Instagram

È Natale! Tanti buoni sconto per voi🎄

Pubblicità

Cos'è il lyssavirus del gatto e cosa fare per proteggere Micio?

Gatto guarda in aria advice

Il lyssavirus nel gatto, un caso ad Arezzo.

© Pixabay

Ad Arezzo è stato isolato da un gatto il lyssavirus, un virus che desta preoccupazione nella comunità scientifica, cosa sta accadendo? 

Di Giuseppe Terlizzi

Pubblicato il 29/06/20, 21:01

Ad Arezzo, un gatto è morto dopo aver morso la padrona. Nel felino è stato trovato un virus chiamato Lyssavirus, una patologia riscontrata solo una volta, nel 2002, in un pipistrello del caucaso

Cos'è il Lyssavirus? 

Il Lyssavirus è un virus a RNA appartenente alla famiglia rhabdoviridae. Tuttavia, le  informazioni su questa patologia sono scarse.

Sono i pipistrelli, spesso, a fungere da vettori di lyssavirus. In particolare, i pipistrelli insettivori giocano un ruolo importante nell'epidemiologia della rabbia e di alcuni virus simili alla rabbia, mentre i pipistrelli vampiro ematofagi sono il principale vettore della fauna selvatica per la rabbia in America latina.

Ma cos'è un virus?

I virus si possono considerare come entità biologiche però non rispondono a tutti i criteri con cui si definiscono i viventi. I virus, infatti, hanno un codice genetico, ma non si riproducono in modo autonomo, possono riprodursi solo all’interno di una cellula ospite.

I virus sono perciò microorganismi patogeni microscopici e sono la forma più sviluppata sulla terra.

Essi possono essere responsabili di malattie in organismi appartenenti a tutti i regni biologici: esistono infatti virus che attaccano batteri (i batteriofagi), funghi, piante e animali, compreso l'uomo.

Quando un virus diventa pericoloso?

Elementi cruciali che rendono un virus pericoloso o innocuo sono le condizioni di permissività alla vita: 

  • Temperatura;
  • Ph (esprime l’acidità o la basicità di un ambiente);
  • Umidità;
  • Vettori di infezione;
  • Stato immunitario dell’ospite definitivo.

Se uno di questi elementi non si presenta idoneo alla vita e alla virulenza di un virus la patologia nell’ospite definitivo non avrà un esito clinico e, quindi, non saranno presenti sintomi di nessun tipo. 

Lyssavirus: nuova minaccia o falso allarme? 

In generale, la mortalità nei pipistrelli infettati attraverso una via naturale sembra essere bassa e si verifica la sieroconversione in molti di quelli che sopravvivono.

La trasmissione della rabbia da un pipistrello infetto può avvenire tramite un morso, ma sono possibili anche altri percorsi.

Come capire se il gatto è affetto da lyssavirus?

Metodi per il diagnosi di infezioni da lissavirus di pipistrello in pipistrelli e mammiferi terrestri (incluso umani) sono simili alle procedure classiche per la rabbia.

La prevenzione e il controllo di queste malattie restano importanti. Rivolegetevi al vostro medico veterinario di fiducia per scongiurare qualsiasi malattia che potrebbe colpire il vostro amico a quattro zampe.

Come si comporterà il Ministero della salute? 

In seguito all’isolamento del virus, il dipartimento Igiene Pubblica dell’Asl Toscana Sud Est di Arezzo ha reso pubblica la notizia e ha cominciato l’iter di contenimento epidemiologico: ha convocato tutte le persone che negli ultimi giorni erano state a contatto con la signora e il suo gatto.

Questo è il primo passo per arginare ogni tipo di epidemia unitamente alla somministrazione di immunizzanti specifici ai soggetti che sono stati esposti al virus.

Cruciali saranno i prossimi giorni nella valutazione della pericolosità che questo caso isolato può rappresentare. Mentre tutta la comunità scientifica trattiene il respiro, il Ministero della Salute rassicura gli italiani affermando che, ad oggi, non c’è nulla di cui preoccuparsi.