Migliora la vita dei pet cliccando qui!

Pubblicità

Cos'è l'epatite del gatto? E cosa fare?

gatto con epatite

Tutto sull'epatite del gatto.

© Kryuchka Yaroslav / Shutterstock

L'epatite del gatto è una patologia che può essere fatale. In questo articolo scoprirai tutto su questa malattia del fegato e come curare Micio.

Di Ilenia Colombo

Pubblicato il 28/07/21, 17:40

In occasione della Giornata Mondiale dell'Epatite (World Hepatitis Day) di oggi 28 luglio 2021, parleremo dell'epatite del gatto.

Come avviene per gli umani, anche i felini possono contrarre questa grave patologia e, se trascurata, può anche essere letale.

Anche se potrebbe essere difficile capire il proprio animale domestico se soffre a causa di una malattia, la cosa migliore da fare è consultare un veterinario il prima possibile e già dai primi sintomi.

In questo articolo spiegheremo cos'è l'epatite felina, quali sono i sintomi tipici di questo problema di salute e del modo in cui i nostri amici gatti contraggono tale patologia epatica.

Cos'è e come si manifesta l'epatite del gatto?

L'epatite è un'infiammazione del fegato (ghiandola epatica) che prevede, prima di tutto, l'ingrossamento dell'organo, diagnosticabile tramite palpazione dell'addome.

In seguito, si avrà una riduzione del funzionamento del fegato, e, di conseguenza, di tutta la circolazione biliare causando l'ittero (mucose gialle).

Man mano che la malattia progredisce, la sintomatologia - che vedremo in seguito - può diventare molto grave.

Focus sul fegato e la sua importanza

Il fegato è un organo importante che svolge molte funzioni importanti. Produce enzimi che supportano la digestione e metabolizzano grassi, proteine ​​e carboidrati. Inoltre, immagazzina nutrienti e vitamine essenziali, scompone le tossine ed elimina i rifiuti corporei.

A causa della sua grande capacità di riserva, se una parte del fegato smette di funzionare, in alcune circostanze, esso può persino rigenerare il proprio tessuto.

Quali sono le cause dell'epatite?

L'epatite può essere causata da:

  • infezioni batteriche;
  • medicinali che attaccano il fegato;
  • consumo di sostanze tossiche;
  • contatto con un altro animale infetto (attraverso sangue, feci e mucose).

Sintomi comuni dell'epatite del gatto

Ecco i sintomi più comuni dell'epatite felina, anche se alcuni di essi sono spesso generici e comuni di altre patologie.

  • Gonfiore addominale, che deriva dall'ingrossamento del fegato combinato ad un accumulo di liquido all'interno.
  • Ittero. L'avanzare dell'epatite può portare a ittero, con conseguente colorazione giallastra di occhi, gengive e pelle.
  • Diarrea e vomito, a causa della ridotta efficacità del fegato.
  • Sete eccessiva e minzione frequente. Diarrea e vomito contribuiscono ad un aumento della sete (a causa dell'ingente perdita di liquidi). Bevendo di più, la quantità di urina aumenterà di conseguenza.
  • Inappetenza e perdita di peso. Con funzioni epatiche chiave come la digestione e il metabolismo dei nutrienti, è comune che i felini perdano l'appetito quando viene loro diagnosticata l'epatite. Mangiando quindi di meno, tenderanno a dimagrire.
  • Problemi neurologici. Questi sintomi di solito vengono visualizzati se la malattia è peggiorata. Depressione, disorientamento, aggressività, cecità e talvolta convulsioni, sono sintomi che si verificano in questo stadio della malattia.
Gatto improvvisamente aggressivo: scopri perché

L'epatite del gatto è contagiosa per l'uomo?

No, l'epatite del gatto non contagia gli esseri umani, ma può infettare altri gatti. In ogni caso, le malattie dei gatti non possono mai contagiare l'uomo.

Differenza tra epatite infettiva, cronica e acuta

L'epatite felina può essere infettiva (estremamente contagiosa), acuta (a rapida insorgenza) o cronica (a insorgenza graduale).

L'epatite infettiva

Se alla tua tigre domestica è stata diagnosticata l'epatite infettiva da un veterinario, è fondamentale prendere delle precauzioni, soprattutto se hai altri animali domestici in casa.

La malattia può essere trasmessa ad altri gatti tramite il contatto con le feci o il sangue del gatto infetto, motivo per cui isolare il gatto da altri felini è il metodo migliore per ridurre il rischio di infezione.

Una volta diagnosticata, il veterinario prescrive un trattamento basato principalmente sulla gestione dei sintomi.

L'epatite acuta

Se al tuo animale domestico viene diagnosticata un'epatite acuta, potrebbe riprendersi rapidamente con i dovuti trattamenti.

L'epatite cronica

Nel caso dell'epatite cronica, invece, un gatto non può mai guarire completamente dai suoi sintomi. Tuttavia, la capacità di identificarli e cercare un trattamento precoce riduce il rischio di infettare altri animali da compagnia.

Cosa fare se il gatto ha una malattia del fegato?

Come detto all'inizio e adesso che conosci i sintomi più comuni in caso di epatite del gatto, suggeriamo fortemente di rivolgerti ad un veterinario.

Parla con il professionista della salute animale per i migliori consigli su quali trattamenti utilizzare a seconda del tipo specifico di malattia del fegato che ha il tuo animale domestico e non esitare a portarlo per un controllo.

Se hai qualsiasi dubbio o domanda contatta il tuo veterinario e soprattutto evita il fai da te!