarrea, convulsioni e persino paralisi degli arti posteriori in cani e gatti.

ciliegia-di-gerusalemme
Questa pianta ha degli effetti molto gravi sulla salute dei nostri amici canini e felini. © Shutterstock

Erica di Natale

Con i suoi adorabili fiorellini che sbocciano da novembre a febbraio, questa erica è una delizia per gli amanti delle piante. Tuttavia, fa molto male a cani e gatti: se la ingeriscono, i quattrozampe sono esposti a disturbi cardiaci, digestivi e nervosi.

erica-di-natale-o-erica-canaliculata
Nonostante il bell'aspetto, questa pianta è dannosa per gli animali. © Shutterstock

Il mio animale ha ingerito una pianta velenosa, cosa devo fare?

Se becchi il tuo animale in tempo, allontanalo immediatamente dalla pianta. Se invece ha avuto il tempo di ingerirlo, non esitare a farlo vomitare dandogli un cucchiaio di sale diluito in mezzo bicchiere d'acqua o usando acqua ossigenata (5 ml direttamente in bocca, ogni quarto d'ora).

Inoltre, fissa un appuntamento con un veterinario senza ulteriori indugi: è importante agire entro 2 ore dall'ingestione, per evitare problemi.

In caso di dubbio, puoi anche contattare un centro antiveleni. Quest'ultimo sarà in grado di guidarti e dirti quali sono i rischi a cui va incontro il tuo amico a quattro zampe.

Ma la soluzione migliore è la prevenzione, quindi evita di acquistare piante che possono essere tossiche per il tuo animale domestico. I fiori di plastica fanno pure un bell’effetto!

Leggi anche