News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Come tagliare le unghie al gatto

unghie del gatto advice
© Pixabay

Gli artigli sono un tratto distintivo dei felini, ma spesso, soprattutto per i gatti domestici, creano disagio e possono essere un pericolo per bambini e padroni. Tagliare le unghie al gatto è un procedimento delicato che va eseguito con cognizione di causa: ecco qualche consiglio.

Di Clara Amodeo

Le unghie del gatto sono un elemento caratterizzante questa razza animale. Tuttavia, possono rappresentare un pericolo non solo per la casa, ma anche per gli umani: ecco perché, in talune situazioni, si rende necessaria una spuntatina. Ma come tagliare le unghie al gatto? Il primo consiglio è di evitare di tagliare le unghie al gatto.

Si tratta di un processo delicato e da compiere con grande attenzione per non provocare dolore (se non addirittura infezioni) al nostro amico a quattro zampe. In questo articolo vediamo assieme l’importanza del taglio delle unghie al gatto, ma soprattutto come si fa e quali strumenti utilizzare per compiere questa missione nel migliore dei modi.

Alcune informazioni su come tagliare le unghie al gatto

La domanda che sorge spontanea quando si tratta di tagliare le unghie al gatto è: “Ma si possono tagliare le unghie ai gatti”?. La risposta è, ovviamente, sì: farlo, infatti, consente di preservare la casa in cui vive il gatto e chiunque condivida questi spazi con lui da graffi e tagli. Per natura, infatti, i felini sono dotati di affilati artigli retrattili che vengono usati da questi ultimi in diverse occasioni. Quelle più compromettenti per la casa sono quelle in cui il felino “si fa le unghie” su divani e mobili, mentre per gli umani il rischio più grosso è che i gatti, senza volerlo, possano fare del male ad anziani e bambini che giocano col gatto. Le unghie del gatto vanno dunque tagliate, ma è bene prestare attenzione: il taglio delle unghie del gatto deve consistere, in realtà, in una spunta. Non si tratta solo di buonsenso, lo stesso che impone che animali i cui artigli sono un tratto distintivo non devono essere privati di un arto tanto importante, ma anche di una questione legislativa: in Italia far togliere o tagliare troppo le unghie agli animali domestici è infatti vietato dalla convenzione europea in vigore dal primo novembre 2011.

gatto con unghie rosse Il copri unghie serve a coprire le unghie del gatto senza dovergliele tagliare o limare. © Pixabay

Limare le unghie al gatto e i copri unghie per gatto

La limatura è un’altra pratica che rientra nel più grande calderone della cura delle unghie del gatto. Essa si usa per evitare di tagliare le unghie al gatto ma anche di tenere le unghie troppo lunghe, con i rischi di cui abbiamo parlato poco fa, e si effettua con una specifica lima che non va a ledere gli artigli del felino.

D’altro canto, chiunque volesse preservare cose e persone dai tagli del gatto ma non volesse nemmeno ricorrere al taglio delle unghie, può ricorrere ai copri unghie per gatto: esistono sul mercato e non sono altro che dei veri cappucci, spesso colorati, anti graffio da far indossare al micio per proteggere i mobili e l’uomo. Ovviamente si tratta di prodotti atossici, che coniugano l’utile con il dilettevole, donando al micio un effetto “unghie smaltate”.

Le domande più frequenti su come tagliare le unghie al gatto

Ecco alcune delle domande (con relative risposte) più frequenti sul tema.

  • Come tagliare le unghie ai gatti? Dopo essersi dotati di un tronchesino per animali, bisogna premere il polpastrello del micio vicino ai cuscinetti per far uscire l’unghia. A questo punto va tagliata soltanto la punta ed evitare di fargli male sul tessuto rosa della base.
  • Quanto crescono le unghie? Le unghie del gatto hanno una crescita rapidissima e il motivo è presto spiegato: come abbiamo già detto, infatti, tale arto è molto funzionale ai felini.
  • Quando tagliare le unghie al gatto? Dipende: di solito le unghie delle zampe anteriori del gatto vanno tagliate due volte al mese, ma se il micio fa uso di tiragraffi allora si può diminuire la frequenza.
  • Come tagliare le unghie del gatto sulle zampe posteriori? Il procedimento è lo stesso di quelle anteriori, ma è bene ricordare che la frequenza diminuisce a una volta al mese.
  • Come capire se un gatto ha le unghie tagliate? Come abbiamo visto, basta vedere se le unghie sono meno affilate e pericolose e se la loro lunghezza arriva a poco sopra la parte rosa.
  • Come tenere fermo un gatto per tagliare le unghie? È bene educarlo fin da piccolo, ma se il gatto è adulto ed è la prima volta che gli si tagliano le unghie, allora è importante tranquillizzarlo, coccolandolo e dandogli qualche premio se la sua condizione di placidità continua.  
  • Ho tagliato la parte rossa del gatto delle unghie: è grave? Sì, come abbiamo detto non bisogna tagliare quella parte e se dovesse succedere è bene rivolgersi subito a un veterinario.