Instagram

È Natale! Tanti buoni sconto per voi🎄

Pubblicità

Disabituante per gatti: cos'è e a cosa serve

gatto che annusa advice

Scopriamo a cosa serve il disabituante per gatti.

© Pixabay

Capita a tutti i padroni che il proprio felino si faccia le unghie sui mobili, sul divano, sui tappeti... Ma esiste il disabituante per gatti, un repellente in grado di togliere i brutti vizi al vostro micio.

Di Clara Amodeo

aggiornato il 19/06/20, 18:03

I gatti sono così: dolcissime creature che, data la loro estrema curiosità, ne combinano sempre una, che sia in casa o fuori.

Dalla pipì sul divano alle buche in giardino, esistono tuttavia dei prodotti e delle tecniche, tutti categorizzabili come disabituante per gatti, che consentono una migliore convivenza tra uomo e felino.

Naturalmente, ciascun repellente per gatti ha finalità precise e diverse dagli altri e il suo uso deve essere sapiente e calibrato a seconda del problema che si vuole andare a risolvere.

Vediamo dunque insieme qualche prodotto (sia esso chimico o fatto in casa) e i loro vari utilizzi.  

Le varie forme del disabituante per gatti

I prodotti repellenti per gatti si presentano sul mercato in forma liquida o spray.

In entrambi i casi il prodotto utilizza odori che allontanano i gatti, ossia odori repellenti per gatti che gli impediscono di raggiungere certi luoghi, specie in casa.

Tra questi rientra anche la creolina contro i gatti, che viene usata per disinfettare le zone in cui il gatto ha fatto i suoi bisogni, all’interno o all’esterno della casa.

I disabituanti in forma solida

Tuttavia, esiste anche un disabituante per gatti non spray, che si presenta cioè in forma solida: è il caso dei dissuasori per gatti, oggetti che vengono posizionati (anche all’aperto) e che, dando fastidio al gatto, non gli consentono di varcare una soglia o di entrare in un determinato posto.

Un altro disturbante per gatti solido è rappresentato dal disturbante in gel, che, tuttavia, è molto difficile da trovare sul mercato.

Disabituante per gatti fatto in casa: quali odori danno fastidio ai gatti?

Chi invece vuole optare per un disturbante per gatti naturale può ricorrere anche a un disturbante per gatti fai da te: come già detto poco sopra, esistono degli odori che allontanano i gatti e tra questi vi sono quelli, forti, di:

  • aceto;
  • agrumi;
  • citronella;
  • aglio;
  • pepe;
  • limone.

Con tutti questi ingredienti non è difficile preparare sostanze repellenti per gatti che fungano da vero deterrente contro i guai.

I vari usi del disturbante per gatti

Come abbiamo già accennato, questi prodotti possono essere usati all’interno della casa, ma anche all’esterno.

Per ciascuno di essi, prima di procedere al loro utilizzo, è bene leggere con attenzione le istruzioni d’uso: l’errato utilizzo, come l’errata aspersione all’interno o all’esterno della casa, potrebbe avere gravi ripercussioni non solo sul vostro amico a quattro zampe ma anche su tutti gli inquilini della casa.

Chiedete sempre consiglio al vostro veterinario di fiducia prima di utilizzare un disabituante per gatto e ricordate che la migliore soluzione è sempre l'educazione del vostro amico a quattro zampe.

Come evitare che il gatto faccia pipì in casa?

Per evitare che il cane faccia pipì in casa, si può iniziare insegnandogli dov’è e come usare la lettiera.

Se nemmeno questo ha efficacia, allora si può ricorrere a un deterrente, meglio se naturale. Cercate di capire prima, però, perché il gatto non riesce ad usare la lettiera. Forse non è pulita come piace a lui?

Cercate di trovare tutte le soluzioni possibili al problema di base prima di usare un disabituante per gatti e chiedete sempre il consiglio del vostro medico veterinario.