News :
Wamiz Logo

Che razza di cane fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

I gatti possono mangiare i broccoli: valori nutrizionali e come cucinarli

broccolo-in-primo-piano-sul-tavolo advice

I gatti possono mangiare i broccoli? Ecco i valori nutrizionali e come prepararli.

© Pixabay

Il vostro gatto sembra essere interessato dal vostro pasto a base di broccoli? È normalissimo, poiché i gatti possono mangiare i broccoli e ne vanno anche matti.

Di Coryse Farina

A differenza dei bambini, a cui le verdure verdi mettono paura, i gatti possono mangiare i broccoli e li divorerebbero tutti i giorni!

In generale, l’alimentazione a base di crocchette per gatti certificate, contiene tutti i nutrienti necessari allo sviluppo del micio e, soprattutto, contiene già delle verdure incorporate. Se però siete soliti preparare dei piatti fatti in casa al vostro fedele micio, dovrete senza alcun dubbio inserire frutta e verdura nella sua alimentazione.

Tra le verdure che i gatti possono mangiare, e che non sono tossiche per il suo apparato digerente, ci sono i broccoli. I gatti possono mangiare i broccoli e sono estremamente salutari per una dieta sana ed equilibrata.

Benefici dei broccoli per il gatto

Le proprietà nutritive dei broccoli per i gatti sono le seguenti:

  • Antiossidante: i broccoli sono degli ortaggi conosciuti prevalentemente per le capacità antiossidanti. Possono infatti, riparare il gatto dall’azione nociva dei radicali liberi presenti nell’organismo.
  • Contro il tumore: i germogli di broccoli, inoltre, riducono in maniera considerevole la possibilità del gatto di sviluppare un tumore maligno nel suo organismo.
  • Colesterolo: le sue proprietà aiutano anche a ridurre il tasso di colesterolo presente nel sangue, contribuendo ad uno stato di salute forte e robusto.
  • Vitamine: i gatti possono mangiare i broccoli anche perché sono un’ottima fonte di vitamine. Sono presenti al suo interno la vitamina E, la K, la B6, ma anche tiamina, acido pantotenico e calcio. Questi elementi hanno un ruolo fondamentale nella creazione di una barriera immunitaria nell’organismo dell’animale, senza contare la capacità di stimolare le funzioni cerebrali del gatto e prevenire l’invecchiamento.
  • Stitichezza: i broccoli sono inoltre perfetti in caso di stitichezza. Se il vostro micio mostra problemi di costipazione, i broccoli possono accorrere in aiuto. Hanno un alto contenuto di fibre che facilitano i movimenti intestinali e favoriscono la defecazione.

Per finire, alcuni gatti sono istintivamente attratti dai broccoli poiché sono un ottimo rimedio per calmare il mal di stomaco.

Come preparare i broccoli al gatto?

I gatti possono mangiare i broccoli soprattutto se cotti. L’ideale è dunque farli bollire con dell’acqua, senza aggiungere nient’altro. Il sale o il burro, fanno solo male al vostro felino, meglio servirli sconditi.

I broccoli crudi, invece, non sono tossici, ma sono più difficili da digerire. Per evitare che il micio abbia dolori di stomaco è preferibile dunque bollire prima i broccoli.

Un altro metodo, è cucinarli a vapore. Sia i broccoli che i germogli, se cotti a vapore, conservano tantissime sostanza nutritive, perfette per combattere le malattie. Inoltre, i germogli di broccoli cotti a vapore, favoriscono l’espulsione degli acidi biliari nell’organismo del vostro amico a quattro zampe, riducendo così in maniera considerevole, il tasso di colesterolo nel sangue.

Quanti broccoli possono mangiare i gatti?

Una volta cotti, i broccoli possono essere serviti in piccole quantità al vostro animale e sono facilmente digeriti. Devono, però, essere sempre accompagnati da una buona fonte di proteine di carne affinché il pasto sia completo ed equilibrato.

Se si tratta invece di una prima volta, è bene assicurarsi che l’animale non risenta di alcuni problemi all’apparato digerente. È quindi importante, dare una piccolissima dose di broccoli al gatto le prime volte. Anche se non contengono ingredienti tossici, il piccolo stomaco del gatto potrebbe trovare difficoltà nella digestione. Bisogna quindi inserirli gradualmente nella dieta dell’animale. Inoltre, vi è il rischio di un’allergia o un’intolleranza. Controllate dunque bene il vostro animale e le sue feci nei giorni successivi all’assunzione dei broccoli, per evitare sintomi come vomito o diarrea.

Quando evitare i broccoli?

I gatti possono mangiare i broccoli, a patto che non soffrano di problemi alla tiroide. I broccoli infatti, contengono i goitrogeni che interferiscono con il metabolismo dello iodio e possono rallentare l’attività della tiroide.

Se il vostro gatto riscontra questi problemi è meglio evitare di proporgli dei broccoli. Non vi allarmate se ne ha ingeriti un paio. Una sola volta non creeranno problemi, ma è preferibile non inserirli nella dieta quotidiana del micio.

Leggi anche